Ao no Exorcist episodio 13

Dopo la nuova sigla di apertura “IN MY WORLD” dei “ROOKiEZ is PUNK’D” vediamo Shura il nuovo personaggio che vedremmo per parecchio tempo, portare Rin in un posto chiamato Grande Cellula per interrogarlo, dove solo pochi esorcisti di alto livello sono in grado di aprire. Così dopo un paio di domande, vediamo il passato di Shura, inizialmente un demone assetato di sangue che dopo aver incontrato Shirou ha scelto di passare nel lato dei buoni. Un giorno, dopo essere diventata paladino, Shirou chiede a Shura di insegnare a Rin ad utilizzare la sua spada demoniaca. Shura nel frattempo ruba la spada di Rin, facendolo arrabbiare, probabilmente stufo di essere continuamente preso in giro sprigionando le fiamme blu ed il suo potere. Rin dopo aver sentito le parole negative riguardanti suo padre si concentra al massimo cercando di tenergli testa, però Shura non è un avversario facile essendo ad un livello troppo alto per lui. Però una cosa molto importante è che anche la sua spada è demoniaca e per unc erto senso sono simili, siccome entrambi sono stati dei demoni e cercano di usare il loro potere per il bene. Shura usando svariate tecniche demoniache, chiamando addirittura dei serpenti riesce a trafiggere Rin colpendolo sopra il petto. Forse è ora di arrendersi, però Rin non lo farebbe mai, dopo aver promesso a suo pdare di diventare un grande esorcista e che avrebbe preso Satana a calci in culo, non poteva disobbedire ad una promessa così importante fatta al suo defunto padre. Shura sente le frasi di Shirou che dice ” è davvero uno spasso” e con le parole di Rin capisce il perché, ma non solo quello riesce a sentire quanto ci tenga e quanto voglia bene a suo padre. La paura di Shura era quella che Shiro volesse far crescere un’arma sfruttando il potere di Rin, ma al contrario stava cercando di crescere suo figlio e proteggerlo dandogli l’opportunità di usare il potere racchiuso dentro di se per fare del bene e nel caso per difendersi. Dopo aver portato Rin in infermeria, Shura decide di tenere la sua spada dandogli in cambio una katana di legno e fà un patto con Rin. Ovvero gli restituirà la spada solo se sarà abbastanza forte e riuscirà a battere Shura, in quel caso gle la restituirà e così potrà provare che Shiro aveva ragione nel dargli una spada tanto forte e pericolosa. Nel bel mezzo della notte Rin pensa a quando da piccolo faceva i capricci, ed aveva picchiato addirittura i suoi compagni di asilo e Shiro abbracciandolo ricevette un colpo che gli spezzo delle costole, ma fece finta che tutto andava bene. Mentre erano abbracciati, gli disse che se continuerà con quel brutto caratteraccio rimarrà per sempre solo, invece dovrebbe usare la sua forza per scopi più nobili. Come ogni buon padre vuole il bene per il proprio figlio e lo vuole vedere in gamba con un bel futuro. Un giorno potrebbe diventare ciò che vuole se si impegna fino in fondo e sarà gentile con le persone, con queste parola Rin decide di voltare pagina ed impegnarsi il più possibile per diventare Paladino. La puntata finisce con una nuova professoressa Shura, che deve tenere d’occhio Rin e probabilmente gli darà una mano a diventare un bravo spadaccino. Per oggi finisce così, una puntata molto tranquilla, non potevano non cambiare anche la sigla di chiusura, infatti, la nuova ending si chiama “Wired Life” di Kuroki Meis.

