Sacred Seven episodio 9

Un pò in ritardo, ma finalmente ce l’ho fatta a recensire anche questa puntata, in una tranquillissima giornata Alma come tutti i giorni si reca a scuola, il professore richiede i compiti, ma Alma non li ha fatti essendo impegnato nell’allenamento serale con Kagami. Fortunatamente Ruri ha fatto i compiti, addirittura ha fatto una copia per lui, sapendo che non sarebbe arrivato a farlo. La scena divertente in tutto questo è quando il professore scopre che Ruri ha fatto i compiti per Alma, ed in un generico chiacchiericcio tutti li prendono in giro per il loro amore. In questa puntata Alma si accorge di essere cambiato particolarmente, nelle prime puntata Alma era un personaggio molto solitario con pochissimi amici, dopo l’incontro con Ruri sembra essere maturato ed essersi fatto un gran numero di amici, ora tutta la scuola lo conosce e lo rispetta, grazie a Ruri spettegolano anche di nascosto del loro amore nascosto ed è una buona cosa, che se ne parli bene o che se ne parli male l’importante è che se ne parli questo è un vecchio detto che mi viene in mente. Piu tardi la città viene attaccata da due pietra malvagie, Alma non può combattere con entrambe così un piccolo gruppo combatte con la pietra malvagia in città e quella più lontana viene affrontata da Alma. Queste pietre sono parecchio diverse dalle precedenti affrontate, non solo per una forza ed una velocità incredibile, ma per il fatto di divorare qualsiasi cosa ed aumentare la sua forza e resistenza fisica. Per buona parte del combattimento si alma che l’altro gruppo è in difficoltà, queste pietre demoniache sono ad un livello troppo alto. In particolare la pietra che combatte contro Alma usa solo calci e le mani sembra tenerle legate e non le usa, però la sua velocità è troppo elevata, Alma cerca in tutti i modi di fermarlo nel raggiungere la città, proprio quando è in difficoltà pensa a tutte le persone che dovrebbe proteggere e gli amici, così non si dà per vinto e riesce ad ottenere una forza incredibile in grado di uccidere la pietra demoniaca e subito cerca di raggiungere l’altra pietra. Ruri riesce a fare un grosso danno alla pietra, sfortunatamente non colpisce il fulcro della pietra facendola solo arrabbiare e divorando il fucile e tutto ciò che incontra aumenta la sua stazza. Alma riesce a proteggere Ruri che stà per essere calpestata da questa pietra demoniaca gigantesca, riuscendo a distruggerlo. Però non è finita qui, dei pezzi di queste pietre si attaccano nel celo formando una specie di clessidra di vetro diretta alla città, come un vero eroe Alma si rialza e fà il suo lavoro, in questa scena è il classico eroe che con tutto il suo potere distrugge questo missile che potrebbe ferire e distruggere la sua amata città. Fortunatamente tutto và come secondo i piani e lo annienta, però avrei preferito vedere un episodio inerente alla storia, soprattutto vorrei sapere se Alma e Ruri si alleassero con Lau e Night, questo avvera molto probabilmente però non vedo l’ora di vederli combattere insieme.

NO.6 episodio 9

Rikiga riesce ad essere in contatto con un grosso pezzo della sanità del braccio No.6 e conosce ogni angolo e stanza del luogo dov’è rinchiusa Safu, ma come tutti gli uomini, hanno un punto debole, ovvero il sesso. Così lo imbrogliano, portandolo in una stanza con una donna buona, ma in realtà è la presta cani con un parrucca e sotto al letto ci sono nascosti, Shion e Nezumi, che non appena l’uomo della sanità estrae la pisola intervengono e lo legano estorcendogli delle informazioni. Vediamo un lato che non abbiamo mai visto della presta cani, infatti è fragile e molto femminile, è spaventata e infastidito dopo essere stata leccata sul collo da quel disgustoso uomo, però alla fine tutto si risolve nei migliori dei modi. Dopo aver pensato ad un piano, l’unico metodo possibile per infiltrarsi dov’è rinchiusa Safu è quello di farsi prendere da dei militari. Prima del giorno santo del No.6, le bidonville ed il luogo dove vivono quelli scappati dal braccio vengono attaccati, per una così detta “Pulizia”, i militari uccidono e spazzano via tutto ciò che hanno d’avanti, donne, bambine o anziani. Nulla ha importanza, dopo aver decimato quel piccolo villaggio, Nezumi e Shion si costituiscono e si fanno vedere dai militari con le mani in alto. Loro due vengono portati in dei furgoni e convocati nella struttura dove si trova Safu, un enorme palazzo dove si studiano e si fanno svariati esperimenti. Nezumi e Shion si preparano a ciò che potrebbero vedere, i camion li scaricano come se fossero spazzatura buttati in un luogo scuro, forse un deposito è incredibile la brutalità in cui sono trattati, come se fossero degli animali o della semplice immondizia. Mentre accade tutto questo, Safu sente una voce nella sua testa, ed è Elyurias la divinità che il No.6 vuole controllare per i suoi scopi malvagi, sembra che si sia reincarnata in lei. Forse le persone prelevate dalle bidonville sono semplici cavie da laboratorio, oppure sono sacrifici per la grande dea Elyurias, non si capisce chiaramente fatto stà che finalmente sono entrati nel laboratorio e hanno la possibilità di portare in salvo Safu. Sicuramente questo incontro sarà fondamentale per questa storia, sarò interessante l’incontro di Elyurias e di Nezumi, l’ultimo superstite del popolo della foresta. Shion vorrebbe una vita tranquilla e libera, dove lui, Nezumi e Safu vivano la loro vita felicemente ma siamo ben distanti da quella realtà.

