Ao no Exorcist episodio 16

Questo episodio possiamo dividerlo in due storie collegate ma indipendenti, con Rin, Shura e Mephisto che affrontano le questioni delle autorità ecclesiastiche, per decidere sul da farsi riguardo Rin ed il suo enorme potere. Nel frattempo gli altri si diresse a Kyoto per cercare di trovare un fabbro per riparare la lama demoniaca di Rin, per contenere il suo potere. Il combattimento contro Amaimon, come sappiamo, Rin ha perso il controllo del suo potere a causa della sua spada che si è rovinata e non riesce a trattenere il suo potere. Per questo appare un nuovo personaggio “Arthur Auguste Angel” Esorcista di Prima Classe Superiore della sede Vaticana, recentemente nominato Paladino e si occupa di portare Rin all’autorità ecclesiastica. La scena un pò classica, ma sempre molto carina che mi è piaciuta e quando Shiemi abbraccia Rin, ancora in forma demoniaca e Rin riesce a spegnere il suo potere solo per non fare del male a Shiemi ed aver riconosciuto un amica, è una scena vista e stra vista però rende sempre l’idea della forza dell’amicizia. Stranamente Konekomaru è negativo nell’aiutare Rin, però gli altri trovano questo fabbro che è una grande amica di Ryuji, sembra essere possibile aggiustare una spada di quel tipo, però servono diverse cose, materiali e procedure antiche che non sono scritte da nessuna parte e solo i saggi ne sono ing rado di farlo. Però pensano che prendendo i chiodi che sono resistiti all’attacco di satana al loro villaggio e quindi alle loro fiamme, sia possibile ripararla con quei cimeli. Mentre si Regano al tempio, non si vede anima viva e delle statue di Buddha parlano con Ryuji e Yukio, però sono demoni che nelle debolezze della persona cercano di fargli cambiare idea ed attaccarlo, in questo caso cercano di fargli cambiare idea sul fratello o sul caro amico Rin e se non fossero intervenuti i loro amici, questi demoni sarebbero riusciti a fargli il lavaggio del cervello. Dopo aver trovato i monaci del tempio svenuti, ed averli rimessi in sesto riescono a farsi dare i due chiodi. Tornando al processo ecclesiastico, i grandi capi non sono molto sicuri su cosa fare con Rin, se ucciderlo, sfruttare i suoi poteri oppure studiarlo, visto che ha le potetni fiamme blu potrebbero scoprire un punto debole e riuscir a battere Satana. Fatto stà che Mephisto cerca in tutti i modi di far vivere Rin, sicuramente lui vuole farlo entrare nel mondo demoniaco per averlo come alleato o sfruttarlo come vuole. Però proprio mentre parlano, Amaimon incontrollabile attacca l’edificio ecclesiastico, probabilmente è infuriato perché non vuole ammettere la superiorità di Rin. Per ora Rin è stato immobilizzato per tutta la puntata in una forma demoniaca in un grande Cristallo che non gli permette alcun movimento, sembra però che mentre è in questo limbo stia combattendo una guerra interiore, dove il suo lato demone cerca di avere il pieno controllo del suo corpo.