Steins;Gate episodio 13

Dopo aver scoperto che Moeka faccia parte della SERN e vuole impadronirsi della macchina del tempo, prelevando Okabe, Kurisu e Hashida, senza fare il nome di Mayuri che uccide senza alcun problema. Okabe come ci si immagina da un protagonista come lui, avendo un grandissimo legame con Mayuri piange e decide di vendicarsi, fortunatamente Amane torna nello studio mettendo al tappeto tutti i complici di Moeka e come in un vecchio Western i due rivali hanno la pistola puntata reciprocamente. Kurusu riesce ad usare uno dei loro Gadged esperimenti riempiendo di fumo l’intera stanza e non rimane ad Okabe di provare a tele trasportarsi in dietro del tempo. E’ una scena molto forte, degna di un ottimo film d’azione pieno di suspance e eccitazione, infatti è un azzardo provare la macchina del tempo che hanno appena finito di montare ed Okabe potrebbe anche diventare un Uomo Geal, come se non bastasse Kurisu viene colpita da un proiettile vagante. Ad Okabe non rimane che provare tutto per tutto, proteggendo il suo esperimento ed i suoi amici; c’è un bel flash back dove vede una Mayuri ed Okabe da giovani. Mayuri ha perso sua nonna quando era alle elementari ed ogni giorno andava sulla sua tomba, anche sei mesi dopo la sua morte e alzava lo sguardo al celo come se aspettasse che sua nonna venisse a prenderla. E quel giorno ci fù un raggio di luce che sembrava attirarla, Okabe si precipitò ad abbracciarla per tenerla li con lui e le uniche frasi che riuscì a dire erano tratte da un film che avevano visto e disse: “sei il mio ostaggio”. Okabe riesce a viaggiare nel tempo senza apparenti problemi e si ritrova nella mattina dello stesso giorno dell’incidente, senza perdere abbastanza tempo cerca di trovare Mayuri e disdice la festa che avrebbero dovuto fare visto che sarebbero stati attaccati dalla SERN e deve impedirlo. Per il resto della puntata cercherà di raggiungere Mayuri, che non è reperibile sul cellulare e ovunque cerchi non riesce a trovarla fino a che non si avvicina la sera e la trova. Sconvolto come uno dovrebbe essere, dopo aver passato tutto quello che è successo se la prende con Mayuri però il loro legame è talmente forte che riescono a capire i proprio errori. Così continuano a scappare e stupidamente Okabe và alla stazione dei treni, dove sono state chiuse a causa di un allare bomba. Okabe viene raggiunto da un uomo che gli punta una pistola alla schiena e grazie alla fortuna riesce a scappare con Mayuri, ma non è finita qui, gli uomini della Serna sono troppi e riescono a raggiungerli e Moeka riesce ad uccidere Mayuri tirandola sotto con la macchina. Okabe però riesce a sfuggire tornando allo studio e tornando in dietro nel tempo di nuovo. La storia si ripete, però questa volta riesce a trovare Mayuri in poco tempo, dopo aversi schiarito le idee e questa volta prendono la Metrò per andarsene via. Vedendo il treno arrivare, Okabe comincia a sentirsi tranquillo, manca poco alla loro fuga ma per qualche strano motivo Nae la figlia Mr. Brown spinge per scherzo Mayuri facendola cascare sui binari causandoli la morte. Non c’è pace per Mayuri, sembra quasi che il destino non possa cambiare, il paradiso la vuole con se? Di certo in questa puntata gli eventi sono molto interessanti e come puntata è fin troppo adrenalinica, nell’anteprima che posterò in fondo all’articolo sembra che le cose siano cambiate, forse Okabe si è rassegnato alla morte di Mayuri oppure ha cambiato qualcosa nel suo passato. Fatto stà che si vede Okabe e Moeka avere una discussione, forse Okabe decide di lavorare con la SERN a patto che lascia stare i suoi amici, compresa Mayuri. Ma l’unica cosa che non capisco è perché Okabe non è andato in dietro nel tempo a quando conobbe Moeka per annullare quell’evento che magari potrebbe impedire quello che stà accadendo. Se non gli dà tutte quelle informazioni che gli ha dato sulla sua macchina del tempo e se non l’avesse fatta entrare nel suo gruppo tutto si sarebbe potuto sistemare una volta per tutte, però la SERN tramite il computer li controlla e un giorno sarebbero riusciti a rintracciarli, di certo è una storia parecchio complessa.

Yumekui Merry episodio 13 [END]