Ano Hi Mita Hana no Namae wo Boku-tachi wa Mada Shiranai episodio 9

Menma dopo averci stupito scrivendo a tutti i suoi cari amici che non dovrebbero mai litigare ora prepara anche dei muffin con l’uvetta portandoli persino a tavola, immedesimiamoci in questa scena noi miscredenti di fantasmi e una vita al di là vediamo una scritta su un diario segreto di un defunto apparire come per magia, ma per questo potreste anche giustificarla dicendo che era già stata scritta in precedenza da qualcuno. Però dopo aver visto un piatto di Muffin oscillare per la stanza e il tuo piatto riempirsi la vostra mente non troverà alcun metodo per giustificarlo. Infatti Anaru e Tsurumi si abbracciano a turni avendo una paura incredibile. Come se non bastasse Yukiatsu è ripetitivamente geloso di Jinta perché è l’unico a vederla ed è stufo di dover parlare con Menma tramite lui senza poter avere una conversazione da solo con lei. Le giornate continuano tranquillamente con Poppo, Jinta ed Anaru che continuano a lavorare per racimolare qualche soldo per i fuochi d’artificio per Menma e grazie a Yukiatsu e Tsurumi che parlano con il padre di Menma e riescono a convincere sua moglie a dargli il permesso di farsi dei fuochi d’artificio. Tutti insieme come dei veri amici si danno da fare a costruirlo e Anaru si sente come allora, che non era all’altezza di Jinta e in continuo conflitto con Menma che riesce ad avere più attenzioni da Jinta. Con una scusa riesce ad allontanarsi e si sfoga un pò piangendo, Yukiatsu la segue sentendosi anche lui geloso di Menma in un certo senso sono simili, anche se qui non sono solo loro gli innamorati non corrisposti, più che altro sono quelli che lo fanno capire più facilmente, forse perché sono più emotivi degli altri. Dopo aver visto Yukiatsu asciugare le lacrime di Anaru, una scena molto carina ma visto che è quel odioso di Yukiatsu a farlo non mi tocca più di tanto, torna sul punto di uscire insieme a lei. Per uno strano motivo Tsurumi cercava Yukiatsu e assiste alla scena, dopo aver sentito Yukiatsu che gli chiede di uscire immagino solo cosa possa provare visto che come personaggio è piuttosto silenzioso e freddo. Dopo essersi fatta sera Jinta deve andare al lavoro part time e Menma sembra voler stare con Poppo e riescono ad avere una conversazione grazie al fatto che lei possa scrivere sul suo diario. Jinta appena finisce il lavoro, tornando a casa non trova Menma come al solito ad accoglierlo e corre subito a cercarla, trovandola poco dopo sulle sponde del fiume affascinata da un pesce. E finalmente Jinta è onesto con sè stesso e riesce a dire a Menma di non andarsene anche se alla fine fà finta di niente, però almeno a sè stesso dice di non volerla far scomparire dalla sua vita. Un punto che non ho discusso è il legame tra Anaru e Jinta che in questa puntata si è visto, infatti Anaru non può non pensare a quando gli ha detto che gli piace. Inve il punto che gli interessava più a Jinta non è quello di piacere ad Anaru ma invece il fatto che gli aveva detto, ovvero che se esaudirà il suo desiderio sparirà e questo è il suo principale interesse. Un punto che mi ha un pò scombinato i pensieri è quando Menma e Poppo rimangono soli nel loro nascondiglio e lui sembra volergli chiedere qualcosa di quando erano piccoli e lei era ancora viva, sembra quasi che anche a lui piaccia Menma però non finisce neanche la frase che gli dice di giocare a qualcosa, come comportamento mi sembra parecchio strano per un certo senso posso capire che anche a Poppo gli piaccia perché alla fine in questo anime c’è un nodo che intreccia tutti i protagonisti in qualche legame o amore non corrisposto, però è anche vero che tutti si sentono in colpa e responsabili per la morte di Menma quindi la cosa da capire è se a Poppo piaccia Menma oppure se si sente responsabile per la morda, per ora non avevo mai immaginato una cosa così perché Poppo è un personaggio molto simpatico e spensierato dell’anime non avrei pensato ad un amore verso Menma, vedremmo come si svilupperà questa storia.

