NO.6 episodio 4

Questa puntata ricca di affetto fra i duo amici, con in lontananza la tristezza e la desolazione del mondo e delle persone in cui trattano male gli altri loro simili, vediamo com’è dura la vita al di fuori del distretto 6. Sorcio grazie alle sue informazioni riesce a contattare la madre di Shion mandandogli un topolino con un biglietto dove dice che Shion stà bene, ed è con lui. Shion probabilmente non è adatto ad un mondo così ostile, pieno di delinquenza e gente che ha secondo fine, infatti ben presto la gente capirà che è un debole e potrebbero sfruttarlo, oppure fargli del male, alla fine dei conti è un debole con un grande cuore. Sorcio e Shion vanno da un tizio che ha fatto fortuna vendendo e dando piaceri sessuali alle persone del braccio 6, sfruttando le donne che lavorano per lui, sicuramente è una persona molto spregevole sfruttare le persone per arricchirsi, però capita anche nel nostro mondo, alla fine quest’anime non è poi così lontano dalla vita vera. Shio perde la pazienza rischiando di uccidere il tizio soffocandolo con le proprie mani, dopo aver sentito le parole che insultavano Sorcio, proponendo di prostituirsi e Shion non è riuscito a trattenersi. Questo lato di Shion non me lo sarei immaginato, avendo capito com’è Sorcio saprei che se la può cavare da solo e a degli insulti di così poco livello se ne sarebbe fregato, però mi piace che Shion l’abbia difeso dando un ottimo valore all’amicizia. Conosciamo un pò meglio la presta cani, quando Shion deve lavorare per lei, lavando i cani e scopriamo che lei è stata abbandonata ed è sempre vissuta da sola con come madre un cane. Sorcio con la sua solita spavalderia, continua a voler sembrare il solito duro ed insulta la madre della presta cani. Infatti, più tardi la presta cani fà un imboscata a Sorcio attaccandolo nella notte dai suoi cani per l’insulto verso sua madre, questo dimostra ancora una volta che non ci si può fidare di nessuno in questo mondo, al di fuori del distretto 6. Proprio quando Sorcio riesce a puntare un coltello alla gola della presta cani, si sente in lontananza Shion che lo cerca, lei chiaramente sfrutta questa debolezza di Sorcio visto che in presenza di Shion non riesce ad ucciderla, per poi dovergli mostrare il suo cadavere. Così la presta cani scappa, ormai è certa che Sorcio non è più quello di una volta, ora ha un punto debole che potrebbe costagli la vita. La puntata finisce con la madre di Shion che riceve un nuovo biglietto, però questa volta scritto dalle mani di Shion, dove si scusa e dice di stare bene.