Anche a Yumekui Merry siamo arrivati all’ultimo episodio e Yumeji inevitabilmente le stà prendendo da Mistletine, essendo un semplice umano non ha alcun potere al contrario di Mistletine. Chizuru decide di combattere contro Mistletine anche se la sua arma non ha alcun proiettile, però con Leo hanno deciso che col suo sacrificio l’arma potrà sparare e potranno sconfiggere Mistletine, idea molto azzardata. Anche se Mistletine è nettamente superiore Leo è molto agile e forte riesce a colpirla un paio di volte e grazie alla sua armatura robusta riesce a non ricevere gravi danni. Mistletine imprigiona Leo legandolo con il potere della sua pianta e lo uccide, Leo prima di morire fà un sorriso verso Chizuru che appena l’arma è carica spara verso Mistletine. Mistletine sembra aver ricevuto il colpo e per qualche strano motivo si racchiude in una gigante palla grigia, che piano piano si frantuma facendola uscire senza un graffio. Alla fine anche quel attacco è stato tutto vano, Merry si rialza e torna a combattere e Mistletine gli lancia un piccolo seme che moto rapidamente si trasforma in pianta ed il bocciolo divora Marry. Quella è la gemma della disperazione, il terrore e l’angosia alberga al suo interno però non è opera di Mistletine bensì proviene dalla persona racchhiusa al suo interno. Infatti Merry ripercorre la sua tristezza nel essere arrivata in questo misterioso mondo senza capire il perch’è, la tristezza arriva all’apice quando Yumeji non credeva più al suo potere di far tornare i demoni indietro e rimase bloccata nella sua disperazione. Yumeji ricorda il suo sogno che è quello di non mollare mai, non permetterà che finirà così, proteggera Isana, Engi, Kounagi e rimanderà Merry nel suo mondo. Così ricorda la frase di John “essendo forte nella mente significa esserlo anche nel mondo dei sogni” ed un misterioso potere esce da Yumeji e prende in prestito l’arma di John con molta piu forza e motivazione. Almeno ora Yumeji ha qualche speranza in più, ma non è abbastanza, ogni attacco di Mistletine riesce a fargli male, ma sembra continnuare e non mollare. Ed è allora che Yui cerca in qualche modo di far uscire dal bocciolo Merry, senza però riuscire a farlo. Merry esce dopo aver sentito le parole di Yumeji ed aver capito che lui crede in lei e non perdona coloro che fanno male a Yumeji così si scaglia contro Mistletine. Misteriosamente il sogno di Engi torna com’era prima un bellissimo campo di grano ed Engi dopo aver capito che bisogna essere forti nella mente è completamente incolume. Engi e Merry tornano a combattere in coppia e quando Mistletine capisce di essere in svantagio decide di divorare Palate, così che se vorranno ucciderla dovranno anche distruggere i sogni di Isana. Però visto che Yumeji crede il Merry, acquista piùsicurezza e riesce a far uscire Palate riportandolo nel mondo dei sogni e non resta che distruggere Mistletine con un pugno di Merry ed una spadata di Engi. Il sogno ad occhi aperti e sparito così siamo tornati al bar ed Isana ricorda la presenza di Ijima e per qualche motivo non c’è, Yumeji e Merry fanno finta che se ne sia andato. La puntata finisce con il tresferimento di Ijima sensei; Merry è un pò preoccupata per Chizuru visto che il suo sogno è stato cancellato non ricorda ne di Isana ne degli altri, ma Yumeji è sicuro che tornerà come prima perch’è non c’è limite al numero di sogni che una persona può avere. Finisce benino come anime anche se onestamente avrei voluto vedere Merry che tornava nel suo mondo, John alla fine è stato solo un personaggio secondario dell’anime, mi aspettavo qualcosa di più. Senza tener conto di Takateru il loro compagno di classe che per tutta la serie mi ha fatto sempre pensare che centrasse qualcosa con questa storia, poi si è visto anche Hercules Pharos il cattivone capo di tutti che non ha fatto nulla, come fine mi lascia parecchio deluso preferivo che finiva sentendo la siglia di chiusura mentre Merry tornava nel suo mondo, o qualcosa del genere. Vi ricordo che il nostro blog è già pronto per recensire nuovissime serie e capolavori per voi e per noi!

To Aru Majutsu no Index II episodio 13

Come sappiamo la Croce di Pietro si è rivelata essere una pericolosa reliquia arrivabile senza curarsi della locazione o della stagione, di questo passo la Città Accademica sarà conquistata dalla Chiesa Roman. Il combattimento fra Touma e Oriana è cominciato e il nostro eroe le stà prendendo, visto che Oriana può usare parecchie magie ed è perfino un abile combattente a corpo a corpo. Sriyl anche se molto debole invoce Innocentius un Golem di fuoco per combattere contro Oriana però Touma non vuole farlo combattere, è stufo di vedere i suoi cari amici fatti a pezzi da lei così blocca le sue magie con il suo potere di cancellare le magie con un semplice tocco. Oriana è in difficioltà non riesce a prevedere le loro mosse, visto che si stanno muovendo in modo confuso e riceve un pugno da Touma, Thomson si alza e usa una magia che fà cadere dei cristalli accuminati su di loro, Stiyl spinge Touma a terra per salvarlo e ricevendo lui dei cristalli in pieno petto. Touma vedendo Stiyl a terra pensa a tutto il male che Oriana ha fatto a tutti i suoi amici e la sua determinazione sale. Oriana sembra essere stufa di combattere e usa tutta la sua magia, concentrandola in un solo attacco. Touma pensa di bloccarla con il suo tocco, ma dietro la prima magia ce nè un altra che lo colpisce in pieno creando una grande esplosione. Però è determinato a combattere e anche se il dolore che prova è immenso, non è niente a confronto di quello che hanno provato i suoi amici, contro le previsioni di Oriana si ri alza e la colpisce mettendola al tappeto. Lidvia Lorenzetti si mette in contatto con Touma, spiegandogli che è inutile che si metta a cercare la Croce di Pietro visto che Oriana era una semplice esca, per farli andare pià lontano possibile dalla vera posizione della croce. Sembra non esserci alcuna speranza la Città Accademica finirà sotto il controlla della Chiesa Cattolica Romana, ormai è troppo tardi per fare qualcosa, mancano pochi minuti. Però Lidvia non ha calcolato i fuochi d’artificio in tutta la città per l’inizio della Night Parade e il celo è ofuscato, quindi non è possibile ereggere la Croce di Pietro ed usare la magia, visto che il celo stellato, indispensabile per quell’incantesimo è nascosto. Così salta la tattica di Lidvia, ma non si dà per vinta e scappa usando un Jet privato per mettersi al sicuro. Ma la chiesa d’inghilterra non approva questo comportamento da parte di Lidvia e riesce a contattarla aprendo i portelloni d’emergenza, con il fuori uscire dell’aria anche Lidvia vola fuori ed anche la Croce. Intanto Touma è ricoverato all’ospedale per tutte le lesioni interne e ossa fratturate che gli ha provocato Oriana, Index è chiaramente incavolata del suo comportamento e di non essere stata informata su cosa sia successo, non può mancare l’arrivo di Misaka che a sua volta si arrabbia vedendo sempre Index al capezzale do Touma e la sua gelosia sale sempre più. Anche Himegami è stata ricoverata e la vediamo svegliarsi con Index al suo fianco che dorme vicino a lei, però lei pensa che sia stata d’intralcio e sia stata inutile per Touma, però non è vero, a Touma piace stare con lei anche se alla fine cerca sempre di proteggere tutti, non vuol dire che non voglia bene alle persone che salva, anzi. FIN