Steins;Gate episodio 16

Come avevo intuito Suzuha è la figlia di Hashida, subito all’inizio della puntata mi sembra già molto evidente, infatti, il venditore di spille lo descrive come un barile, proprio dicendo Baru (barile) mi è venuto in mente Mayuri quando lo chiamava Daru è un pò troppo simile come nome, sembrava molto sospetto. La puntata si svolge molto lentamente, assaporando gli ultimi momenti con Suzuha, ben presto Daru completerà la riparazione alla sua macchina del tempo, per farla tornare in dietro e cercare l’IBN 5100. Non mi sarei proprio aspettato che Mayuri sarebbe stata l’artefice nello scoprire chi sia suo padre, infatti la prova più grande che ci fornisce è il nome della macchina del tempo “FG204 2md edition ver 2.31” ed è il classico nome ai Gadget del futuro che dà Daru, questa è una prova inconfutabile. Dopo una piccola scena commuovente, con il classico abbraccio tra padre e figlia che finalmente si sono ritrovati, Suzuha se ne deve andare e promette di mettercela tutta. E’ una scena molto toccante, mi ero anche affezionato a Suzuha è uno dei personaggi più curiosi dell’anime ed anche uno dei più simpatici, peccato sia dovuta andare via. Bè è ancora presto dai ci sono ancora parecchie puntate, potremmo ancora ri incontrarla. Spensieratamente tutto il team, scherza sul fatto che Suzuha potrebbe farsi vedere con l’IBM magari con dei nipotini, sarebbe una scena comica. Però non accade nulla di questo, infatti Mr.Brown gli porta una lettera straziante di Suzuha dove scrive di aver fallito la sua missione, in sostanza qualcosa è andato storto, quando è andata in dietro nel tempo non ricordava nulla e così ha vissuto una vita normale. Poi quando ha raggiunto una venerante età cominciò a ricordarsi di tutto, dei suoi vecchi amici e della sua missione era chiaro che a quell’età non poteva più fare niente ed aveva fallito miserabilmente. La cosa ancora più triste è che Suzuha si sia suicidata, probabilmente non riuscendo più a vivere sapendo di non poter completare la sua missione di vita forse era un peso troppo grande. L’unica cosa che può fare Okarin è mandare una D-mail a Suzuha per avvertirla di andare nel passato e non fermarla come aveva fatto Okabe nel meting sulle macchine del tempo. Facendo così il loro presente cambia, incredibilmente Suzuha non si suicida ma muore di vecchiaia e anche se per ora non sembra essere riuscita a portargli l’IBM, comunque riesce a spostare il numero delle divergenze salvando così Mayuri dalla morte. Quest’episodio devo dire che è davvero fantastico, perfettamente comprensibile per ora, anche se certi episodi sembrano confusi alla fine si comprende tutto facilmente, la cosa triste è che in questo nuovo presente Suzuha non ha mai incontrato ne suo padre “Daru” ne Okabe e il resto degli amici che si era fatto ed è un pò triste però le cose dovevano andare così. Nel prossimo episodio tornerà un vecchio personaggio “Rumiho” che ultimamente è rimasto molto in ombra, forse deve fare una scelta importante? tornare Akihabara come la conosciamo? Non ne ho idea, alla prossima puntata ^^

To Aru Majutsu no Index II episodio 16

Nella puntata precedente la Sorella Angelene è rimasta ferita per preoteggere una suora, che precedentemente era stata attaccata da lei, ma la fede in lei ha avuto il sopravvento, così si fece male rimanendo a terra. Su questa flotta suore e Amakusa si danno una mano, per combattere altre suore che sono governate da Biagio un Prete con un idea completamente distorta dalla fede cristiana. Index, Touma e Orsrola vanno a cercare Agnese, che è il pezzo mancante per attuare il losco piano di Biagio, ovvero distruggere tutta Venezia e tutto ciò che la riguarda. Mentre sopra la nave principale della flotta si combatte senza sosta, nella stiva Touma combatte con un armata di soldati di ghiaccio, grazie al suo potere riesce facilmente a distruggerli, ma sono numerosi così deve fuggire più volte, però Biagio si fà vedere, vuole agnentare Touma. Per la chiesa del signore il suo braccio ha un potere demoniaco e da distruggere, Touma riesce a difendersi dal potere di Biagio che evoca delle enormi croci per scagliarle addosso a lui. Un paio di attacchi Touma riesce a schivarli e a distruggere le svariate croci, ma Biagio ha un grande potere e riesce a immobilizzarlo a terra, impedendogli di muovere da un misterioso peso sopra di lui, poi non fà altro che fargli cascare sopra delle pesanti croci. Index e Orsola riescono a raggiungere il luogo dove è imprigionata Agnese, ma è protetta da un altra armata di soldati di ghiaccio. Index grazie ad un incantesimo riesce ad attirarli ed a essere seguita. Orsola trova Agnese e gli dice che Lucia e Angelene hanno giurato di salvarla e questo l’ha motivata nel farlo. Biagio arriva da loro svelandogli il suo losco piano, non vuole semplicemente distruggere Venezia ma tutte le città che saranno d’intralcio. Agnese decide di ribellarsi e impugna l’arma che ha Orsola fra le sue mani, ma non è abbastanza, il potere di Biagio è troppo potente per loro due. Fortunatamente Touma non è morto come sembrava, infatti arriva con un piccolo graffo, più motivato che mai, riesce perfino ad attaccare Biagio. Però mentre sono tutti e tre distratti Biagio decide di usare l’autodistruzione della nave principale uccidendo tutti coloro che si trovano sulle navi che formano la flotta. Touma ordina ad Orsola di andarsene con Agnese, invece lui decide di stare li e cercare di risolvere questo problema. Il combattimento fra Touma e Biagio è molto intenso e veloce, Touma è il primo ad essere atterrato da un attacco, però non si fà abbattere e si rialza ingannandolo e colpendo una delle sue croci con la mano sinistra, che non ha alcun potere, spingendoli la croce addosso facendogli perdere l’equilibrio per poi colpire il suo petto, non c’è la sua croce principale che attivava l’autodistruzione della nave. Tutto è bene quello che finisce bene, solo la nave principale si sgretolerà salvando molte persone e Touma si sveglierà in un ospedale Italiano. Riceverà una chiamata del suo dottore Giapponese, di Academy City che lo farà imbarcare su un aereo che lo porterà al più presto nel suo ospedale, non vuole che altri medici gli mettano le mani addosso. Il dottore gli comunica un messaggio, dove cè scritto “Quando tornerai indietro, preparati a scontare la penitenza del Daihaseisei” chiaramente è un messaggio di Misaka Mikoto.