Annunci

Kamisama Dolls episodio 4

Sono felice di aver scelto questo’anime da recensire, si rivela davvero un ottimo prodotto, ha tutto quello che serve per un’ottima serie, azione, colpi di scena, episodi tranquilli ma colmi di emozioni. La cosa interessante è che in ogni puntata si vede un pezzo che nella precedente puntata si sia tagliato di proposito, infatti, vediamo Koushirou e Akiavere una piccola conversazione, dove Koushirou gli chiede di andare con lui dagli Hyuga, dove sarebbe trattato bene senza stare dietro le sbarre. Però a lui non importa queste piccole vicende tra clan rivali, oppure combattimenti tra i Kakashi senza scopo apparente, come dei banalissimi robot. Dopo il piccolo combattimento, dove Koushirou stava per essere ucciso dal Kekashi di Aki, però salvato sa un altro Seki, quello con il volto sempre nascosto. Come abbiamo visto Kuuko ha rapito Aki e gli ha legato mani e piedi, tenendolo nel suo appartamento, molto confusionario e pieno di spazzatura, impensabile che una donna viva in quel disordine ed in quella sporcizia. Comunque Kuuko si rivela un personaggio davvero fuori di testa, sembra avere una strana personalità, in parte violenta, infatti vuole sapere tutto riguardo quei Robot che ha visto, forse è la classica ricca che si annoia e non sà come occupare il tempo. Però è davvero un personaggio pazzo e violento, negli altri episodi sembra un pò folle, ma niente di così esagerato invece sembra una pazza maniaca con sete di sapere. Aki usando il suo Kakashi si libera facilmente, anche se Kuuko ha una pistola giocattolo ed un Teaser, appena Kuuko esce di casa per scappare incontriamo Hibino, Utao e Kyouhei. Aki cerca subito di provocare Kyouhei, infatti lo fà esplodere appena dice che Hibino assomiglia alla sua insegnante e lo riempie di pugni. Aki non usa il suo Kakashi infatti è tutto un piano per mostrare ad Hibino la vera natura di Kyouhei, poi scappa e cominciano un inseguimento. Anche se Aki con molta furbizia entra nell’appartamento di Kuuko dalla finestra, infatti nessuno penserebbe che un fuggitivo sarebbe tornato nel posto da cui è scappato. Kyouhei finisce per arrabbiarsi continuando a prendere a pugni il muro, la frase sulla maestra lo ha profondamente ferito, forse perch’è lei voleva che Aki e lui rimanessero sempre amici, quindi è solo per la promessa? oppure perch’è Aki potrebbe averla uccisa? Non è per niente chiaro quest’anime, infatti mette tante informazioni e poche certezze. Finalmente però vediamo il personaggio misterioso, è del tutto simile a Utao, stesso viso, stessi occhi, sembra quasi un clone ed entrambi hanno un Kekashi. Finiscono per combattere ma Utao è molto debole, qui si vede chiaramente la scena tagliata, infatti il ragazzino simile ad Utao sembra volerla stuzzicare e subito saltiamo ad una scena dove la copia di Utao chiama Kyouhei “Fratello”, sono proprio curioso di capire questo personaggio se sia un nemico od un alleato è troppo confuso per ora, poi si mostra così facilmente agli occhi di Kyouhei.

Kamisama Dolls episodio 3

In questa nuova puntata c’è molta brace al fuoco, anche se apparentemente molto tranquilla e fluida, ci sono molti fattori e interessanti novità, come l’apparizione di due nuovi personaggi misteriosi. Subito vediamo Aki riuscire ad evadere dal furgone che lo avrebbe portato al villaggio, per segregarlo ancora una volta nelle prigioni. Si ha la certezza che Utao sia completamente invaghita di suo fratello Kyouhei, infatti nelle puntate precedenti si potrebbe pensare che sia una specie di sentimento fraterno, la gelosia che prova verso Hibino, ma è abbastanza chiaro che in realtà sia qualcosa di più. Anche se Kyouhei e Aki sono nemici per qualche ragione che non è ancora chiara, ma sicuramente è inerente alla mattanza che ha combinato Aki. Sembra continuare ad affermare la complicità di Kyouhei, per qualche strana ragione poi, dopo essere evaso torna nella città dove ha cercato la tranquillità Kyouhei e lo incontra in uno brutto stato, come se fosse una specie di barbone. Gli offre addirittura un panino, è strano questo comportamento, prima Aki ha tentato di uccidere la sua sorellina e lui, però c’è questo legame che per quanto Aki sia ostile e giochi con lui continuerà a essergli amico. E’ proprio in questo frangente di tempo che incontriamo Koushirou della famiglia Hyuga, un’eterna rivale dei Kuga. Questi due clan sembrano essere rivali, forse perché entrambi usano gli Dei per svariati scopi, oppure sono di due villaggi diversi. Fatto stà che adesso Aki ha un rivale piuttosto forte e sembra avere il polso duro, senza paura di ucciderlo. Mentre Kuga e Hibino sono in giro in città, a fare compere, un camion vede un ragazzino sulla strada e nel tentativo di schivarlo finisce fuori strada verso loro due. Kuga fortunatamente sfruttando il suo potere riesce a bloccare il camion prima che gli arrivi addosso, però il ragazzino non era li per caso, anzi è la seconda persona misteriosa che appare in questa puntata. Non è molto chiaro il motivo perché abbia tentato di uccidere Utao, però sembra conoscersi, ed è strano il fatto che il suo volto non si mostra chiaramente. L’ultimo fatto importante di questo episodio è che mentre Aki tenta di scappare dagli attacchi di Koushirou, dove interviene anche quel ragazzino che ha tentato di uccidere Utao facendo svenire Aki. In tutto questo Kuuko, l’amica di Hibino, assiste a questa fuga e vedendo Aki svenuto a terra lo porta con se al salvo, pensando che sappia qualcosa riguardante il robot che ha visto.