Bakuman episodio 13

Mashiro e Takagi hanno 3 giorni per consegnare le tavole ad Hattori, cercano di sfruttare giorno e notte per migliorare i disegni il più possibile visto che cè in ballo la loro futura cariera da mangaka. Miyoshi come al soltio và a fargli visita nello studio, però questa volta sembra più irrequieta del solito, infatti vuole parlare con Mashiro per chiedergli come mai non gli ha ancora dato l’indirizzo della sua mail, lui se ne era dimenticato visto tutto il lavoro che aveva e promette di contattarla appena ha finito con il loro manoscritto, Maiyoshi invece di arrabbiarsi e fare casini, ha capito i sentimenti di Mashiro e toglie il disturbo senza dire niente. Il giorno della consegna arriva e Hattori leggendo e vedendo i disegni, capisce che sono migliorati molto velocemente forse perch’è i due hanno messo la loro anima in quella storia. E’ un ottimo lavoro e potrebbe battere Nizuma Eiji, dopo di che i due ragazzi se ne vanno, sfiniti del duro lavoro e delle notti insonne pensando al loro manga, Hattori prima di farli andare via gli dice di aprire un conto in banca visto che coloro che vengono pubblicati sulla rivista Jack prendono 9000 Yen a pagina e sicuramente un pò di soldi faranno. Mashiro torna subito a casa e passa tutta la notte pensando a cosa scrivere ad Azuki, ma la mattina seguente ha scritto troppo e ha superato i 5000 caratteri di una mail, così decide di riassumere velocemente il messaggio e decide di mandarlo. Stanco di non aver domrito per parecchie notti si dirige nel letto e Azuki gli ha già risposto, però con una mail molto breve rispetto alla sua, così decide di rispondergli scherzando sul fatto che lei gli ha risposto molto brevemente e con la solita velocità, Azuki gli rispose che siccome ha così tanto tempo per scrivere mail, potrebbe dedicarlo ai suoi disegni per qualche manga, così decide di andare a dormire e riposarsi un po. Mashiro, Takagi e Miyoshi sono finalmente nella nuova scuola e Mashiro e Takagi sono nella stessa classe, visto che il loro manga sarà pubblicato pensano ad avere un nome d’arte che colleghi i loro caratteri creando un nome possibile, inizialmente sotto consiglio di Miyoshi pensano a Ashiro Muto, i kanji formano Azuki, Mashiro, Sogno e Realizzare, in sostanza un nome che significa un buon augurio per Mashiro e Miho affinchè realizzano i loro sogni, poi alla fine decidono per Ashirogi Muto inserendo il Kanji di Takagi. In anteprima i nostri mangaka leggono NEXT Jack e leggono gli altri manga compreso quello di Nizuma Eiji ed è molto bello, però forse quello di Mashiro e Takagi è più interessante del suo. Hattori gli informa sui vari metodi di votazione, insomma viene fatto un sondaggio per valutare la classifica di gradimento dei primi 3 manga che saranno i vincitori. Comunque i nostri mangaka non si abbattono sapendo che ci sono tante persone brave e non è sicuro che arrivino fra i primi, decidono di creare un nuovo Name, cercando di fare qualcosa di ancora migliore, però seguendo il manga creato per Jack cercando di migliorare. Passano i giorni e la rivista esce nei negozi così Azuki legge il loro manga, subito contatta Mashiro per fargli i complimenti e dicendogli che il loro manga è il migliore in quanto stile di disegno e per la storia che prende. Hattori scopre un sondaggio parziale ovvero che il loro manga abbia 33 voti e Niizuama ne abbia 31, per ora stanno vincendo ma è ancora presto per festeggiare; così dopo essere tornati da Hattori per portargli il nuovo Name li informa di essere arrivati terzi, questo è un colpo molto pesante per i due, che si abbattono parecchio, pensando che le previsioni li dava vincenti e non sono neanche arrivati secondi ma terzi. Mashiro decide di non mostrargli quel Name e se ne vanno, un pò abbattuti decidono di creare un manga commerciale adatto per jack anche se questo vuol dire molto lavoro, visto che ci avevano già provato e non era un lavoro molto buono, così dopo aver strappato il name che volevano dare ad Hattori, decidono di creare un manga commerciale per arrivare in vetta e realizare i loro sogni di diventare Mangaka. FIN