Ao no Exorcist episodio 9

Come si era capito il professore Negiauz e il preside Mephisto volevano scoprire il vero potere di Rin e metterlo alla prova ma dietro c’è molto altro, infatti alla fine della puntata ci saranno interessanti novità. Come se niente fosse Mephisto esce dal nulla dicendo che tutto quello che è successo era l’esame Esquires e un pò ovunque c’erano professori e dottori che erano li per analizzare tutto il test. Però Ryuji ci fà notare che i due alunni che hanno avuto meno luce, non che non hanno fatto praticamente niente nel test ovvero quello che sembra essere un ventriloquo e per la prima volta lo sentiamo parlare attraverso il suo pupazzo e quel misterioso ragazzo incappucciato che non si vede mai il viso e questo mi incuriosisce parecchio. Tutti lodano Shiemi per il suo grandissimo lavoro, visto che è grazie a lei che sono riusciti ad ottenere più tempo possibile per mettere alla luce il loro valore tramite il canto. Come mi aspettavo Izumo sembra essere l’unica a credere che dietro ad un personaggio come Rin ci sia qualcosa di misterioso, infatti viene il dubbio un pò a tutti su come abbia fatto a battere il Ghoul, anche se Rin si giustifica dicendo che è stato grazie alla sua spada e per un certo senso è vero, visto che il suo potere si libera con essa. Yukio mentre parla con Shiemi del passato e di quale sarebbe stato il suo futuro o ciò che vuole ottenere dalla scuola di esorcismo, gli vengono in mente le parole di Negiauz e corre al dormitorio per controllare suo fratello. Ed è grazie a lui che Rin riesce ad essere ancora vivo, infatti prontamente lo nasconde in un’altra stanza e Negiuz lo pugnala nel sonno ma per sua sfortuna è solo un letto vuoto. Il combattimento comincia e Negiuz usa il suo potere evocando continuamente piccoli demoni a forma di mano per bloccare Yukio e per prendere il tempo nel evocare un Naberius parecchio brutto, ma gigantesco. Rin arriva nel momento giusto e riesce a colpire il demone e poi si scaglia contro Naberius, però il suo Naberius non è ancora morto e lo prende stritolandolo. Però grazie a Yukio che lo cancella prontamente distruggendo l’evocazione ed il demone non rimane a Negiauz di dire la verita e la sua storia. Lui è un superstite della notte Blu e come tutti coloro a cui è stata strappata la famiglia e il suo occhio sinistro l’odio per Satana e per i demoni è enorme. Così cercava vendetta su Rin, il figlio di Satana e non esita facendo uscire dal suo braccio una specie di spada che colpisce Rin, anche se ferito richiude la spada nel fodero e gli chiede di non coinvolgere persone innocenti in tutto questo come i suoi compagni di classe o Yukio e che a lui potrà fargli del male tutte le volte che vuole. Dopo che Negiuaz se ne va dicendo che ce ne sono altri come lui arriva Shiemi che dopo aver curato Rin sembra aver deciso del suo passato. La puntata finisce con una festicciola a base di pancake ed Mephisto contatta suo fratello per farlo venire all’accademia True Cross e scontrarsi con Rin. Quindi che Mephisto e suo fratello siano demoni è abbastanza evidente, visto che il fratello dice di essere bloccato dalla barriera anti demoni della scuola e sicuramente è un personaggio cattivo che non vedremmo subito, infatti nella prossima puntata conosceremo un gatto demone di un alto livello, penso che sia lo stesso che si vede nella sigla di apertura che corre dietro a Rin e penso si chiami Kuro che se non sbaglio vuol dire scuro, infatti ho già sentito Kuro Neko, gatto nero da qualche parte.