Bakuman episodio 16

Azuki ha debuttato come doppiatrice in una storia molto al femminile e fra breve sarà in onda, infatti siamo già arrivati all’estate e Mashiro fà finta di non essere interessato a vederlo con Kaya e Takagi, infatti vuole vederlo da solo però alla fine decide di vederlo con Takagi appena uscirà, anche se verrà trasmesso di notte. Intanto i nostri futuri mangake stanno creando una nuova storia commerciale, decidono di usare come protagonisti un angelo e una ragazza, molto somigliate ad Azuki, la storia narra di angeli che accompagnano in paradiso le persone morte, ma alcuni di loro scendono sulla terra uccidendo gli umani per fare più punti in un ipotetica scala su coloro che portano più morti al varco, ed il protagonista è un angelo della giustizia che vuole fermarli, si innamorerà di una ragazza umana e combattera contro gli angeli malvagi. Come storia è molto commerciale, forse un pò troppo banale ma comunque su questi standard devono lavorare, sicuramente verso la fine avrà una scena molto toccante per far piacere e godera appieno il manga. Hattori li chiama per un nuovo concorso della rivista NEXT chiamato Gold Future Cup o Kin Mirai Hai, però devono creare in name entro poco tempo, così decidono di lavorarci concentrandosi al massimo sulla loro storia. Appena il loro name è finito lo portano ad Hattori che ne rimana piacevolmente colpito, non pensava che sarebbero riusciti a creare un manga con una storia commercialre sui combattimenti e per ora è molto buono. Pero gli dà il consiglio di dover usare i suoi prezziosi consigli cercando addirittura di superarli, infatti un mangaka deve essere sempre al di sopra del suo editore per diventare qualcuno. Però pochi giorni dopo Hattori li chiama per dirgli la spiacevole notizia che non sono stati presi per il concorso, questo li distrugge parecchio infatti sono parecchio tristi e increduli. Però alla fine, l’anime che ha dato il debutto ad Azuki gli tira su di morale, anche se la sua voce si sente solo verso la fine del anime, in cui la sua personaggia si dichiara con la protagonista, dicendo 4 semplici battute. Takagi comincia a non venire a scuola demotivato da questo colpo basso, di non essere stati all’altezza di andare ad un nuovo concorso. Mentre Mashiro incontra Takagi sul prato lungo il fiume viene chiamatao da Hattori che gli chiede se sono frustrati per quella brutta notizia, così gli dà il loro name in una busta, con un foglio scritto da tutti i giudici, sono tutti commenti belli su quel name, molti stupiti che siano gli stessi creatori di Soldi e Idee. Intanto Kaya decide di avere a sua volta un sogno, vuole diventare una scrittrice, comincierà scrivendo romanzi per cellulare prendendo spunta la storia di Azuki e Mashiro cambiano un pò i soggetti, Takagi però gli deve dare una mano ed in cambio gli darà qualche consiglio su come la prensano le donne creando un personaggio femminile al meglio. Mentre Takagi non riesce a trovare lo spunto per scrivere, sforzandosi tanto non riesce a creare niente che gli piaccia veramente, Mashiro viene contattato da Hattori che gli chiede se vuole dare una mano facendo l’assistente per Nizuma. Takagi sapevà già di questa chiamata avendola avuta in precedenza da Hattori e a lui andava bene se Mashiro avesse voluto andare, sentendosi in colpa nel rallentarlo. Mashiro inizialmente pensava di non dargli una mano, infatti lui pensa che Nizuma sia il suo acerrimo rivale da battere, però alla fine decide di dargli una mano per imparare qualcosa e sfruttare la cosa, lasciando un pò Takagi a riposo, per dargli il tempo di creare qualcosa di commerciale. Mentre Mashiro stà tornando a casa, pensando a tutto quello che è successo in questi giorni vede Takagi baciare Kaya, come scena mi sembra parecchio esagerata, cioè forse perch’è noi occidentali siamo più aperti in certe cose, non diamo un valore così estremo come lo danno i Giapponesi ad un bacio, infatti loro raramente si tengono per mano o si scambiano dolcezze in pubblico e per questo non lo capisco bene questo stupore di Mashiro, comunque alla prossima puntata, dove vedremmo un personaggio molto interessante che lavorerà per Niizuma e con Takagi.