Shiki episodio 13

Tutto scorre tranquillamente, fra chi ha paura della strana malatia che ha colpito il villaggio, ma nessuno più di tanto se ne preoccupa e vive la sua vita come meglio può, regolarmente una nuova persona si ammala è l’anziano Yasuyo, è chiaramente malado colpito dalla malattia che gira nel villaggio. E come gli altri ammalati si rifiuta di di stare all’ospedale, e vuole tornare a casa a dare una mano in casa. Ora mai sappiamo che gli Okiagari riescono, in qualche modo, a ordinarti di cosa fare, infatti Yasuyo è comandato da loro, e inconsciamente fà quello che gli dicono, ovvero di stare in casa, molto più comodo per loro di morderlo nei giorni successivi. Il padre del monaco Muroi vuole a tutti i costi andare a far visita a Yasuta, anche se già da prima dell’arrivo degli Okiagari stava male. Intanto veniamo a scoprire che la moglie del dottor Toshio è malata, anche lei è una nuova vittima degli Okiagari infatti ha i tipici segni caratteristici della malattia. Dopo aver portato la moglie in ospedale, sà che è in uno stato avanzato, e non cè nulla che può fare, comunque la porta in ospedale. Poco dopo il monaco decide di chiamare Toshio, per il fatto che non si sono visti ne sentiti, da un pò, e ha paura che possa essere morso anche lui, dopo una breve chiacchierata scopriamo che entrambi stanno bene, lo informa sul fatto che suo padre voglia andare da Yasuyo. Intanto nella notte Natsuno è vicino alla morte, e non riesce a muoversi, così dice a Tohru di entrare dalla finestra, come sappiamo Tohru è l’Okiagari che si occupa di Natsuno. Mentre lo morde piange, scusandosi con lui, ma Natsuno sà che non c’è via di fuga e accetta quello che stà facendo, sperando che scappi via con lui per lasciarsi alle spalle tutto questo dolore. La mattina seguente Yuuki, il padre di Natsuno, vede sul foglio una lettera d’addio di sua moglie, dicendo che si è trasferita visto che Natsuno è morto e non cè nessun motivo per stare li, così Yuuki la cerca disperatamente, e poi và da Natsuno che è chiaramente morto, questo lo mette in uno stato depressivo, chiudendosi in casa senza più uscire. Nel pomeriggio il padre del monaco fà visita a Yasuta, apparte nel salutarsi, i due non si rivolgono la parola, sembra come un silenzioso addio. Akira e Kaori decidono di andare a casa di Natsuno per vedere come stà, e dopo aver bussato alla porta di casa insistemente, Yuuki apre la porta visibilmente reperito e magro dicendogli di andarsene, e due postini del cuartiere dicono ai due ragazzini di lasciarlo stare visto che il figlio è morto. Nella notte Akira e Kaori si sentono in colpa per non aver difeso Natsuno nel momento del bisogno, ed ora è morto, ma non sanno che il loro padre è già un Okiagari che ben presto ucciderà tutta la famiglia, grazie al lavoro di Megumi. La puntata finisce vedendo il Dottor Ozaki, portare dei sacchetti pieni di ghiaccio e mettendoli intorno al corpo senza vita della moglie, nella prossima puntata cosa accadra? Io non ho resistito nel leggere qualche spoiler, e vi assicuro che la prossima puntata sarà molto inquietante sopratutto nel vedere quel che farà Ozaki.