Steins;Gate episodio 17

Non si può stare un attimo tranquilli in questo anime, infatti dopo aver pensato che Suzuha abbia cambiato la linea del tempo ed aver salvato la vita di Mayuri scopriremo ben presto che non è affatto così, infatti appena la puntata inizia Mayuri ed il tempo si ferma e vengono attaccati dagli uomini che lavorano per Moeka. Quindi siamo punto a capo, nulla è cambiato e Suzuha non ha cambiato proprio niente, non gli ha neanche portato l’IBM. L’unica idea che gli è venuta in mente, interpellando Kurisu è quella di non inviare le D-Mail sperando che non accada niente. Così cominciano dalla D-Mail di Feyris, dopo averla trovata ad una fiera, viene rincorsa da degli strani tipacci ed insieme ad Okabe continuano a correre, finendo picchiato. Fortunatamente il padre di Feyris fà scappare i delinquenti e li salva, curando le ferite di Okabe. Mentre tutto questo accade, cerca di far ricordare a Feyris che D-Mail avrebbe mandato ed a chi, chiaramente lei non lo ricorda, così prova a dirgli di venire dal futuro dove c’era un Akihabara completamente diversa da ora, molto più Moe e lavorava ad un Maid Cafè chiamato “May Queen”, dopo averla portata nel luogo dove c’era il suo locale, comincia a ricordarsi di quel presente e del mondo com’era prima. Così ricorda di aver mandato la D-Mail a suo padre, per impedire che morisse, infatti dove lavorava sarebbe accaduto un incidente e suo padre sarebbe morto. E’ una scelta molto difficile, pensare di far morire il proprio padre per salvare una cara amica come Mayuri, però pensando a tutto questo tempo con suo padre, dove tutto sembrava un sogno, decide una scelta molto dura ovvero salvare Mayuri. Forse è l’episodio più triste della serie, sicuramente il più malinconico, questo è certo, infatti per tutto la puntata si sente nell’aria una tristezza incredibile. Alla fine riescono ad annullare la D-Mail sapendo che suo padre morirà, però come è avvenuto ora, che alla fine Feyris si ricorda dell’altro presente, probabilmente Okabe riuscirà a fargli ricordare di tutto quel tempo con il padre anche se sarà una specie di sogno non reale. Quindi Akihabara è tornata come la conosciamo oggi, il tempo degli Otaku e degli appassionati di anime e manga, fatto stà che l’IBM non è al tempio dove lo aveva trovato la prima volta e non può cancellare le informazioni su di loro per impedire la morte di Mayuri. Quindi la linea del tempo è nuovamente cambiata, non basta cancellare una D-mail per tornare in dietro e trovare l’IBM, probabilmente nella prossima puntata dovremmo annullare un’altra D-Mail, forse quella di Ruka dove è riuscita a diventare una donna, come ha sempre voluto.