Shiki episodio 16

Tohru ad ogni vittima che fà mette una rosa fuori della casa di Natsuno, perch’è si sente in colpa nel uccidere un altra persona, cosè mentre è li a pregare viene interrotto da Seishirou dicendogli che Sukano vuole parlargli. Intanto Nao pensa al suo passato, dovete sapere che Nao ha avuto un passato molto tragico, nata da due genitori dediti all’alcool e al gioco d’azzardo, dopo aver commesso l’ennesimo reato sono scappati lasciandola da sola. perfortuna quando diventò grande conobbe Mikiyasu, che gli diede una famigli acogliente come avrebbe sempre voluto, e un figlio adorabile. Anche se non ha mai avuto una famiglia, quella che si creò con lui era una famiglia perfetta, dei nuovi genitori, e un marito amorevole, per questo morse tutta la sua famiglia, per farli diventare Shiki come lei e vivere la loro felicità per sempre, però nessuno dei suoi famigliari si risvegliò. Nao provava anche un pò di invidia verso Junko, che era ancora un umana senza aver perso alcun famigliare, quindi li odiava e chiaramente li attaccherà nel sonno. Intanto Tohru preoccupato per essere stato chiamato da un prezzo grosso come Seishirou, appena vide Sunkano gli raccontò del suo passato. Sunkano molto tempo fà soffriva quanto Tohru a dover uccidere la gente, un giorno si svegliò dentro il buio di una bara, pianse e urlò molto, fino a quando arrivò qualcuno e la salvà poi attaccò quella persona, perch’è aveva fame. Quando tornò a casa fu subito mandata in una città sconosciuta e rinchiusa in un buio magazzino. Ogni giorno qualcuno gli portava da mangiare e lei attaccò ogni persona che entrava da quella porta, è sicura che i suoi genitori la stessero nutrendo, nonostante ciò che era. In quel luogo buio imparò molte cose, comprese addirittura che creatura era, poi decise di scappare da li mordendo ogni persona che incontrò, fino a quando non vide che nella sua vecchia casa non c’erano più i suoi genitori ma persone diverse. Pensando che si erano trasferiti, cominciò a cercarli per tantissimo tempo. Nel frattempo passò talmente tanto tempo che sua madre doveva essere di sicuro già morta, comunque continnuò a cercare; Quando se ne rese conto era passato così tanto tempo che persino la mia sorellina doveva essere morta in modo naturale. Intanto la vita scorre tranquillamente, ma non passa giorno in cui Akira e Kaori non pensino al loro padre ucciso dagli Shiki. E all’improvviso il loro padre decise di tornare, ma non poteva entrare nella loro casa, bloccato da un muro invisibile, il loro cane continnuava ad abbaiare, non riconoscendo il suo vecchio padrone. Così sua mogli si svegliò e aprendo la porta vide suo marito, così cascando a terra, impaurita pensando che era uno spettro e cominciò a scappare, ma suo parito riuscì a prenderla per un piede e la tirò fuori, fino a che non la morse per cibarsi. La mattina seguente i due fratelli si svegliarono, stranamente non era la loro madre a svegliarli come faceva abitualmente, ma si svegliarono per i fatti loro, appena andarono nella stanza della madre per salutarla, visto che andavano a scuola, capirono subito che era stata morsa dagli Shiki. Akira decise di comprare qualche amuleto per proteggere la casa e mentre và al negozzio sente degli anziani che parlano di qualche misteriosa persona che è entrata nella casa della famiglia Maeda. Così dopo essersi preso un paletteo di legno, decide di entrare in quest’appartamento e di ispezionarlo, con gran stupore dietro ad una tenda trova il corpo morto di Iwao. Decise di trafiggerlo con il paletto, ma da dietro apparve Tatsumi che lo legò vicono al cadavere; Akira dopo essersi ripreso capisce di essere il pasto di Iwao. FIN