RAINBOW: Nisha Rokubou no Shichinin episodio 13

In questa puntata molto riassuntiva, ripercorriamo in sieme tutte le vicende che i nostri eroi hanno percorso, la puntata inizialmente vede Mario davanti all’albero dove hanno scritto i desideri per il futuro, pensa che è difficile che Sakuragi non ci sia più, se non lo avesse incontrato chi sà come sarebbe andata. Due anni fà conobbe Sakuragi nel luglio del 1955, e ora riperorriamo tutta la storia, i nuovi ragazzi sono appena entrati nella cella, e li c’è un misterioso giovane un pò arrogante Sakuragi, Mario infastidito dai suoi modi superiori comincia ad attaccarlo ma il suo avversario è molto bravo così facendo a botte ha la peggio. Dopo la sconfitta Sakuragi gli dà la sigaretta per farsi un tiro, Mario è pitubante pensa che Sakuragi crede di essere il loro capo, ma Sakuragi dice subito che non ci guadagnerebbe niente a mettersi a capo di questa banda di bambocci. Anche se Sakuragi mise al tappeto Mario i suoi pugni non furono violenti e le sue parole furono gentili, i giorni seguenti senza nemmeno accorgersene fecero subito amicizi e cominciarono a chiamarsi con dei soprannomi, apparte Nomoto che se ne stava sempre in disparte. Hishihara disse a Nomoto come mai Sakuragi finì in prigione, così in mensa lo disse a tutti la situazione degenerò. La sigaretta di Nomoto fece nascere un incendio che bruciò le celle della prigione, e Ishihara buttò via la chiave della loro cella. I ragazzi erano rimasti chiusi dentro, non gli rimaneva che morire, ma Sakuragi accorse subito a dargli una mano anche se lui era al sicuro dall’altra parte, dopo che la sua gamba rimase incastrata fra delle roccie che gli erano cascato addosso, tutti persero ormai tutte le speranze ma fù allora che Nomoto trovando la chiave gli aprì mettendoli tutti in salvo. Ishihara ce l’aveva con Sakuragi perch’è l’anno precedente il suo compagno di cella Eiichi Hagino si suicidò stanco dalle sevizie del dottor Sasaki, e per salvarlo gli altri ragazzi organizzarono un piano di fuga. Riuscirono a tirarlo fuori dalla cella, ma era in uno brutto stato, le cose prosegurono un pò male e Nomoto dovette far saltare la luce per dare agli altri una fuga più sicura, però sacrificando sè stesso. Anche Matsuura e Tooyama rimasero in dietro per fermare i secondini, alla fine Sakuragi fù libero. Grazie a Setsuko avevano un posto dove vivere, e si occupò di Sakuragi che era in fin di vita, visto che Ishihara non gli ha dato da mangiare per dieci giorni, se non fosse stato per Setsuko probabilmente non sarebbero sopravvissuti. Jou dovette tornare in cella per informare gli altri e salvarli. Mario trovo un lavoretto, e doveva disputare un combattimento contro un americano, ma fu una completa sconfitta. Sakuragi cominciò a stare meglio e decise di dare una mano a Mario ad allenarsi a Pugilato per vinvere, poco dopo arrivò il fatidico giorno, ma prima che cominciò l’incontro scoprirono che Maeda era stato preso dalla polizia, grazie ad una soffiata da Ishiahara. Mario grazie ai consigli di Sakuragi riuscì a vincere l’incontro, però non seppe mai la verità della morta di Sakuragi, tutti i ragazzi non avranno pace finchè non gli daranno ciò che meritano.

