NO.6 episodio 10

Tutto comincia con il piccolo bambino portato dal cane alla sua padrona, la presta cani, scopriamo un incredibile affinità con i bimbi per la presta cani, infatti in realtà è una ragazza, non un maschio, anche se si comporta molto da maschietto è una ragazza fragile che sembra cavarsela con i bambini e per il latte non c’è problemi, verrà tirato su come la presta cani con il latte dei cani proprio come lei. In questa puntata ricca di scene inaspettate e piena di violenza, Shion e Nezumi sono stati scaricati in una specie di discarica, con cumuli di cadaveri anzi che di spazzatura. Dopo essere riusciti a scalare gli infiniti corpi senza vita ed essere evasi, introducendosi nel complesso di sperimentazione del No.6. Grazie all’aiuto della presta cani e di Rikiga, che agiscono all’esterno introducendosi nel complesso ed aprendo tutte le porte per permettere ai due infiltrati di continuare la loro missione e raggiungere Safu. Shion per qualche motivo sembra essere un pò cambiato, forse l’aver visto tutti quei corpi e riuscire a sentire la voce di Safu che lo chiama, lo ha cambiato leggermente, ora sembra molto più serio e non ha più paura di niente, precedendo addirittura Nezumi. Dopo aver incontrato diverse difficoltà ed uomini armati, tutto si risolve per il meglio, raggiungendo l’ultima stanza e grazie all’abilità di Nezumi che li mette al tappeto tutte. Rimane faccia a faccia con il capitano del gruppo, che con freddezza uccide l’ostaggio di Nezumi sparando a Nezumi due colpi. Per poi avvicinarsi a lui e finirlo con l’ultimo colpo, però Shion gli spara un colpo facendolo finire a terra per poi ucciderlo con molta freddezza. Il Shion che avevamo conosciuto non avrebbe mai sparato a brucia pelo ad un uomo in fin di vita, senza emettere alcun ripensamento. Dopo averlo ucciso sembra accorgersi di quello che ha fatto e se ne pente amaramente. Nezumi si incolpa del fatto che sia stata tutta colpa sua, l’averlo fatto venire fino a li facendogli conoscere la cattiveria degli umani e come nella prima puntata in cui Shion si prende cura di Nezumi bendandogli le ferite, la storia si ripete ancora ora. Entrando nell’ascensore incontrano finalmente Safu però è chiaramente cambiata da prima, visto che dentro di lei c’è Eriulias che probabilmente la comanda. Non vedo l’ora di scoprire cosa accadrà nella prossima puntata, che sarà anche l’ultima, sicuramente in questo episodio carico di avvenimenti ed emozioni, ci preparano ad una fine forse triste, chi lo sà. Alla prossima recensione!

Sacred Seven episodio 10

Siamo arrivati al decimo capitolo, anche in quest’anime siamo vicini alla fine, per chi non lo sapesse gli episodi di Sacred Seven sono dodici, in questo episodio si scopre cosa sia accaduto sei anni fà alla famiglia di Ruri compresa la sorella, imprigionata in un cristallo enorme. Facciamo un passo per volta, la sorellina di Ruri non è più imprigionata in quella pietra, la a causa è dovuta al grande potere che ha usato Alma nell’ultimo combattimento che deve averla liberata, però le sue condizioni fisiche sono molto deboli, rischia ancora la morte visto che è comunque in uno stato vegetativo ed il suo respiro è appena percettibile. Alma dopo essere stato chiamato in tutta fretta da Ruri per portarlo dalla sorella e sentire o percepire qualche miglioramento lui che magari, grazie ai suoi poteri riusciva a sentire qualcosa. Ma non sente niente di niente, così vuole sapere cosa sia successo quel giorno, la giornata di natale Ruri e sua sorella fanno un regalo per i loro genitori costruendo una ghirlanda natalizia con un piccolo angioletto di argilla. Sfortunatamente la sorella lo rompe e Ruri se la prende con lei, Ruri allora decide di prendersi del tempo per ricostruirla, intanto la sorella di Ruri e la sua famiglia vanno in un’altra villa dove passeranno il natale e vengono attaccati da una pietra demoniaca che uccide tutti, compresi la sua famiglia che ha provato a proteggere la sorellina, rimanendo l’ultima in vita si vede contro questo mostro gigantesco e per qualche motivo il potere racchiuso il lei si sprigiona racchiudendola in un diamante gigantesco e salvandola. Ruri dopo aver riparato la ghirlanda natalizia, si reca nella villa e trova tutto distrutto e sua sorella racchiusa in questo strano involucro. Ho tralasciato di dire, che dietro a tutto questo si cela Kenmi che è sicuramente l’artefice della morte di tutti, sicuramente conoscendo anche i suoi precedenti ha liberato quella gemma demoniaca per fare una strage come è accaduto. Visto il fatto che il genitori di Ruri hanno deciso di non dare più fondi a Kenmi, dopo aver visto la sua malvagità e questo sicuramente è stata la miccia che ha fatto esplodere tutto. La puntata finisce vedendo Alma che incontra Night tornando a casa, ed hanno una discussione tranquilla dove Night gli dà ancora una volta dell’ingenuo e rimarca il fatto di voler uccidere Kenmi.