RAINBOW: Nisha Rokubou no Shichinin episodio 16

Altri 10 giorni in custodia cautelare e per Mario sarebbe cominciato il processo, così i sui amici si organizzano per tirarlo fuori da quell’inferno, Nomoto illustra il piano, per mettere in pratica questo piano dovranno dividersi in due squadre, Jou con Cavolfiore e Spugna con Soldato, le testimonianze scritte solo le uniche cose che possono far cambiare idea al pubblico ministero. A Soldato e Spugna toccò trovare un modo per avvicinare Yoshitaka Kogure, l’uomo picchiato da Mario e fargli scrivere una deposizione in cui annulla la denuncia, invece Cavolfiore e Jou si diressero al college femminile di Shonan. Pare che Mario picchio il professore per difendere una ragazza “Junko Yashida”, Jou e Cavolfiore incontrano questa ragazza per cercare di fargli stilare una deposizione. La ragazza raccontò come sono andati i fatti, quel giorno venne violentata da quel professore e Mario dopo lo strupro lo pesto e venne denunciato, lei non lo disse a nessuno, neppure ai suoi genitori, lasciando correre questa storia, comunque Junko non riusciva proprio a scrivere quella storia era troppo difficile per lei, così i due tornano a casa. Cavolfiore decide di riprovare a parlarle, così tornò a scuola aspettandola fuori scuola. Intanto Spugna e Soldato riescono a trovare Kogure, cercono di parlargli pacificamente, anche se i due si erano inchinati supplicandolo di firmare quel documento per rinunciare alla denuncia, lui fà lo sbruffone strappando il foglio. Soldato comprensibilmente si arrabbia e decide di farsi colpire 3 volte prima di rispondere. Soldato però è un osso duro, dopo due pugni non và al tappeto così Kogure prende una bottiglia e gle la spacca in testa, facendolo sangunare pesantemente, ed ecco l’astuzzia usata dal soldato, visto che era stato picchiato pesantemente o veniva denunciato rischiando 2 mesi oppure firmava il documento, e firmò; Soldato era disposto a fare qualsiasi cosa per salvare un suo amico e ci riuscì. Il giorno successivo Smascherato andò dal procuratore portandogli il documento, ottenuto da Kogure, ma lui pensa che sia stato costretto a firmarlo, visto che Mario è un poco di buono e anche i suoi amici lo erano, e lo strappo. Smascherato disse che dal punto di vista della società loro siano sicuramente dei rifiuti, ma non sono diventati così per scelta, e racconto il suo passato. Suo padre morì in Manciuria, sua madre soffrì le pene dell’inferno per poterlo crescere tutto accadde per la guerra, comunque il procuratore si rifiutava di lasciare il male impunito, anche se Mario non è il genere di ragazzo che diventa violento senza motivo, dopo avergli raccontato quello che hanno passato nel carcere, e aver visto un suo caro amico morire, ancora non basta al procuratore per fidarsi di loro e se ne stava per andare. Smascherato si inginocchio per terra supplicandolo di aiutarlo, visto che Mario aveva una buona ragione per finire in riformatorio, e il procuratore gli chiese qual’era, perfortuna arrivo Junko accompagnata da Jou e Cavolfiore, e gli raccontò la sua storia. Il procuratore dopo aver ascoltato, gli chiese come mai decise di raccontare quella brutta storia, e lei rispose per invidia, visto che non aveva amici che avrebbero fatto tutto per il suo bene, e Mario neha ben cinque. Anni fà il procuratore aveva un amico insostituibile, anche se lo aveva conosciuto solo per tre mesi, era il padre di Smascherato, infatti i due hanno fatto la guerra assieme. Il giorno del processo, Mario fà rilasciato con tutte le prove a suo favore, doveva solo pagare 600 yen, e Mario era libero, uscendo incontra Spugna che gli prestò i soldi visto che lui era al verde. Poco dopo tutti si riunirono vicino al albero dei desideri, Jou dice a Mario che il titolare del bar ha chiesto de domani poteva tornare a lavorare, ma Mario era un pò pensieroso, o forse felice di avere questi grandi amici, poi piangendo disse “vi devo cosi tanto” ma smascherato dice che sono amici e questo basta per sdebitarsi. Mario prima di andare si fermò a leggere la frase che aveva scritto Sakuragi sull’albero “Avrete tante occasioni nella vita per ripagare i debiti di riconoscenza che avete verso gli altri del resto ragazzi, siete legati per tutta la vita”. FIN