Arakawa Under the Bridge episodio 13 END

Molte persone vivono sotto il ponte del fiume Arakawa, prima di tutto i soliti personaggi, Hoshi, il kappa, La sorella, i fratelli Tetsujin, Stella, P-ko, Shirai, Maria e i nostri protagonisti Nino e Kou. Poi ci sono delle persone che non c’entrano molto ma ogni tanto appaiono in alcune scene, anche queste persone hanno il loro modo di pensare e il loro stile di vita ed è per questo che oggi ci concentreremo su questi tre. Così inizia l’ultima puntata di questo divertente anime mischiato di amore, comunque per chi spera in una seconda serie, sul sito ufficiale dell’anime dicono che stanno lavorando alla seconda stagione, e se riuscirò a seguirla spero di recensire la nuova stagione per voi. Nino questa notte camminando nel sonno è andata a dormire a casa di Kou però quando accade questo i suoi capelli sono stranamente spettinati, Kou gli consiglia di tagliarli visto che potrebbero essere più comodi per lei. E Hoshi irrompe in casa sua dicendo che non deve tagliarli, anche il Kappa si vede, dice che anche lui dovrebbe tagliarsi i capelli, così tutti vanno a tagliarsi i capelli. Kou non vuole andarci visto che ha il suo parrucchiere di fiducia, capiremo in seguito che in realtà non è per questo ma perch’è ha paura del barbiere ovvero “L’ultimo Samurai”. Sembra che oggi anche gli altri vogliono tagliarsi i capelli così sono tutti li da lui, Kou ha paura che gli faccia la Crocchia (ovvero una pettinaura molto vecchio stile che usavano i lottatori di arti marziali, samurai ecc era molto in voga nel 1868) visto anche che L’ultimo Samurai è anche un appasionato amante dei Samurai come già si capiva. Dopo aver messo a sedere tutti quanti, in un battito di ciglio taglia i capelli a tutti. Però manca una persona la Sorella, che a lei dà un attenzione speciale infatti e cerca di tagliarli i capelli come ha fatto con gli altri, ma visto che la sorella è molto agile e sempre prota a schivare proiettili e quant’altro la catana dell’ultimo samurai non riesce a tagliarli neanche un capello. Ora incontriamo Billy e Jacqueline, e vediamo quest’ultima che gli dice “ti amo” così kou pensa che gli stia insegnando a parlare, e Billy gli dice di stare zitta visto che ha passato il periodo in cui copiava le parole degli altri. Scopriamo che questo è un amore proibito, visto che Jacqueline è l’ape regina e tutto questo dev’essere segreto visto che 30.000 api dell’alveare e 10.000 fuchi non lo devono sapere. Jacqueline vuole sapere i suoi sentimenti, lo prega di dirgli “ti amo” ma lui non dice bugie e se dicesse una cosa del genere mentirei, poi prosegue dicendo che “ti amo” non può esprimere nemmeno l’1% dei sentimenti che prova per lei. Più tardi kou cerca di svolgere la sua lezione ma Stella e i due fratelli Tetsujin sentono un bambino felice di essere andato in un parco divertimenti, così anche loro vogliono andarci Kou decide di costruirgli un Parco divertimenti li. Dopo aver passato 3 giorni e 3 notti per cercare di progettare un parco divertimenti per i suoi studenti, bussa alla porta P-ko e Nino che gli dicono che tutti hanno sentito che lui voleva creare un parco divertimenti, e tutti si sono impegnati per crearlo. C’è una piccola giostra, un teatro in 3D e delle montagne russe, che in realtà erano montagne russe modello Vergine di Norimberga, una specie di tomba piena di spuntoni dove ti rinchiudevano. A Kou viene in mente quando è andato alle giostre per la prima volta con suo padre, bei ricordi che lo rendono felice. Di sera c’è la parata e tutte le ragazze si sono vestite bene per sfilare seguite da tutti i maschi con costumi strani di animali che spaventano a morte i bambini. La puntata è finita, e cito le ultime cose che Kou narra verso la fine “Affondando in un ruscello fangoso, alla deriva in un piccolo torrente le emozioni che si distaccano, qualcosa che viene a mancare nell’universo che si espande, i confini svaniscono e tutto diventa circolare. Così come dei pezzi di puzzle ci sono dei frammenti piccolissimi, questo preziosissimo frammento sicuramente insieme a te sarà il frammento che ci lega assieme. The END

Angel Beats! episodio 13 END

Yuri si sveglia nel letto del infermeria, circondata dai suoi amici, Otonashi, Hinata, Kanade e Naoi; Yuri subito capisce che le ombre non ci sono più e i suoi amici dovrebbero essere scomparsi, e Otonashi dice che lei è ancora qui, anche se i problemi che trattenevano Yuri sono spariti. Otonashi organizza una cerimonia di Diploma del Battaglione dell’aldilà, Yuri sembra davvero essere cambiata è molto più femminile e timida rispetto alla Yuri combattiva che era prima. Così cominciano con l’inno di battaglia, una canzoncina scritta da Kanade, dopo di che Hinata impersona il Preside del consiglio che gli darà i diplomi e Otonashi chiama uno ad uno per andare a ritirare il diploma. Otonashi fà il discorso del Rappresentante della Classe Diplomata, la copio anche perch’è è un piccolo riassunto di tutta la serie: Guardando indietro ai miei ricordi di questo posto, molte cose sono successe; quando arrivai qui la prima persona che incontrai fu Nakamura Yuri all’improvviso mi spiegò che ero morto, dopo di che scoprì che tutti coloro rimasti in questo mondo dopo la morte non erano stati in grado di accettare la propria vita passata, si stavano ribellando a Dio. Anche io combattei come membro di quel gruppo però dopo aver riottenuto i miei ricordi sono stato ing rado di accettare la vita che avevo ricevuto, è stata un’ esperienza insostituibile. Volevo che anche tutti gli altri fossero in grado di provare quella sensazione, avevamo combattuto per molto tempo è stato davvero difficile, ma alla fine sono stati in grado di aiutarsi gli uni con gli altri e di credere negli altri. Queste persono radunate in un Battaglione capeggiato da Nakamura Yuri sono riusciti a farlo, hanno trasformato la loro forza in coraggio e hanno cominciato ad accettare la loro vita passata, tutti alla fine hanno guardato avanti e sono scomparsi e anche noi cinque rimasti qui, oggi ce ne andremo, anche se dimenticassi il volto dei compagni con cui ho passato il tempo io non dimenticherò mai quest’esperienza scolpita nella mia anime, il tempo passato insieme è stato davvero fantastico, grazzie mille. Naoi è il primo che se ne va ringrazziando Otonashi, che senza di lui non sarebbe stato in grado di andarsene, poi dopo una carezza da lui scomparve. Yuri si scusa con Kanade per aver sempre combattuto contro di lei, se avessero più tempo Yuri avrebbe voluto insegnarli qualcosa e fare la sorella maggione e dopo un addio scomparve anche lei. Hinata ringrazia Otonashi per averlo aiutato a scomparire, Otonashi gli dice che se vedrà Yui di salutarla e dopo un saluto anche lui sparì. Otonashi e Kanade escono dalla palestra e Otonashi chiede a Kanade se vuole stare con lui per aiutare le prossime persone che verranno in questo mondo per aiutarle, e poi lui vuole stare con lei perch’è la ama. Kanade ha parua di rispondere perchè scomparirebbe, scopriamo che lei è qui per ringrazziarlo visto che è la ragazza a cui è stato concesso di vivere grazie al suo cuore. Otonashi abbraccia canade che lo ringrazzia, e lui dice di amarla, Otonashi piange perch’è sa che ora sparirà Kanade e infatti è così. Otonashi si dispera cerca di farla tornare ma alla fine piange e urla Kanade. Sicuramente Otonashi è scomparso, probabilmente per realizzare il suo sogno, ovvero quello di Amare Kanade, infatti dopo vediamo Kanade nel mondo reale che canticchia la canzone di Asami ovvero “My Song” e vediamo un ragazzino con i capelli rossi Otonashi che sente la canzone e la nota, poi gli corre dietro per fermarma e.. chi sà. ^^