Ano Hi Mita Hana no Namae wo Boku-tachi wa Mada Shiranai episodio 10

Adoro questo anime per quanto sia colmo di sentimento e la cosa ancora più incredibile è che te lo riesce a trasmettere, secondo me è forse l’anime migliore della stagione. Avendo visto anche la prossima puntata in Giapponese posso dire che meriti dall’inizio alla fine, anche se ha così pochi episodi e sarei curioso di vedere il loro futuro, cosa succederà ai “Super Peace Busters” e le varie relazioni non corrisposte alla fine avranno un futuro? Non lo sapremo, a meno che non faranno una seconda stagione o qualche episodio speciale e ne dubito, però devo dire che questo rende la serie unica in un certo senso. In questa puntata carica di emozioni per i protagonisti e anche per chi li segue vede una piccola festa di addio a Menma perché il giorno dopo spareranno il loro fuoco d’artificio che gli è costato tanta fatica e sudore e dopo Menma dovrà scomparire. Jinta ha spedito una lettera ai genitori di Menma per invitarli a questa specie di festa con i fuochi d’artificio, ma i genitori non si presenteranno, in vece il fratello di Menma darà anche una mano. Ma facciamo un passo per volta La sera prima fanno la festicciola di addio nel loro fortino, tutti si presentano con un leggero anticipo. Yukiatsu e Anaru sono usciti il pomeriggio insieme e tramano qualcosa. Dopo essersi incontrati con tutti bevendo e festeggiando a Yukiatsu viene in mente di giocare riportandoli in dietro, ricreando quello che stavano facendo l’ultima volta che erano tutti riuniti come Super Peace Busters. Anaru anche se un pò contraria chiede a Jinta se gli piace Menma, anche Poppo lo spinge a rispondere sinceramente, l’unica contraria è Tsurumi. Jinta alla fine risponde che gli piace, come già immaginavamo ed anche gli altri sapevano. Odio sempre più Yukiatsu e si dimostra ancora una volta spregevole in questa occasione, poi dopo averlo visto annusare la parrucca che aveva usato per fare finta di essere Menma e parlarci, mi sembrava molto psicopatico da rinchiudere. Però anche se è stato un comportamento molto brutto ha permesso a Jinta di dire quello che prova, visto che si sentiva sempre in colpa per avergli detto che era brutta e non era mai riuscito a scusarsi o a chiarirsi è un bene che ora si sia chiarito, visto che Menma prima o poi se ne andrà. Anaru sapeva già i sentimenti che provava Jinta verso Menma però dopo averlo sentito a chiare lettere si sente molto triste, dal punto di piangere senza mai smettere. Anaru è completamente distrutta visto che Jinta, la persona che gli piace non la considera per niente. E finalmente Tsurumi dice di capire come si sente, perch’è gli piace Yukiatsu ma sà che lui anche quando Menma se ne andrà lui rimarra sempre innamorato di lei e non la sceglierà mai. Intanto Jinta passeggia con Menma verso casa ed hanno una piccola conversazione, Jinta vorrebbe che Menma rimanga li al suo fianco però Menma con la sua solita spensieratezza dice che dovrà andare in paradiso e reincarnarsi. La mattina seguente tutti si danno da fare per allestire e sistemare il cilindro di lancio dei fuochi d’artificio e si presenta il fratello di Menma. Dopo aver sistemato tutto ed essere pronti a lanciare il razzo, tutti sono motivati a farla andare in paradiso a parte Jinta che vorrebbe che rimanga con lui. E’ molto profondo questo pezzo, per quanto sia tranquillo e non accade nulla di esaltante, si percepisce una grande tranquillità forse la pace di Menma. E mentre l’anziano che gli ha dato una mano a creare i fuochi d’artificio accende la miccia, Jinta continnua a ripetersi di potere fermarlo, per tenere Menma al suo fianco, ma alla non riesce a farlo forse dentro di lui sà che deve lasciarla andare. Appena i fuochi d’artifico esplodono tutti pensano che Menma sia sparita, ma non è così è dietro di loro, non si sa il motivo. Potrebbe essere perché Jinta la vuole al suo fianco, o forse Menma vuole rimanere ancora un po’ li? Fatto sta che Menma rimarrà ancora li per l’ultima ed incredibile puntata che ci aspetta ^^.