Hidan no Aria episodio 9

Eccoci alla nuova puntata di Hidan no Aria dove vedremmo Riko tornare dopo essere stata espulsa dalla Eu ed un certo Vlad che non si è mai visto, ha preso il tesoro di Riko. Ma tutto non accade così velocemente, infatti Riko si mostra con le sembianze di Aria e provoca Kinji in tutti i modi più pervertiti, però capisce subito che lei non sia Aria visto che non si sarebbe mai comportata così e dopo Aria che ha scoperto tutto entra nella loro stanza dalla finestra e comincia una piccola battaglia, più verbale che con armi da fuoco. Tutta la puntata gira attorno al Harem di Kinji prima Riko che provoca Kinji e vuole essere la sua unica ragazza, ma potrebbe essere tutta una messa in scena per imbrogliarlo, visto che conosce il suo Hysteria mod e lo potrebbe fare apposta per giocare con lui. Dopo che Aria, Kinji e Riko decidono di lavorare insieme per rubare il tesoro di Vlad anche Aria mostra la sua gelosia nei confronti di Kinji litigando, però mostra un lato tenero e riesce a dire che lui è solo suo e non è cosa da poco anche se mi sarei aspettato una scena più timida ed imbarazzante nel momento in cui l’ha detto, invece si mostra prevalentemente dura con lui. Al test di biologia torna Riko a stuzzicare Kinji con i suoi giochetti perversi, non appena le luci si spengono Riko minaccia Kinji che se non gli accarezzerà i capelli urlerà che gli stia facendo delle strane cose, così è costretto ad accarezzarla. Come se non bastasse la penna per il test la nascosta proprio in mezzo al seno e la scena pervertita fan service è servita. Appena finisce il test il professore vede una scena molto strana e sgrida Kinji dicendogli di raggiungerlo in sala professori per una bella discussione e Kinji non è riuscito neanche a svolgere il test. Ed ecco la terza ragazza del Harem di Kinji Shirayuki ed è inevitabile un piccolo combattimento ma finisce subito, appena Riko gli alza la gonna e se ne và lasciando Shirayuki in una crisi. Kinji è costretto a portare Shirayuki in infermeria e sfruttando il suo potere surriscalda la maniglia e bloccandola. Così sono rimasti soli soletti e una nuova scena di fan service ci mostra Shirayuki nascosta ed infreddolita sotto alle coperte che si leva con tutta fretta i vestiti poi chiede a Kinji di concedersi a lei e lui gli chiede di chiudere gli occhi. Appena Shirayuki chiude gli occhi Kinji scappa dalla finestra e se la dà a gambe. La puntata finisce con la riunione fra Aria, Kinji e Riko per discutere la strategia per rubare il tesoro di Vlad.