Durarara!! episodio 16

In questa stupenda puntata scopriremo e capiremo molte cose e molti dilemmi che tante persone, guardandola, si saranno chieste comunque facciamo un passo alla volta; Shizuo riesce a sconfiggere Niekawa, il giornalista poi si reca da Izaya che pensa che centri qualcosa. Intanto Celty racconta tutto a Shinra e gli porta il coltello usato dal giornalista che sembrava essere impossessato, e pensa che quell’arma sia Saika; in realtà scopriamo che è stata fabbricata nel 2009 quindi non è possibile che una spada così antica sia quella. Più tardi a casa di Sonohara si presenta una strana ragazza che si chiama Niekawa Haruna, gli racconta che ama il Sensei Takashi che ci prova spudoratamente con Sonohara poi gli punta alla gola un coltello, per fortuna si ferma dal suono del campanello, lei va ad aprire e vede Takashi così lo segue e Sonohara viene assalita da degli altri strani tipi con gli occhi rossi. Poi vediamo Shizuo che stà per picchiare Izaya ma viene fermato da Celty che vanno via in moto, e si fermano in un parco di Ikebukuro. Li incontriamo un sacco di persone con gli occhi rossi che dicono di amare Shizuo, facendogli continnui complimenti sulla sua forza e sualla sua bellezza, nomina anche la loro madre. Shizuo si mette a ridere e racconta a Celty che lo fa perch’è è felice. odiava la sua forza e pensava anche di non essere accettato per questo, invece cosi tante persone lo invidiano; poi prosegue dicendo che ora può liberare tutta la sua forza e si scaglia contro tutta quella gente. Saika è scomparsa cinque anni fa, probabilmente suo padre se ne era preso cura e che l’abbia tenuta sotto controllo; tornando da Haruna che ha messo alle strette il Sensei gli dice che dopo averla usata per guadagnare solti e per altri scopi, non era abbastanza per lui è stato allora che Saika ha iniziato a parlargli, poi gli chiede se accetterà il suo amore, viene fermata da Sonohara che gli dice di fermarsi poi Haruna gli chiede se ha mai amato qualcuno e senza dargli modo di rispondere gli dice che sarebbe impossibile per una come lei dato che ha sempre vissuto sulle spalle di qualcuno, poi si scaglia contro di lei colpendola al braccio, ma non la ferisce perch’è lei è l’origine di Saika e fa uscire dal suo braccio una Katana. Sonohara dice che dipenda da Saika che può amare gli altri e lei non può dicendo che lei è la sua parassita e fa diventare i suoi occhi rossi.