Sacred Seven episodio 4

Ed eccoci ad un nuovo episodio, un pò il classico che ci si aspetta nel corso della seria, la solita festa della scuola dove tutti gli studenti preparano stand per pubblicizzare al meglio il loro club e lo scopo principale è fare pubblicità alla scuola, per avere sempre molto inscritti. E’ un classico vedere puntate di poco interesse come questa, dopo una puntata molto avventurosa, come la puntata precedente dove c’è stato un bel combattimento. Però alla fine non è poi così tanto noiosa, alla fine ci hanno fatto cascare una gemma demone nella scuola, per continuare un pò la storia. Ruri è eccitata per questa festa della scuola, la sua prima dove lei è la direttrice dell’istituto, per questa ragione Kagami decide di lavorare in segreto senza dire niente a Ruri per paura che lo venga a scoprire e la sua felicità svanisca. Kagami però ha bisogno di un complice per distrarre Ruri e chiaramente chiede ad Alma di aiutarlo, con una scusa banale chiedendogli di andare sul tetto per parlare. Ruri pensa che sia una specie di appuntamento, infatti per gli studenti Giapponesi è un classico dichiararsi sul tetto della scuola, però lui vuole solo chiedergli di poter attivare il suo potere per fare un pò di esercizio per controllare meglio il suo potere. E’ un pò stupido pensare che ogni gemma che Ruri debba usare costi una cosa esagerata di soldi per un semplice allenamento, ma lasciamo stare questo fatto. Mentre si trasforma Itou la ragazza del club delle pietre, lo vede trasformato e pensa che sia un Cosplay, così pensa sia un ottima opportunità per pubblicizzare il suo club mettendogli dei cartelloni addosso. Dopo questa piccola situazione continuano le ricerche, Kagami riesce a distruggere metà della gemma demoniaca, visto che si è divisa non appena aveva notato il pericolo. Mentre Alma salva la vita ad un ragazzo che stà cascando dal ponteggio dove lavorava al cartellone principale della scuola. Dopo essersi messo in luce, come bravo ragazzo ed aver salvato il ragazzo cerca l’ultima gemma e non appena gli sferra un pugno torna in forma umana, infatti la gemma che ha usato Ruri è un pò debole ed infatti è durata poco per fortuna Kagami riesce a prenderlo e si trasforma in bomba, così la lancia per non ferire gli studenti esplodendo come dei fuochi d’artificio. Un pò strano una gemma che esplode e fà dei fuochi d’artificio però alla fine la festa scolastica ha avuto un grande successo e speriamo che la prossima puntata abbia più azione inerente alla storia.

Ao no Exorcist episodio 15

Quest’anime è davvero favoloso, ricorda un pò troppo naruto in certe fasi, poi la puntata comincia con un mega riassunto della puntata precedente, ripercorrendo molto velocemente tutto quello che abbiamo visto, fino al punto in cui una Falena Gigante Demone prende Rin. Ryuji vedendo Rin, un suo caro compagno intrappolato e molto tranquillo, dicendo di farcela da solo si arrabbia siccome sono un gruppo e tutti si devono dare una mano, così riesce colpire il demone liberando Rin e dandosi alla fuga, raggiungendo la loro base al sicuro. Alla base sono attaccati da Amaimon, il fratello di Mephisto, con un suo piccolo animaletto demoniaco, per fortuna Shura ha preparato un campo di forza intorno alla base, che dovrebbe fermare persino un demone di alto livello come lui. Sentendosi al sicuro pensano a cosa fare e Shiemi per qualche strana ragione esce dalla barriera, sembra che Amaimon gli abbia fatto deporre le uova di una farfalla demoniaca dentro di lei, per farlo collegare ai sui nervi e comandarla. Dopo questa trappola Rin non può stare con le mani in mano e esce dalla barriera per combattere contro Amaimon, dopo che Shura gli abbia restituito la sua spada. Rin inizialmente non sfodera la sua spada, per paura di mostrare ai suoi compagni i suoi veri poteri, per questo continua ad essere colpito e sbalzato a terra. Ryuji si infuria perché ancora una volta Rin non ragiona come un gruppo ma decide di affrontare un demone di così alto livello da solo e anche gli altri due monaci lo seguono. Proprio quando Amaimon stà per strappare un occhio a Shiemi i monaci lo colpiscono con dei fuochi d’artificio e Amaimon si infuria e se la prende con loro. E’ una scena molto banale, la classica azione dove il protagonista sfodera tutto il suo potere incurante di ciò che potrebbe accadere, dopo aver visto i suoi amici morti od in questo caso in balia del nemico. Così Rin sprigiona il suo potere, una forza tale da distruggerlo, senza dargli un attimo di tregua però dando sfogo alla sua forza, questo lo ha fatto impazzire, perdendo completamente il controllo delle sue fiamme rendendolo un demone a tutti gli effetti. Però qualcosa non và la spada anti-demoni si stà per rompere, si vede spesso una piccola crepa nella spada, probabilmente non è stata creata per un potere così devastante o forse non dovrebbe essere usata da un demone. Tornando al mi discorso iniziale, dove ho detto che assomiglia molto a naruto, la scena dove i suoi amici vengono picchiati da Amaimon mi ricorda la morte di Inata per mano di Pain e Naruto poi lo sconfigge, poi quando Rin perde il controllo delle fiamme, mi sembra Naruto che usa il potere del Kyuubi e perde la lucidità mentale distruggendo tutto e tutti, mi sembra molto somigliante, forse troppo.