Steins;Gate episodio 9

E’ un capolavoro questo episodio devo ammettere che la fine mi ha davvero distrutto e buttato al tappeto, inizialmente come puntata sembra abbastanza tranquilla con un nuovo personaggio che si scopre essere incredibilmente ricca, entrare nel team di Okabe. Feyris sentendo i discorsi di Okabe sente della sua macchina del tempo e poi riesce a farsi dire tutto da Daru, che a differenza di Okabe è completamente infatuato di lei e farebbe di tutto. Feyris vuole mandare un messaggio nel passato e fino a qui mi sembrava un episodio abbastanza normale e forse monotono, dopo aver visto Moeka e Ruka mandare un messaggio nel passato era probabile che un altro personaggio lo avrebbe fatto. Okabe scopre che il suo prezioso IBM 5100 è sparito e il team non lo ha mai avuto e visto, sembra che giocando con il passato il futuro è cambiato drasticamente, come avevo detto nella scorsa puntata non erano cambiate solo piccole cose ma anche la sparizione di questo computer. Okabe fà svariate ricerche chiamando anche Ruka e sembra che il computer sia sparito anche li, dove si trovava in origine. Contatta anche Feyris che sembra avere il computer che cerca, ma sostanzialmente l’IBM 5100 non gli serve più visto lo ha già utilizzato per tradurre le informazione della SERN, però immagino che in futuro possa tornare utile. Okabe, Daru e Mayuri vengono invitatati a casa di Feyris ma prima Okabe incontra Maeka che farnetica qualcosa riguardo l’FB che gli ha detto che il computer si trovava qui, sembra parecchio scossa. Ricapitolando dopo che Moeka ha spedito la sua d-mail è sparita dai ricordi degli altri, e a sua volta Ruka ha spedito un’altra d-mail che gli ha permesso di ricordarsi di Moeka. Arrivando a casa di Feyri scopriamo che sia incredibilmente ricca e possiede l’intera Akiba (Akihabara) ed è stata lei a portare la cultura moe ad Akiba (Akihabara) rendendola la capitale dei manga, anime e videogame del Giappone. Ma perché una persona così ricca voglia cambiare il passato? Ed è per un semplice motivo che col denaro non si compra l’amore del proprio padre, bè non è chiaro cosa abbia scritto Feyris al passato però nel presente suo padre è tornato, forse la mafia lo ha ucciso? Oppure questa passione per la figlia nel mondo moe ha dovuto sacrificare il padre in un grande lavoro che occupava immensamente il suo tempo, strappandolo dal compito di padre premuroso? Bè per ora non è chiaro però sicuramente la cosa che si capisce è che Feyris ha deciso di cambiare il suo volere, quello di far diventare Akiba il tempio degli Otaku rendendola una cittadina come tante e in cambio suo padre è tornato. Infatti appena Okabe gira per la città non si accorge subito del cambiamento della città e probabilmente lo sceneggiatore lo ha fatto apposta per darci una grande sorpresa alla fine. Quando scopriamo che è tutto cambiato e i Maid Cafè, le sale giochi, i negozi di manga ed anime sono spariti in un Akihabara che non conosco. La puntata finisce così, però questa volta invece di chiudere l’articolo con il finale ho volutamente saltato un pezzo dell’anime, quello in cui Kurisu è sul tetto e sembra litigare con qualcuno ed Okabe sente la conversazione. E appena tornano al laboratorio Kurisu continua a dire che non stia piangendo ma i suoi occhi rossi la tradiscono e poi Kurisu si siede sul divano affianco ad Okabe abbracciando il pupazzo Upa di Mayuri per sentirsi meglio. Okabe dice “ora tu fai parte della mia vita, ogni volta che vorrai parlare ti ascolterò” suscitando in Kurisu un pò di felicità ma è tutta una presa in giro, però a parte la scena divertente secondo mè dietro quelle parole c’è del vero ed è sicuramente ammirevole come Kurisu e Okabe si vogliano bene anche se si punzecchiano dalla mattina alla sera.
Anteprima del prossimo episodio:

Yumekui Merry episodio 9

Eravamo rimasti con Yumeji, Yui, Merry e Engi nel sogno ad occhi aperti di un demone che ha intrappolato il suo contenitore e dopo che il demone dei sogni ha chiamato 2 clown giganti e sonos tati sconfitti da Merry e Engi, molto rapidamente e Merry vuole riportarlo in dietro, così cominciano a bisticciare dicendo che Merry uccide solo il demone e che a lei non importa che lo uccida. Merry fà finta di niente e si prepara a colpirlo e dopo che il demone ha detto “Assassina di Demoni dei sogni” si ferma e il demone coglie l’occasione per prendersi gioco del tenero cuore, ed entra in scena Engi che non interessa di essere chiamata così. Ed il demone comincia a giocare con lei, chiedendogli cosa succederebbe a Yui se lei morisse, dopo essersi preso gioco di lei gli svela un segreto. Ai demoni dei Sogni piace corrompere la loro forza nell’andare avanti, il coraggio di sperare, la speranza che tesse i sogni, la passione che ti fà agire come nei sogni e la forza di realizzarli, li è dove vivono i demoni dei sogni e quindi se i demoni muoiono muoiono i sogni, vale anche il contrario ovvero se gli uomini muoriono muoiono anche i demoni dei sogni. Comunque Engi non si fà plagiare da queste parole, dopo aver usato come scudo la persona che ha come involucro ed il suo sogno, e decide di attaccarlo, però Yumeji la spinge senza permettergli ti colpirlo. Così il demone dei sogni decide di andarsene, chiaramente cè ancora molto da chiarire, intanto Yumeji si giustifica dicendo che voleva proteggere i sogni del ragazzo, visto che per loro è una cosa molto importante. Engi decide di portarli in un posto sicuro, schioccando le dita li porta tutti nel mondo dei sogni e và in disparte chiacchierando con Merry. Mentre Yumeji e Yui chiacchierano amichevolmente, Engi chiede a Merry di dargli un pugno per aver smarrito di nuovo la retta via, ed aver tentanto di fare del male a Yumeji, però Merry non ha rancore visto che comprende come si sente e non la colpisce, frantuma soltanto una pietra dietro di lei. Intanto Isana che ha parlato ad Iijima del suo sogno di diventare una pittrice, mentre se ne và dopo aver salutato il sensei entra per un istante in un sogno, però non capisce cosa sia successo e fa finta di nulla e se ne torna a casa. Yumeji chiede ad Engi se conosce il demone dei sogni chiamato Treesea, ma non l’ha mai visto però ha sentito parlare di lui e della sua feroce nel uccidere chiunque si sia messo sulla sua strada anche per il semplice divertimento nel farlo, Treesea ha un potere in grado di inserire forzatamente i Demoni dei Sogni attirati dallo splendore del Faro all’interno di contenitori umani senza alcuna precauzione per la volontà del demone dei sogni o dell’umano. Isana preoccupata se Yumeji fosse andato dal dottore a farsi visitare è passato a controllare e lo vede inc ompagnia di Yui e scatta la gelosia, dopo di che se ne vanno tutti a casa. Isana racconta a Yumeji e a Merry di aver fatto un sogno mentre stava tornando a casa da scuola, in pratica c’era un grande monumento in un deserto disseminato di libri e c’era una voce che diceva qualcosa riguardo il diventare un contenitore, però poi si svegliò nello stesso posto come se non fosse successo niente. Yumeji allora guardando di che colore è la sua aura e capisce subito che sia il contenitore di un demone dei sogni. Intanto vediamo Treesea uccidere un demone dei sogni e Chizuru essere nel sogno a guardare la sua spietata cattiveria contro quel debole demone, dopo che sia morto la sua misteriosa pistola, fà illuminare uno dei 6 cristalli sul caricatore dell’arma. Dopo vediamo il professore Iijima prendere in braccio la studentessa, non che involucro del demone appena ucciso, svenire e con violenza la butta a terra e comincia a infierire sul suo corpo calpestandola e riempiendola di calci. Iijima chiama Chizuru, sà che lei la stà seguendo, però non sembra fargli niente, Iijima gli dice che il prossimo rifiuto di cui si libererà vuole dipingere per vivere, chiaramente capisce che stà parlando di Isana e ne rimane scossa. Prossimo episodio “non risvegliarsi da un sogno” alla prossima puntata.