Ao no Exorcist episodio 10

Finalmente una puntata molto interessante e piuttosto carina, oggi conosceremo Kuro un giovane gatto demone e chiaramente la sua storia non che il legame con il padre di Rin e Yukio. Dopo una breve litigata tra Rin che non vuole studiare visto il caldo e Yukio che cerca di costringerlo nel farlo, viene chiamato per una missione e entrambi si dirigono sul posto. C’è una scena che non mi è molto piaciuta dove Rin dà quasi una sberla a Yukio e gli rompe gli occhiali, come se non fosse niente Yukio si arrabbia pochissimo e Rin ci scherza sopra, avrei preferito vedere un Rin meno violento con il fratello e la scena in quei pochi secondi sembra molto grave e cambia tutto ricevendo la chiamata. Arrivati sul luogo della missione incontriamo Kuro sotto forma di Demone, dopo aver sentito che il suo padrone è morto è andato su tutte le furie e ha scatenato il suo vero potere. Come se non bastasse la sua forza è incredibilmente elevata nessuno in quell’accademia è in grado di fermarlo. In passato il gatto si occupava di proteggere i bachi da seta attaccando i topi vivendo in pace con gli umani, ma col tempo la produzione di seta divenne obsoleta e gli uomini dimenticarono il loro protettore. Come se non bastasse la sua dimora venne abbattuta sprigionando tutta la sua forza da demone. Ai cantieri e agli operari che avevano smantellato la sua residenza accederono cose strane, come se fossero infestati da qualche demone. Gli abitanti chiamarono vari esorcisti che non conclusero niente, fino a che non contattarono le True Cross Academy e il vecchio Shirou affronto Kuro da solo. Senza versare una sola goccia di sangue riuscì a tranquillizzare il gatto che dopo gli diede il nome di Kuro e lo fece diventare il guardiano del cancello della scuola. Rin riesce a sentire i suoi pensieri, però è l’unico a sentirli forse grazie al fatto di essere un demone e riesce a parlare direttamente con lui, fermando l’obbiettivo di Yukio di uccidere Kuro con un oggetto sconosciuto. Senza troppa paura Rin si presenta e gli dice chiaramente che Shiro è morto, così Kuro si inferocisce e carica Rin che senza schivare il suo attacco gli dà una testata. Rin riesce a parlargli tranquillizzandolo vedendo che i suoi sentimenti per Shiro erano puri, però deve accettare la sua morte. Rin riesce a farglielo comprendere e si trasforma in un demone. Yukio dopo aver sentito Rin dire “Facciamo pace” ricorda che anche Shiro aveva detto la stessa cosa, ed in effetti sembra quasi un Dejà vù. Così il piccolo Kuro sfogandosi piangendo per la scomparsa del suo padrone, diventerà molto legato con Rin e fedele. Scopriremo che l’arma misteriosa che gli era stato dato a Yukio da Shiro in realtà non è per ucciderlo ma è del semplice vino dell’erba gatta. Mi piace parecchio che anche in questo anime ci sia un piccolo gatto, o una mascotte in molti anime che conosco c’è sempre presente e mi piace il legame con loro per esempio in Nichijou c’è Sakamoto, Darker than Black c’è Mao ed in Excel Saga c’è Frattaglia poi ce ne sono tanti altri però questi sono quelli che ricordo ^^.

