Hidan no Aria episodio 4

In questa puntata scopriremo molte cose dei protagonisti, sia di Aria che Kinji e assisteremo ad un bel combattimento contro un avversario che conosciamo molto bene, anche se personalmente pensavo che avesse avuto uno scopo diverso e fosse un alleato, invece che un nemico. Kinji si sveglia dopo aver avuto un incubo di una nave che è stata attaccata da un Butei Killer, però non è solo un incubo ma è il suo passato. Il fratello di Kinji è stato coinvolto nell’incidente della nave da crociera, riuscendo a far evacuare gli ospiti e l’equipaggio ed ha finito per essere l’unico a morire, ma anche dopo il suo ottimo comportamento altruista, aiutando gli altri e sacrificando sé stesso, la società lo ha criticato. Kinji ha imparato che i Butei vengono criticati anche se perdono la vita salvando le persone ed è il motivo per qui non vuole essere un Butei. Kinji incontra Aria e sembra essersi vestita di tutto punto, per un appuntamento? No, semplicemente per andare al dipartimento di polizia dove è stata rinchiusa sua madre. Kanae la madre di aria è stata arrestata per dei crimini ma aria è sicura che sia stata incastrata quindi cerca un partner per risolvere i casi, dando la colpa al vero colpevole. Assistiamo ad una scena molto ecchi, Riko è in una stanza privata con Kinji e gli fa delle avance, provocandolo, saltandogli in braccio e dandogli una leccata ad un orecchio. Gli mostra un documento del dipartimento di polizia che riguarda sua fratello coinvolto nel dirottamento di una nave ad opera di un Butei killer che ha per l’appunto ucciso suo fratello. Dopo tutte queste provocazioni di Riko il suo sangue ribolle e la fase Hysteria Mode si è attivata, cambiando personalità. Kinji è convinto che ci sarà un nuovo dirottamento, però questa volta di un aereo puntando ad Aria. Così sfruttando i suoi privilegi di Butei riesce ad entrare nell’aereo, anche se non riesce a fermare l’aereo ed incontra Aria. E’ una scena parecchio poetica, fuori piove e tuona ed Aria è terrorizzata dai fulmini che si spaventa di continuo, però Kinji gli stringe la mano per proteggerla, non come compagno ma come amico è molto sdolcinato come momento ma è comunque sempre carino. All’improvviso l’aereo viene dirottato, comunicandolo in tutte le cabine e Aria e Kinji vedono una donna che beve un bicchiere di vino, il probabile dirottatore e con stupore si toglie la maschera ed è Riko. Sembra che sia ossessionata dal essere la numero Quarta ed ha deciso di uccidere Aria, scopriamo che Riko per fare tutto questo ha messo la bomba sulla sua bicicletta e sull’autobus, ha addirittura ucciso suo fratello. Aria e Riko combattono entrambi con doppie pistole, è un combattimento molto avvincente molto stile matrix e rapido, anche se le loro pistole non sono armi letali, i loro colpi devono essere sparati a bruciapelo per essere efficaci. Aria e Kinji riescnono a fermare Riko lavorando assieme, ma Riko riesce ad estrarre un coltello con i capelli e a tagliare aria per poi sparare un colpo a bruciapelo ferendo Aria. Forse tutto questo non sarebbe successo se Kinji non avesse usato il suo potere nascosto “Hysteria Mode”, però nel prossimo episodio vedremmo il combattimento finale.