IS: Infinite Stratos episodio 9

La puntata comincia subito alla grande con Houki che chiama sua sorella Tabane la migliore creatrice di Is di tutto il Giappone, per avere la sua macchina personale e con grande stupore è già pronta, con le migliori specifiche e tecnologie di ultima genereazione, ed il suo nome è Akatsubaki. Intanto Ichika si sveglia sentendo delle gambe contro le sue e tirando via le lenzuola scopre Laura completamente nuda nel suo letto che si sveglia come se niente fosse, senza un pò di timidezza, dicendo che siccome sono marito e moglie non devono avere paura a mostrare i loro corpi nudi fra di loro. Mentre Laura fà una presa di costrizione Houki entra nella sua camera per l’allenamento mattutino di Kendo e rimane scioccata dalla scena. Il povero Ichika comincia una pessima giornata e più tardi decide di invitare Charlotte ad andare in città a comprare un costume da bagno visto che entrambi ne devono comprare uno visto che non ne hanno. Peccato che la povera Charlotte pesnava a qualcosa di più romantico, come ad esempio un appuntamento, rimanendo delusa e triste per tutto il viaggio Ichika si preoccupa per lei e Charlotte coglie l’occasione per tenerlo per mano, come punizione per scusarsi. Però non sanno che sono spiati da Lin, Cecilia e Laura che li terranno d’occhio per tutta la giornata, Ichika visto che sono molto in confidenza decide di dargli un soprannome più carino, chiamandola Char, chiaramente Charlotte ne è molto felice pensando di essere in qualche modo speciale per lui. Ichika si ferma a comprare un regalo per qualcuno, in tutta la puntata non si sà per chi sarà quel piccolo regalino, finisce incontrando i fratelli Gotanda e Ren coglie l’occasione per parlare con lui, dicendo che fra un anno sarà nella sua stessa scuola e conta molto nel suo aiuto, mentre Ren è distratta Charlotte porta via Ichika nascondendolo nello spogliatoio. Charlotte ha visto Lin e le altre, ed è spaventata che se loro si incontrano rovineranno tutto, così Charlotte decide di cambiarsi li, visto che non ha altra scelta e Ichika dopo averla vista inc ostume da bagno ne rimane molto felice, visto che molto affascinante, chiaramente tutto non è avvenuto senza una grande timidezza ad entrambi. Chifuyu sente la voce di suo fratello e tirando la tenda che chiude lo spogliatoio vede Ichika e Charlotte nello spogliatoio assieme, Maya gli sgrida dicendo che anche se sono compagni di scuola non possono fare certe cose. Intanto Laura che è sprovista di un costume da bagno chiede informazione alla squadra della Lepre Nera che con un accurata preparazione militare gli consiglia il costume adatto a lei per fare colpo su Ichika. Finalmente nella seconda parte dell’anime siamo a questa attesissima Vacanza Studio al Mare, Cecilia ha una promessa con Ichika ovvero gli deve spalmare l’olio solare sul corpo, finisce con la gelosia di Lin che la tortura con l’olio. Dopo di che Lin lo sfida a chi nuota, arrivando primo alla boa e Lin ha un crampo alla gamba e affonda, fortunatamente Ichika si è accorto che stà male e la salva, chiaramente Cecilia vedendola come rivale decide di portarla con la forza in Hotel per farla riposare e tenerla fuori dalla spiaggia. Ed ecco arrivare Charlotte con al suo fianco una mummia, sotto tutte quelle garze c’è Laura ed il suo costumino, che mostra dopo aver preso un pò di coraggio e ricevendo da Ichika l’approvazione e la addirittura chiamata Carina. Loro tre giocano ad una partita a beach Volley ma finisce con Laura che riceve una pallonata in faccia, ancora imbarazzata nel aver ricevuto quell’appellativo da Ichika. Così arriva Maya e Chifuyu che si uniscono alla partita, mostrando una Chifuyu molto carina. La giornata finisce e Houki non si è vista per tutta la giornata apparte per il pezzo finale dove è in trepidazione per l’arrivo del suo IS Akatsubaki, alla prossima puntata “Sottile Linea Rossa”.

To Aru Majutsu no Index II episodio 9

Con il Daihaseisai, Academy City è piena di vita approfittando della situazione, stà avendo uno scambio di “Stab Sword” un’arma spirituale capace di uccidere i Santi in un colpo solo, il nome del corriere è Oriana Thompson. E casualmente Touma si è imbattuto in questa persona misteriosa, decide di seguirla e contattare Tsuchimikado per informarlo della situazione, mandandogli via GPS il luogo in cuoi si trova per seguirla. Appena le manda Thompson comincia a scappare, Touma intanto viene raggiunto da Tsuchimikado e Stiyl, così tutti e tre la seguono, anche se è molto abile nel seminarli, poi decide di nascondersi in un parcheggio di autobus, subito vengono accolti da delle trappole magiche, per fortuna Touma con il suo braccio destro riesce a bloccare qualsiasi attacco magico. Così i tre fanno gioco di squadra netraulizzando tutte le trappole, ma sembra che hanno sprecato troppo tempo, infatti Thompson è già al sicuro ben lontana da loro. Tsuchimikado raccogli i fogli magici che lascia la Thompson, per poi cercare di trovarla grazie a quei biglietti. Stiyl comincia un rituale magico chiamato “Formazione Razionale da Tutte le Direzioni” che servirà per scoprire dove si trova Oriana, però sembra che quei fogli magici siano protetti da un’autodifesa per questot ipo di incantesimo, che danneggia il mago che ne fà uso, così Stiyl con la sua magia del fuoco viene ferito e torturato più volte per riuscire a trovare Oriana. Touma appena vede Stiyl cascare a terra dal dolore, se la prende con Tsuchimikado che però anche lui ha dovuto usare della magia, e infatti è sanguinante, Tsuchimikado gli dice che entrambi siano Maghi professionisti e sanno a cosa vanno in contro e poi devono riuscire a non fargli ottenere la Stab Sword, che provocherebbe solo un sacco di dolore e morti, così devono fare tutto per salvarla per il bene del futuro. Dopo aver trovato le coordinate di Oriana le guardano sul cellulare do Touma, guarda caso è la scuola media Tokiwadai quella che frequenta Misaka Mikoto. Tsuchimikado e Touma si sporcano i loro vestiti, per poter intrufolarsi nella scuola spacciandosi per studenti, così i due si trovano a dover partecipare ad una gara sportiva di una delle migliori scuole di Maghi di tutto Academy City. La competizione si chiama Il lancio della pallina, che vedrà sfidarsi 200 studenti della Scuola Media Minamizawa e 20 studenti della scuola Media Tokiwadai, i nostri due eroei controllano i canestri per cercare tracce che dovrebbe aver lasciato Oriana. Misaka appena lo vede è chiaramente infastidita dalla sua presenza, pensa che ce la stia mettendo tutta per vincere la loro scommessa, Touma appena vede una ragazzina in pericolo va a salvarla e incontra Misaka vicino al palo del canestro, e nota un bigliettino, così gli dice di fermarsi e non toccarlo, dicendo che gli spiegherà tutto dopo, ma lei fraintende pensando che lui si stia prroccupando per lei. Così Misaka agitandosi stà per toccare il biglietto e Touma gli corre in contro spingendola a terra, lei arrossisce vistosamente e pensa che Touma la stia per baciare, invece si alza e note che il biglietto non sia di Oriana. Intanto Fukiyose, l’albitro della competizione, chiama Touma toccando la sbarra del canestro e in poco tempo sviene a terra, Touma accorre toccandola per cancellare l’attacco magico uscito dalla carta piazzata da Oriana, però non essendo una maga quell’attacco è molto forte per lei che è costretta ad andare all’ospedale in barella. Touma dopo aver visto una sua cara amica perdere i sensi, si promette di fare sul serio e di prendere a pugni la sua stupida illusione. FIN