Hidan no Aria episodio 10

Quest’anime mi ha deluso parecchio è diventato troppo tranquillo rispetto alle prime puntate, me lo sarei aspettato più avventuroso invece che le solite missioni ovvie. Riko decide di far entrare nella residenza di Vlad, nei sotterranei dove si trova il tesoro Aria e Kinji vestiti da camerieri per non dare nell’occhio, in sostanza una semplice missione di infiltrazione. Subito Aria è contraria ad entrare vestita da cameriera, però alla fine decide di andarci dopo aver sentito la storia di Riko. I suoi genitori sono entrambi morti all’età di otto anni e Vlad gli ha rubato il rosario di sua madre, è un simbolo molto importante per Riko visto che gli era stato regalato dalla madre al suo quinto compleanno e farebbe di tutto per riprenderselo. Dopo aver provato un paio di vestiti da cameriera per Aria non rimane che fargli imparare a dire “Padrone, come posso aiutarla?”. E dopo svariate prove finalmente ce l’ha fatta, anche se è stata molto dura, Riko invita Kinji in infermeria dell’ambulatorio per il suo turno. Non immagina che prova sarà, mentre cammina per la scuola sentendo un violino vede Jeanne che sembra essere diventata una semplice studentessa e non più un avversaria. Gli racconta il passato di Riko, dopo aver perso i genitori è cresciuta con l’affidamento da parte di Vlad che la segregata per diversi anni in una cella. Dopo aver provato a scappare Vlad gli diede la possibilità di scappare ma solo ad una condizione, quella di riuscire a superare Lupin I. Per questo nelle puntate precedenti dove aveva combattuto contro Aria era motivata a sconfiggerla, solo per superare il suo bisnonno ed essere libera. Arrivato in infermeria si nasconde subito in un armadietto sentendo un sacco di ragazze arrivare, questa è la prova di Riko cercare di resistere all’Histerya mod che non appena vede Aria spogliarsi rimanendo solo con l’intimo esce il suo potere in un batter d’occhio. Per qualche strana ragione un Lupo bianco irrompe in infermeria attaccando tutti, per poi scappare, Kinji e Reki lo seguono usando una moto. Il lupo si è nascosto in un edificio in costruzione, anche se è dura devono uccidere il feroce lupo che non appena vede Kinji lo attacca, invece Reki appostata in un posto sicuro aspetta il momento giusto per sparargli, non appena è a tiro lo colpisce di striscio sfiorando l’area tra le vertebre toraciche e celebrali, applicando una pressione istantanea paralizzandolo. Inizialmente sembra che Reki abbia sbagliato il colpo di proposito visto che è un genio in quello che fà, ed alla fine lo ha bloccato per ammaestrarlo e renderlo suo. La cosa più strana di questa puntata è il comportamento del professore Sayomaki che sembra avere per un istante uno sguardo gelido e sembra fissare la finestra, appena l’ho visto ci ho fatto caso ma non più di tanto ed è troppo strano che proprio da quella finestra è uscito il Lupo. Anche questa cosa del Lupo bianco in via d’estinzione si trovi li in una scuola al centro della città e non in montagna o cose simili è un pò insensata come cosa, ma và bè facciamo finta che è stato mandato da qualcuno.

