NO.6 episodio 8

Nella settima puntata Nezumi voleva portare da una parte Shion, qui scopriremo un nuovo gruppo di persone scappate dal No.6 con a capo un importantissima figura, il creatore di tutto. L’anziano che ha creato il No.6 conosce tutto di Nezumi e conosce Karan la madre di Shion, visto che entrambi hanno lavorato alla creazione di questo mostro chiamato No.6. Lo scienziato dopo aver visto le sue cicatrici lungo tutto il corpo, gli chiede di dirgli tutto quello che sà del No.6, ed improvvisamente Nezumi sviene. Come abbiamo già visto Safu e Nezumi sono collegati in un certo modo, riescono a sentire una canzone e Nezumi si sente svenire. Nezumi canta la canzone che ha sentito sotto ordine dello scienziato e l’acqua della grotta cambia colore creando un bellissimo effetto di giochi di luce. Lo scienziato è stato un membro primario del progetto di rigenerazione, gettando le basi per il No.6, nel bel mezzo delle rovine della guerra erano rimasti con sei regioni. Cercavano di creare una città ideale libera dalla povertà e dalle avversità, ma l’avidità di alcune persone ha fatto sviluppare il No.6 come lo conosciamo ora. Grazie ai suoi studi esterni conobbe Eriulias, una specie di regina e dopo aver ficcato il naso curiosando su questa persona è stato quasi ucciso, ben presto Shion vedrà che anche quest’uomo è sopravvissuto alla vespe parassite un lungo segno si vede sul suo braccio. Nelle zone in cui hanno incontrato Eriulias c’era una tribù chiamata “Popolo della foresta” che venerava la natura e viveva in armonia con essa, chiaramente Eriulias era venerata e lodata. Ma il No.6 voleva lei, invasero quella terra con la forza distruggendo e bruciando tutto, tutta la tribù morì e Nezumi era l’ultimo superstite sopravvissuto del popolo della foglia. Dopo aver scoperto tutto questo Nezumi e Shion tornano nei loro alloggi ed incontrano la presta cani e Rikiga che decidono di dargli una mano raccogliendo più informazioni possibili per infiltrarsi nel No.6, alla fine un bel gruppetto si è formato, non so se c’è realmente da fidarsi lo scopriremo sicuramente nelle prossime puntate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...