  1. Shizuo ha effettivamente ragione che Izaya centri con tutto questo, è sicuro visto che lo ammette appena Celty e Shizuo se ne vanno, è molto curioso questo fatto che Saika abbia una propria convinzione di amore, in effetti il suo scopo non è proprio brutto cioè vuole amare e dare amore a tutti, c’erto come lo fa è un altra storia. Noto una certa somiglianza con Izaya in questo, infatti ricordo bene quando lui girava sulla sedia nel suo ufficio e continnuava a dire che amava follemente il genere umano, e questo mi ricorda molto Saika, infatti lei ha smesso di amare una singola persona ed ha iniziato ad amare l’intera umanità.
  2. Mi chiedo come abbia fatto Sonohara a liberarsi da tutti quegli uomini che volevano ucciderla, che erano entrati nella sua stanza per ucciderla sotto ordine di Haruna, infatti più tardi è illesa senza un graffio, quindi oh è stata salvata o ha usato la sua Katana; Però Mikado e Kida mi chiedo dove siano in questa strepitosa puntata, anche perch’è secondo mè hanno un ruolo molto importante in tutta questa faccenda.
  3. Non vedo l’ora di vedere il prossimo episodio per saperne di più, se Shizuo riesce a battere tutta quella gente, se Sonohara riesce a battere Haruna, e se Celty e Izaya combinano o tramano qualcosa.

To Aru Kagaku no Railgun episodio 16

Kurozuma è vivo, Konori gli chiede come mai non si era fatto sentire per tutto questo tempo, lui si accorge della fascia del Judgment, gli risponde che scomparirà presto. Konori non si presenta più in ufficio, Mikoto e gli altri sono curiosi sul suo rapporto con Kurozuma, vanno a casa sua lei non cè e incontrano la sua compagnia di stanza, che gli racconta che Konori in passato era un po biricchina e era un membro di Big Spider. Intanto vediamo il passato di Konori, era sempre nella loro banda, si era affezionata a Kurozuma, si era presa una cotta, un giorno Kurozuma doveva salvare il suo compagno Hebitani, che era stato preso da una banda rivale, Kurozuma sapeva che era una trappola ma ando comunque. Kurozuma spiega che era stato ricoverato in ospedale e trattenuto fino a poco tempo, un anno circa, è uscito dall’ospedale, poi dice che vuole distruggere la banda che lui stesso a creato, Konori probabilmente, per non rifare lo stesso errore che aveva già fatto, decise di andare con lui, Mikoto e Kuroko la fermarono lungo la strada per dargle la sua fascia e andarono con lei al nascondiglio Big Spider. Kuroko cib ka sya abilità di teletrasportare cose e persone, riesce a distruggere tutte le pistole dei delinquenti, e Mikoto distrugge il furgone, dove trasmettono quel suono che disturba gli Esper. Poi Konori e Kurozuma si prendono cura di tutti i delinquenti, Hebitani vedendo la propria banda distrutta, usa la sua ultima arma segreta, indossa una cintura piena di dinamite e cercò di giustificarsi per quello che ha fatto dicendo che questo era l’unico posto in cui apparteneva e che è dovuto diventare Kurozuma per tenere insieme i Big Spider. Kurozuma sferrandogli un pugno al volto lo mette K.O e dice, Casa tua è il luogo dove puoi essere te stesso. Kurozuma mostrando i polsi a Konori gli fa capire di arrestarlo, poi scherzando gli chiede se che quella giacca di pelle gli stringe attorno al petto, e lei risponde è perchè ne prendo un pò ogni giorno e insieme dicono Quando si tratta di Latte, dev’essere Musashino! e cosi finisce questo stupendo episodio.

  1. Inutile dire che questa storia è piuttosto prevedibile, il fatto della ragazza diligente e seria che in passato era una delinquente innamorata del bos, un po un classico negli anime, però cmq sempre una storia che apprezzi.
  2. Sono un po curioso di saperè cosa gli riserverà il futuro a questa coppietta anche se probabilmente non ne sapremmo più niente.
  3. Particolare che mi è piaciuto parecchio è quando fanno vedere il passato di Kurozuma e Konori in bianco e nero e il giubbotto di pelle di Konori era rosso e l’unica cosa colorat, a un non so che di artistico, ogniuno può interpretarlo come vuole, però alla fin fine ha un solo significato.