Steins;Gate episodio 10

Akiba è cambiato dopo la d-mail di Feyris diventando una città normalissima e non il tempio del moe, finalmente la potenza che ha Okabe si capisce meglio, con una semplice d-mail potrebbe cambiare un intera cittadina. Il May Queen dove lavorava Feyris e Mayuri è diventato un semplice ristorante, però questo ci fa capire che con il cambiamento della città ha cambiato anche le abitudini delle persone. Analizziamo bene, in questo caso il Maid Cafè dove lavoravano non c’è più e di conseguenza gli altri dipendenti, i fornitori e tutte le persone dietro a quella ditta ora fanno altro, così per molte altre persone che magari nel passato avevano un negozio di videogame oppure un negozio di manga. Finalmente Okabe chiede ad Hashida come ha conosciuto Feyris che principalmente si erano conosciuti grazie al May Queen ed ora si sono conosciuti tramite un torneo di Rai-net a Ikebukuro, in sostanza è cambiato il passato drasticamente ma i legami delle persone non sono ancora cambiati. Finalmente scopriamo che Ruka sia in realtà una donna, quindi la sua D-mail di mangiare più verdure ha funzionato, è parecchio stupida come teoria però almeno si è sviluppato qualcosa di nuovo. La scena in cui Okabe da a Ruka del maschio per il fatto che sia piatta e poi quasi la violenta sessualmente toccandola in vari punti sessuali è un pò imbarazzante, non mi sarei immaginato che Okabe avrebbe fatto una cosa del genere, mi sarei aspettato più domande e meno fatti. Questo dà l’opportunità per conoscere Amane, visto che Okabe è stato praticamente sbattuto fuori dallo studio, Amane è venuta a Tokyo per cercare suo padre che non vede da anni e l’unico indizio che ha è un distintivo e domani suo padre potrebbe andare in un certo posto, c’è molta segretezza nella informazioni che dà, infatti non si capisce dove dovrebbe andare e perché, ma lo scopriremo alla fine. Okabe allora decide do eseguire una nuova Operazione chiamata Eldhrìmnir, ma non è niente di scientifico o inerente al loro scopo ma solo quello di fare una festa di addio per Amane nel caso andasse via con suo padre. Okarin e Mayuri vanno a fare shopping insieme e pensano quando Okabe alle elementari, aveva la febbre e lei aveva il terrore che potesse morire e vedendo una stella cadente disse “Okarin, non morire” per tre volte ed il giorno dopo Okabe stava già meglio. Okabe si ricorda delle sensazioni che aveva quando aveva la febbre, ed erano uguali a quelle che prova quando sposta le linee di universo cambiando il futuro, forse già allora aveva il potere di cambiare il futuro. Tornando al laboratorio Kurisu e Ruka stanno cucinando una torta per la festa di Amane e tutti si rendono d’aiuto dando una mano come possono. All’improvviso salta la luce e cercano l’interruttore e Kurisu ridacchia allegra ripensando che quando lavorava in America i suoi compagni erano tutti seri e tristi, rispetto ad ora che sono tutti amichevoli e si divertono sempre. Nella puntata precedente quando Okabe dice che Kurisu è una sua compagna preziosa e dopo fà finta che tutto sia uno scherzo, in realtà quelle parole ha reso molto felice Kurisu. Qualcuno trova l’interruttore ed accendendo la luce Kurisu e Okabe sono vicini vicini, è una scena molto carina e romantica come se si stessero per dare un bacio, un pò banale ma i fan apprezzano sempre sdolcinatezze di questo tipo. Alla fine Amane non si fà vedere e manda una mail a Okabe salutando e dandogli l’addio e subito và a cercarla, ma non sapendo dove potrebbe trovarla gli viene in mente di mandare una D-mail dicendo a sè stesso di seguirla a qualunque costo, l’unica sua paura è quella di stravolgere ancora il futuro, visto che ogni volta che cambia il futuro c’è sempre qualche effetto collaterale. Alla fine la puntata finisce che Okabe decide di cambiare il presente, ed Amane è come tutti i giorni a non far niente vicino al negozio. Alla fine scopriamo che il madre di Amane sia un certo Barrel Titor e che doveva andare al Forum Time Machine. John Titor potrebbe anche essere un nome d’arte per non farsi beccare facilmente, in effetti è troppo strano che una persona con il cognome Titor vada ad un convegno dove si discute della macchine del tempo, troppo sospetto. Amane come mi aspettavo è un altro membro che lavorerà con Okabe, era abbastanza evidente però non vedo l’ora di vedere Amane contro Kurisu che prima o poi accadrà un litigio.
Next Episode:

To Aru Majutsu no Index II episodio 10

Oriana riesce sempre a fuggire e a nascondersi dagli inseguitori Touma, Stiyl e Tsuchimikado, così Stiyl decide di usare una magia, chiamata “ricerca dello schieramento della realtà circostante, suggerito da Tsuchimikado per cercare le tracce di Oriana. In poco tempo riesce a vedere la sua posizione, così Touma e Tsuchimikado riescono a raggiungerla, ma è molto agile e sale su un autobus per scappare. Però non sà che Stiyl ha messo delle rune su ogni mezzo pubblico per evitare una sua fuga e dopo averlo fatto saltare, Oriana ne esce incoluma, frazie alla sua magia. Touma appena la vede perde la pazienza per aver fatto del male ad una sua cara amica che non centrava niente con i loro piani e fare del male in questo modo non lo accetta. Oriana si giustifica dicendo che lei fà solo il suo lavoro e dopo aver usato la sua magia bloccando Tsuchimikado a terra, Touma si prepara a combattere contro di lei. Oriana è molto abile, ed ha una eccellente numero di magie diverse da utilizzare, così Touma non riesce a prevedere le sue mosse, riuscendo solo a schivare o ha cancellare i suoi attacchi, ben presto viene colpito anche per la sua scarsa esperienza contro maghi. Oriana in fine usa una magia molto potente, Touma se si muove verrà attaccato da questa magia però decide di farlo per aiutare il suo amico Tsuchimikado, e grazie al suo braccio destro distrugge ogni attacco e riesce perfino a sferrargli un bel pugno. Oriana dopo questo colpo decide di ritirarsi e prima di scappare gli dice che la magia effettuata su Tsuchimikado dura solo 20 minuti e poi scompare. Oriana gli ha lasciato la Stab Sword, così Touma chiama Stiyl e gli chiede cosa deve farci e riceve l’ordine di distruggerla, appena la apre dalle coperte con cui era avvolta, scopre che è solo un semplice insegna di una gelateria. Poco dopo vediamo Oriana che si cambia e parlare con la sua complice dicendogli che non si farà mettere i bastoni fra le ruote da nessuno per eseguire lo scambio, una cosa che mi ha molto incuriosito è che la persona con cui parla risponde scrivendo sul muro vicino a Oriana, cosa più strana è che risponde in Italiano infatti gli scrive “Quali cose hai fatto?” molto curioso questo fatto, comunque questo indizzio mi fà capire che chiaramente centri la chiesa Romana. Poco dopo scopriamo che la spada che pensavano fosse la Stab Sword è in realtà la Croce di Petro, ovunque sia eretta quella corce diverrà dominio della chiesa cattolica romana. Touma mentre cammina incontra Index e subito nota che è vestita in modo diverso, non dalla sua solito abito da suora e subito gli torna in mente quando l’ha vista mentre si cambiava e chiaramente arrosisce, Index si arrabbia perch’è Touma stà pensando a qualcosa di volgare, così cerca di cambiare discorso vedendola arrabbiata e pensa che abbia voglia di mangiare come al solito, però questa volta è triste per il fatto che non ha passato del tempo con Touma che stava sempre in giro. Intanto i genitori di Touma incontrano di nuovo la mamma di Misaka, però questa volta c’è anche la figlia e si presentano, sua madre gli dice sotto voce che quelle persone siano i genitori di quel ragazzo che gli piace e vanno tutti assieme a mangiare. Casualmente Touma e Index finiscono nel andare allo stesso locale in cui sono i suoi genitori e Misaka, così cè un attimo una scenetta divertente, tutti si chiedono chi sia Index. E i genitori sono curiosi visto che l’hanno vista persino al mare assieme, così Misaka chiaramente ingelosita vuole sapere chi sia e quindi cè un conflitto di interesse, Index si chiede chi sia Misaka e il contrario, per fortuna Misuzu gli dice di calmarsi e si presenta dicendo di essere la madre di Mikoto e tutti sono molto stupiti visto che è molto giovane. Fin