Sacred Seven episodio 3

Finalmente l’anime si fà più interessante, il misterioso robot che ogni tanto si vede è in realtà Night Kijima che è evaso al centro di ricerca del signor Yuuji Kenbi, sembra che questa persona faccia esperimenti per migliorare la qualità della vita sfruttando i poteri delle Gemme. Comunque kijima non è l’unico ad essere evaso, ma lo ha fatto anche Lau Fei Zui e sembra che vivono insieme. Il signor Yuuji sembra voler imbrogliare Kijima, poiché è a conoscenza che la sua scorta del siero per farli tornare umani, senza imprigionarli in forma di robot e dare sfogo a tutta la loro forza. Il ricercatore chiede aiuto a Ruri che a sua volta ha bisogno dell’aiuto di Alma. E’ evidente che quel misterioso scienziato pieno di soldi abbia fatto strani esperimenti sui privilegiati che hanno questo potere dentro di loro, infatti lui all’inizio della puntata usa una gemma per trasformarsi e combattere contro di lui, però poi la gemma si distrugge, quindi ogni volta che vuole sfruttare il potere della gemma ha bisogno di diversi fondi. Vale la stessa cosa per Ruri che per aiutare Alma a trasformarsi deve utilizzare una gemma per dargli il potere, in modo che possa controllarlo e tornare umano senza grandi sforzi, in tutta libertà. Allora la trappola per catturare Kijima comincia, mettono delle scorte del siero in una fornace, molto velocemente entra al suo interno sfruttando un potere per trapassare le porte e i muri, arrivando subito al suo scopo. Ma lo scienziato brucia la fornace ad un livello di calore molto alto, con scarso risultato allaga tutto e prova con le scosse elettriche che sembrano funzionare ma lui trapassa una stanza sicura. Finalmente arriva nella stanza di Yuuji, infatti, la sua missione secondaria era ucciderlo e si trova contro Alma trasformato, hanno un piccolo combattimento, dato che la loro forza è simile cercano di parlare e Kijima vuole essere libero non intrappolato come un topo da laboratorio. In fine scappa senza risultato, ma dice di aver trovato il suo prossimo bersaglio, è interessante scoprire più cose riguardo questi due fuggitivi, in particolare sulla ragazza Lau che si è vista molto poco e Kijima sembra non volerla in forma di Robot, forse perché ha un potere devastante e incontrollabile?