Durarara!! episodio 13

La puntata comincia vedendo che tutti parlano di Selty e di quello che ha fatto al raduno dei Dollars, poi vediamo Kida e Mikado che ci provano in modi diversi con Sonohara, più tardi vediamo Selty che fa il suo classico giro in moto, e sembra più popolare che mai infatti tutti la indicano. Però questa volta viene inseguita da tre poliziotti che non riesce a pedinare, così in un vicolo ceco si ferma e lei cerca di spaventarli usando la sua ombra, ma i poliziotti non indietreggiano. Uno dei poliziotti gli dice che ha sempre pensato che le persone come loro dopo aver visto il protagonista con poteri soprannaturali sono sempre a terra in una pozza di sangue, questo gli stà bene perch’è questo gli dimostra quanto loro siano forti. Prosegue dicendo di non sottovalutare Tokyo e la chiama mostro, poi la vediamo entrare in casa e corre abbracciando Shinra, è molto spaventata e impaurita dal comportamento di quel poliziotto. Così gli racconta quello che è successo ovvero che è riuscita scappare anche se è stata dura dato che qui poliziotti non gli lasciavano mai scappatoie, scopriamo che hanno hanno mandato un famoso ufficiale in città per ostacolare Selty, si chiama Kuzuhara Kinnosuke. Shinra gli chiede se può prendere suo padre alla stazione, dato che ha fatto ritorno in città, ed è stato preso di mira da dei bulli, e subito fa il figo solo perch’è Selty era li a salvarlo. Più tardi torniamo da Kida, Mikado e Sonohara, Kida usa una scusa per lasciarli soli soletti, poco dopo Sonohara gli dice che torna a casa da sola. Vediamo Kida che parla con 3 membri dei ragazzi che fanno parte del gruppo dei “Turbanti Gialli” e intuiamo che Kida prima faceva parte di questa Gang. Più tardi vediamo Sonohara che viene presa di mira da 3 ragazze che la spingono e la prendono in giro, facendola finire a terra, la continnuano a chiamare Larva perch’è lei si appoggia alle amiche, in questo caso ad Harima Mika, e ora a Kida e Mikado, e lei non gli dà torto. Mentre le ragazze si prendono gioco di lei, vediamo spuntare il Laceratore, che uccide le ragazze sotto gli occhi spaventanti di Sonohara e così la puntata finisce facendo tornare un grande personaggio secondo me.

  1. Nuova OP “Complication” e nuova ED “Butterfly”, secondo mè erano meglio le sigle precedenti ma la op è molto carina.
  2. Quest’anime vedo che stà prendendo nuove strade e mi piace davvero, tanti anime alla lunga mi stufano ma questo ha sempre qualche novità che mi incuriosisce e mi fa venire voglia di saperne di più, il Laceratore è un personaggio, che ho già nominato tempo fa che mi attira parecchio, da quando ha tentato di uccidere Selty mi ha incuriosito, e come ho detto tempo fa amo i cattivi alla The Grudge. Però vorrei capire che relazione ha con Sonohara, o se ce l’ha, infatti secondo mè nella prissima puntata scopriremo qualcosa di significante per la riuscita di questo anime. Anche questo fattore della Gang dei cappelli gialli che sono diventanti molto numerosi è molto curiosa, qui cè lo zampino di Izaya secondo mè, è lui che muove i fili.
  3. Piccola notazione nei minuti 05.20 si viete chiaramente un insegna dedicato a Sora no Woto