Bakuman episodio 10

La vita dei nostri due protagonisti, Mashiro e Takagi non che futuri Mangake si svolge molto tranquillamente, passano il loro tempo tra scuola e lo studio, per disegnare e creare nuovi manoscritti. Miyoshi che come sappiamo, è innamorata di Takagi cerca di invitarlo al cinema per vedere un film, però lui come già gli aveva detto vuole mettere al primo posto il suo futuro come Mangake e al secondo l’amore, così deve rifiutare il suo invito. Oggi Mashiro e Takagi hanno una riunione alla Yueisha per commentare i risultati del Premio Tezuka, così Hattori li invita in redazione, i giovani sono molto felici di andarci, visto che in quello splendido ufficio escono opere molto famosi sulla rivista Jack. Appena raggiungono il piano dove ha sede la redazione, rimangono stupiti della quantità di poster e cartelloni di manga e anime, dopo raggiungono la redazione, un comune ufficio pieno di scartoffie, ma molto affascinante per loro. Dopo aver preso il loro vecchio manoscritto, ed essersi messi in una stanzina più tranquilla, gli spiega che il loro manga è stato valutato piuttosto bene dai commentatori ma diversamente i loro redattori, il perch’è è molto semplice su Jack il loro manga non avrebbe successo, in quanto si basano più su storie originali. Il loro protagonista è un umano normalissimo ma Jack si aspetta sempre qualche mirabolante potere speciale, invece i disegni sono quasi sempre votati 4 raramente 3, da una scala di massimo di 5, quindi i disegni vanno molto bene, ma sono da migliorare. Hattori gi dice che Niizuma Eiji si stà preparando per la serializzazione, qundi sono ad un livello molto più alto di loro, è il suo lavoro è straordinario in quanto ogni mese presenta un lavoro diverso. Mashiro vuole partecipare al premio mensile per aumentare la popolarità dei loro lavori, però il loro lavoro dovrà essere di almeno tre capitoli però devono fare una storia interessante con un protagonista più interessante per la rivista Jack. Qui vediamo il caporedattore “Hisashi Sasaki” dicendo che un manga deve essere interessante ed un buon lavoro viene sempre pubblicato, queste erano le ultime parole che aveva sentito da Kawaguchi Taro, il fratello di Mashiro. Il caporedattore per spronargli gli informa che tutti gli autori pubblicati su jack ricevono uno stipendio sulla base di un contratto annuale, ma se mangake non crea più storie interessanti viene allontanato da Jack, dicendo che non serve più alla rivista e si rescinde il contratto. L’unica differenza fra loro e Nizuma Eiji è l’amore per i manga, infatti per lui disegnarli è come respirare però non diventerà mai il numero uno, in quanto troppo giovane adatto per un pubblico giovane, nei suoi lavori cè tanta energia e poca profondità invece nei manoscritti dei nostri amici sono fin troppo profondi e quindi per un pubblico maturo. Hattori gli propone di portare solo Name per aiutare Mashiro a migliorare nello stile di disegno, però devono creare un protagonista più alla Jack. Così subito si mettono a lavoro e vediamo Miyoshi nello studio con Takagi, Mashiro è un pò infastidito visto che questo posto lo vuole tenere nascosto a Miho per un orgoglio personale. Così tutto procede tranquillamente, i loro name stanno avanzando su una storia più in stile Jack e creano parecchi capitoli, dopo aver raggiunto abbastanza materiale lo portano ad Hattori che dopo averle lette dice che non sono abbastanza interessanti, forse perch’è sono troppo ordinari. Quindi le cose ordinarie non sono adatte a loro e decide di proporgli di scrivere un manga diverso, più adatto a loro, però che devono riuscire ad avere un 20% dei lettori di Jack a loro favore. In modo che il loro manga un pò di Nicchia possa essere ricordato da un numero minore di fan, in modo che con nuovi lavori si possa aumentare la loro popolarità. Per fortuna Takagi stavà già lavorando ad una storia chiamata “A questo mondo, contano solo soldi e idee” per Hattori sembra molto stimolante così decide di approvare il loro manoscritto ed attenderlo, visto che questo è l’unica strada possibile per permettere alle loro qualità di spiccare, così i nostri protagonisti hanno un nuovo lavoro e un nuovo concorso in cui partecipare per mettersi in gioco. FIN