Shiki episodio 9

La puntata non ci farà scoprire chi è la bambina a casa di Natsuno e non si svilupperà seguendo la puntata precedente, peccato non vedevo l’ora di vedere la faccia di Natsuno con una bambina vampiro in casa sua, e Megumi fuori, che ora può entrare. Comunque è un interessante puntata che prosegue con la scoperta di alcuni avvenimenti del dottor Toshio e del monaco Seishin. Infatti come sappiamo il Dottore ha deciso di avere il turno di notte, per stare nella clinica e tenere d’occhio la pazziente apparentemente colpita di anemia, è sicuro che se è stata morsa da un vampiro si rifaranno vedere per morderla ancora. Ci fà notare che i precedenti pazzienti morti per questa misteriosa malatia sono restati vivi per quattro giorni, prima di morire, infatti è anche possibile visto che se una persona perde il 50% del sangue in circolo si vada in arresto cardiaco, e alla fine tutti muoiono cosi. Pensa perfino che come le zanzare, i vampiri mordino la persona gli ignetta un narcotico che potrebbe controllare le proprie vittime con quella sostanza, sembra che il Dottore si stia avvicinando parecchio alla soluzione. La prima notte sembra che non è arrivato nessuno, così il dottore torna a casa, è tornata sua moglie, una donna molto strana ed estroversa, la notte successiva Ritsuko prepara uno spuntino per il dottore che fà il turno di notte, e mentre si incammina per andare alla clinica vede una donna muoversi come uno zombi, è Nao la figlia della pazziente all’ospedale, che è precedentemente morta per il virus che stà colpendo il paese. Poco dopo mentre il Dottore e il Monaco chiacchierano tenendo d’occhio la pazziente, sentono dei strani rumori provenire dalla finestra della pazziente, con loro stupore vedono Nao fluttuare al secondo piano per mordere la pazziente. Sembra che Nao appena vide quei due se ne andò senza dire e fare nulla, e il giorno dopo la pazziente comincì a stare meglio, e ricordava uno spaventoso incubo riguardante sua figlia Nao, che sembrava spaventarla. La notte seguente il Monaco e il Dottore fanno il loro turno e mentre parlano, le luci di tutta la Clinica si spengono, il monaco decide di andare di sotto a riaccendere il contatore, lasciando il Dottore con la pazziente. Il Monaco vede da delle finiestre tutte le persone morte intorno all’edificio, ma è convinto che non possano entrare, ma Tatsumi è entrato, si vede che qualcuno gli ha dato il permesso e colpisce il dottore, prendendosi la pazziente e portandola al piano di sotto, facendola divorare da tutti i vampiri presenti. Il dottore è amareggiato, visto che aveva promesso di salvarla, ma così non è stato così urla il suo dolore; i vampiri tornano al castello ma Megumi non è con loro, chiaramente è andata a casa di Natsuno. FIN