NO.6 episodio 3

Shion dopo essere entrato nel covo di Nezumi e aver scoperto il suo grande intelletto, visto la grande quantità di libri in suo possesso, il suo piccolo insetto al suo interno cominciava a svilupparsi e a crescere, divorandolo dall’interno. Nezumi ha continuato a osservare Shion e il No.6, ancora non è chiaro come mai ce l’abbia così tanto con quella città però sicuramente centrano le sue cicatrici ed il suo passato. All’improvviso Shion nota le sue mani nere e comincia a sentirsi male, un’eterna sofferenza, che lo fà contorcere. Grazie a Nezumi che cerca di confortarlo e a farlo ragionare riesce a incidergli il collo e a tirare fuori il piccolo verme che lo stava uccidendo. Mi piace questa strana personalità di Nezumi, spesso esageratamente negativo e aggressivo contro il No.6 però con grandi sbalzi di personalità comprende la difficoltà che ha passato Shion ed al lavaggio del cervello che è stato sottoposto, vivendo nel braccio No.6. Shion dormirà per 3 lunghi giorni, dopo essersi svegliato si accorge del suo cambiamento d’aspetto, i suoi capelli sono diventati completamente bianchi e il suo corpo è percorso da una lunga cicatrice che si ferma sulla guancia destra, come per ricordare di essere arrivato ad un passo dalla morte. La personalità di Shion come ci si aspetta è molto fragile, forse anche grazie a quello che ha dovuto passare, la distanza con sua madre, l’abbandono di tutta la sua vita dal giorno alla notte, può essere un grande shock. Però grazie a Nezumi, riesce a viverre, Nezumi sicuramente è un importante personaggio per Shion, la sua forza riesce a farlo reagire, senza di lui non sarebbe mai arrivato a questo giorno. Dopo aver mangiato, hanno una discussione molto interessante, Nezumi pensa che quella vespa assassina che si ciba degli umani, probabilmente mette le sue larve all’interno del corpo della persona per farlo crescere ed ucciderlo. Non siano semplici vespe, ma probabilmente animali o robot controllati dai grandi capi del No.6 che decidono di uccidere le mele marcie della città. Potrebbe avere ragione visto che Shion ha aiutato Nezumi, un pericoloso fuori legge, quindi la punizione ad aver abbandonato la sua vita precedente, piena di soldi e sogni non è stata abbastanza. Nezumi e Shion raggiungono un Hotel abbandonato e conosciamo una strana ragazza chiamata “Presta cani” gestisce questo grande hotel abbandonato fornendo ai suoi clienti uno o più cani per riscaldarli, visto che il riscaldamento non c’è. Sembra che questa ragazza ricerchi informazioni per Nezumi, mentre cercava ha trovato un biglietto scritto dalla madre di Shion, così il suo giovane figlio ha un attimo di felicità e fantastica sul fatto di poter salvare le persone che hanno dentro di se una piccola larva di vespa parassita. Però questa felicità viene spenta subito da Nezumi, contrario nell’aiutare il No.6, infatti gli dice che se avrà ancora intenzione di aiutare il No.6 dopo aver scoperto la verità saranno rivali. Quest’anime sicuramente per la sua trama, ha bisogno di queste scene di supance e eterno mistero, per dare al pubblico sempre grande curiosità nel guardarlo, infetti in ogni puntata c’è sempre qualche strano evento che non ci annoierà.

Steins;Gate episodio 16

Come avevo intuito Suzuha è la figlia di Hashida, subito all’inizio della puntata mi sembra già molto evidente, infatti, il venditore di spille lo descrive come un barile, proprio dicendo Baru (barile) mi è venuto in mente Mayuri quando lo chiamava Daru è un pò troppo simile come nome, sembrava molto sospetto. La puntata si svolge molto lentamente, assaporando gli ultimi momenti con Suzuha, ben presto Daru completerà la riparazione alla sua macchina del tempo, per farla tornare in dietro e cercare l’IBN 5100. Non mi sarei proprio aspettato che Mayuri sarebbe stata l’artefice nello scoprire chi sia suo padre, infatti la prova più grande che ci fornisce è il nome della macchina del tempo “FG204 2md edition ver 2.31” ed è il classico nome ai Gadget del futuro che dà Daru, questa è una prova inconfutabile. Dopo una piccola scena commuovente, con il classico abbraccio tra padre e figlia che finalmente si sono ritrovati, Suzuha se ne deve andare e promette di mettercela tutta. E’ una scena molto toccante, mi ero anche affezionato a Suzuha è uno dei personaggi più curiosi dell’anime ed anche uno dei più simpatici, peccato sia dovuta andare via. Bè è ancora presto dai ci sono ancora parecchie puntate, potremmo ancora ri incontrarla. Spensieratamente tutto il team, scherza sul fatto che Suzuha potrebbe farsi vedere con l’IBM magari con dei nipotini, sarebbe una scena comica. Però non accade nulla di questo, infatti Mr.Brown gli porta una lettera straziante di Suzuha dove scrive di aver fallito la sua missione, in sostanza qualcosa è andato storto, quando è andata in dietro nel tempo non ricordava nulla e così ha vissuto una vita normale. Poi quando ha raggiunto una venerante età cominciò a ricordarsi di tutto, dei suoi vecchi amici e della sua missione era chiaro che a quell’età non poteva più fare niente ed aveva fallito miserabilmente. La cosa ancora più triste è che Suzuha si sia suicidata, probabilmente non riuscendo più a vivere sapendo di non poter completare la sua missione di vita forse era un peso troppo grande. L’unica cosa che può fare Okarin è mandare una D-mail a Suzuha per avvertirla di andare nel passato e non fermarla come aveva fatto Okabe nel meting sulle macchine del tempo. Facendo così il loro presente cambia, incredibilmente Suzuha non si suicida ma muore di vecchiaia e anche se per ora non sembra essere riuscita a portargli l’IBM, comunque riesce a spostare il numero delle divergenze salvando così Mayuri dalla morte. Quest’episodio devo dire che è davvero fantastico, perfettamente comprensibile per ora, anche se certi episodi sembrano confusi alla fine si comprende tutto facilmente, la cosa triste è che in questo nuovo presente Suzuha non ha mai incontrato ne suo padre “Daru” ne Okabe e il resto degli amici che si era fatto ed è un pò triste però le cose dovevano andare così. Nel prossimo episodio tornerà un vecchio personaggio “Rumiho” che ultimamente è rimasto molto in ombra, forse deve fare una scelta importante? tornare Akihabara come la conosciamo? Non ne ho idea, alla prossima puntata ^^