Shiki episodio 10

Finalmente in questo episodio si muove qualcosa, sopratutto i pezzi del puzle combaciano, Tatsumi informa tutti gli Okiagari dicendogli di attacare il dottore alla clinica Ozaki visto che hanno preso in ostaggio una loro preda e si è accorto della loro esistenza e devono risolvere questa storia. Intanto Natsuno rientra in casa e dai suoi genitori viene a sapere che una sua amica è in camera sua che lo aspetta, subito capisce che ci sia qualcosa di strano, ma appena entra in camera non c’è nessuno. Natsuno capisce che non volevano attacarlo subito, ma volevano ottenere il permesso di entrare nella loro abitazione per attaccarlo quando vogliono. Nella notte Tatsumi gli informa di proseguire con il piano della clinica Ozaki e di occuparsi di Natsuno visto che anche lui sospetta di loro, Megumi vuole occuparsene lei, ma non gli è permesso, se andrà contro le sue parole sarà epurata, non so cosa voglia dire, ma chiaramente non sembra niente di carino. Natsuno poco dopo chiama la famiglia Tanaka, per informare i fratelli Akira e Kaori di non permettere ai genitori di far entrare a casa nessuno amico che si finge tale. Natsuno riempie la sua camera di croci di legno e di fuda (foglio con nomi di diviglintà, protegge da spiriti maligni) però suo padre è contrario a queste cose così li ha levati tutti. La notte è arrivata e Natsuno è nella sua camera aspettando il momente in cui gli Okiagari si facciano vedere, e proprio in quel momente qualcuno bussa alla sua camera e cerca di aprire la finiestra ma è chiusa poi sembra riuscire a trovare una porta della casa aperta, ma qualcosa lo fà tornare alla finestra. La persona che si nasconde dall’altra parte della finiestra sembra parlargli e Natsuno apre la finestra sentendo una voce famigliare, e appena si sporge per guardare viene tirato da Tohru, il suo vecchio amico. Natsuno però riesce a liberarsi e Tohru scappa, con grande stupore nota i suoi occhi rossi e la sua pelle fredda, capisce che non è più umano però decide di andare a parlarci, intanto Megumi incontra Tohru che piange contro un albero, capisce che non è riuscito a morderlo e decide di farlo lei al posto suo, anche se andrebbe contro le regole dette da Tatsumi. Natsuno girando per il villaggio ricorda tutti i posti in compagnia del suo migliore amico, si sente fragile ad essere stato attaccato proprio da lui, poi incontra Tatsumi, che si presenta e senza giri di parola gli dice che è stato il primo ad accorgersi di loro e questo è un problema, sarebbe stato più semplice se tremasse come le altre persone del paesino, invece lui stà cercando di dargli la caccia proprio come il dottor Ozaki, Natsuno capisce subito che vuole ucciderlo, ma Tatsumi che vede Megumi li nelle vicinanze la fà venire e gli dà ordine di morderlo. Natsuno è chiaramente in svantaggio numerico, circondato da due Okiagari, e mentre si avvicinano sempre più viene afferrato dalle spalle da Tohru e subito lo morde, sembra che i piani di Tatsumi siano andati come previsti, anche se secondo mè è molto strano che inizialmente Tohru si era tirato indietro nel morderlo visto che era un suo caro amico, non trovava la forza per farlo, ma poi decide di morderlo. Bè personalmente posso sperare che questa cosa faccia avvicinare Natsuno al dottore Ozaki, visto che ora toccheranno quattro giorni prima di morire e diventare un Okiagari e spero che in questi giorni riescano a fare gruppo, ma forse non andrà così, chi sà! FIN ^^

Highschool of the Dead episodio 10

The DEAD’s house rules
Da quanto è iniziata l’epidemia, questa è stata la prima volta che i nostri eroi hanno passato una giornata normale, infatti tutto fila liscio, e tutti sono spensierati e provano a fare finta che fuori dalla villa di Takagi non sia successo nulla, comunque si nota che gli altri adulti li trattano come dei bambini e questo si capisce da subito. Komuro e Saeko chiacchierano come dei ragazzini poi ridono della loro timidezza, poco dopo si sente Saya discutere contro sua madre, komuro subito cerca di scoprire cosa sia successo ma lei è innervosita e se ne và. Komuro incontra la madre di Saya e chiacchierano, i due ragazzi si conoscono fin dall’asilo, scopriamo che prima o poi devono andare da un’altr aparte, visto che quell’immensa villa è dura da mantenere, infatti il comandante della SDF ha inviato alcuni uomini per difendere le centrali elettriche, però è solo questione di tempo, prima o poi gli operai addetti alla sicurezza se ne andranno, anche loro saranno preoccupati per i loro cari. Tutti i ragazzi decidono di incontrarsi e discutere sul da farsi, ci sono solo due opzioni unirsi a loro o proseguire per la loro strada, Komuro cerca di convincerli a stare li con loro, visto che sono ben organizzati e sono delle brave persone. Saya è stufa di sentire parlare bene di sua madre e di suo padre, anche se sono eccezionali è stufa di tutte queste lodi, Komuro la prende dal vestito e la alza infastidito dal fatto che lei è fortunata, almeno sà che i suoi genitori sono vivi e vegeti. Un attimo dopo si sentono dei camion arrivare, è l’ultimo signore del Tokonosu ed attuale capo della famiglia Takagi, semplicemente il padre di Saya, il suo rientro è molto appariscente, sembra una persona molto rigida e severa, infatti appena entra nella villa mostra a tutti il suo migliore amico che è diventato zombi per aver salvato un suo compago, e lo uccide senza pietà, mostrando a tutti la realtà. Che si tratti di amici, dei famigliari o delle persone che si ha amato per poter sopravvivere, devono essere pronti ad uccidele se sono infette, per sopravvivere. Hirano e Komuro hanno un piccolo litigio, Hirano sostiene che la Katana non sia un arma sicura per uccidere le persone visto che in poco tempo la lama si rovina rendendola ruvida, quindi difficile da utilizzare, poi và via. Komuro pensa all’ammutinamento sulla Bounty, che aveva studiato, in breve è una storia del 1788 in cui una nave da guerra inglese sbarca a Tahiti, dopo essersi fermati per sei mesi decisero di tornare in mare ma dopo poco tempo ci fù un ammutinamento; per via dei giorni spensierati passati sull’isola, venne meno la disciplina dell’equipaggio, questo è un chiaro esempio di come sono messi i nostri amici, sono tutti rilassati e spensierati che vogliono stare li senza pensare al loro futuro. Hirano viene fermato da degli uomini che voglio prendere le sue armi, ma lui non vuole perche si sente al sicuro e le sà usare meglio di quegli uomini. Il padre di Saya vede la scena e subito si avvicina a Hirano, e gli chiede se gli consegnerà le armi, e chiaramente Hirano non vuole anche perch’è se gle le consegnerà tornerà ad essere una nullità. Komura entra in scena e dice che Hirano può proteggere sua figlia, piano piano tutti i ragazzi si avvicinano per dare la testimonianza della bravura e la lealtà di Hirano nel proteggere Saya. Nella prossima puntata vedrammo un ragazzo “Talpa” infiltrato nella casa dei Takagi per idea del professore Shido, che vediamo tranquillo nel Bus con tutti gli studenti sembrano amoreggiare tra di loro F I N.