Kamisama no Memo-chou & Itsuka Tenma no Kuro Usagi – Prime Impressioni


Kamisama no Memo-chou
Uno degli anime che rimpiango di non poter recensire, ha una trama molto interessante, per un certo senso ricorda un pò “Durarara!!” però per ora è un pò più semplice come trama. La storia comincia col conoscere “Narumi Fujishima”, il giovane studente con una vita molto monotona e tranquilla, lui è felice del suo stile di vita però tutto si scombussola incontrando Alice la “NEET detective” che lo fà diventare il suo assistente. Conoscendo anche gli altri membri del gruppo, tutti personaggi un pò fuori dal comune, con strani hobby, però un ottimo team fedele e serio quando si parla di lavoro. Così loro aiutano le altre persone, grazie all’abilità di Alice nel trovare informazioni, hackerando internet e quant’altro la rete gli possa fornire, telecamere di sicurezza, informazioni e quant’altro, rende Alice una neet detective. Come ho già detto avrei voluto recensire questa serie, però la durata di ogni puntata è circa 48 minuti questo richiede davvero troppo tempo da lavorarci sopra. Comunque la trama è parecchio interessante, il design è ottimo, mi piace molto le varie inquadrature del Giappone di posti più popolari o meno, infatti la prima puntata comincia vedendo la statua di Hachiko situata a Shibya, per mia fortuna l’ho vista nel mio precedente viaggio in Giappone. Il personaggio di Alice è molto curioso, a prima vista sembra una bambola per quanto sia piccola ed abbia quei lunghi capelli neri, poi il fatto che la mostrino sempre in pigiama o con vestitini da bimbi, la rendono molto carina per i fan lolicon. La sua particolarità è vivere solo di ramen e una strana bibita che ha nel frigo, lei vive così, è una strana idea quella di non lasciare mai la sua camera ed il suo letto infatti sembra quasi un hikikomori, però il fatto che voglia aiutare le altre persone non la rendono tale. Per concludere, consiglio a tutti questa serie, merita davvero e non è complicata da seguire, infatti secondo il mio modesto pensiero è un anime per tutti non per forza appassionati di generi, certo se amate il Giappone e vi piace vederlo anche in un anime, questo sarà sicuramente un suo punto di forza.

Itsuka Tenma no Kuro Usagi
Riuscendo ad avere un pò di tempo, sono riuscito a scrivere qualcosa anche di questo anime, che a mio avviso sia un ottima serie per intrattenere i fan dei Vampiri mischiati a storie romantiche, con qualche combattimento. Taito il nostro giovane protagonista, sogna spesso la stessa cosa, dove una bambina e lui si promettono amore eterno e lei gli morde il collo. Taito non riesce a capire se sia realtà o solo uno strano sogno, fatto stà che ora è grande ed ha vissuto una vita tranquilla senza incontrare niente di strano. Però dopo aver cominciato a sentire strane voci di una donna nella sua testa, pensa che dietro a quel sogno ci sia qualcosa di più. Taito salvando la vita ad una ragazza, viene colpito da un camion di un pilota distratto e vedendo tutto il sangue, il suo corpo maciullato in lontananza, per una strana ragione è ancora vivo. Si rende conto che il suo sogno è realtà e ricordandosi il nome di quella bambina “Himea Saito” comincia a ricordare il suo passato, per poi vedere la ragazza a cui aveva dichiarato il proprio amore e da li tutto cambiò.