Beelzebub episodio 1 – Prime Impressioni

Finalmente ho potuto vedere Beelzebub, uno degli anime di questa stagione che mi interessava, bè dopo averlo visto mi sarei aspettato qualcosa di più, di certo è un buon prodotto, una storia caruccia, uno stile di disegno buono, nel complesso è uno di quegli anime di vecchio stile sia nei disegni che nella storia, è molto divertente, però mi ricorda molto il periodo in cui era uscito GTO e una serie incredibile di manga di delinquenti. La storia comincia in una scuola chiamata IPSIA Ishiyama la peggiore di tutto il Giappone, piena di delinquenti. Oga è il nostro protagonista, un giovane delinquente che fà a botte molto spesso, una sorta di star degli istituti, tutti vorrebbero batterlo per prendere il suo posto, del più cattivo e più forte. Ma la sua vita cambia con l’incontro di un Bambino, un pargolo a dir poco fuori dal normale, Oga mentre stava picchiando e torturando un gruppo di ragazzi sulle rive del fiume, vide uno strano uomo galleggiare. Appena arrivò sulla riva gli diede il bimbo e scappò, Oga cercò di comunicare con il marmocchio però non riusciva a fare una faccia carina, riusciva solo ad avere espressioni paurose da mafioso o da demone, così il pargolo si affezionò a lui. Subito capisce che non sia completamente normale perch’è quando piange fa uscre dal suo corpo una grande quantità di elettricità facendo male a tutte le persone vicine, così cerca di farlo felice e di tenerlo occupato. Il marmocchio non è come gli altri si diverte nel vedere degli studenti azzuffarsi per un panino con lo yakisoba. Poco dopo Oga va a casa di Furuichi un suo amico per mangiare e per cercare di scaricare a lui il fardello, dandogli il bambino, ma questo non si stacca da lui. All’improvviso apparve Hildegarda la balia di quel bambino, non è una semplice donna ma un demone, gli racconta ai due che quel bambino diventerò il futuro Re dei Demoni ed il suo nome è Kaiser de Emperana Beelzebub IV, meglio conosciuto come il principe dei demoni. Li informa anche che suo padre, l’attuale Re dei demoni non abbia avuto tempo per occuparsi di suo figlio e ha deciso di scaricarlo sulla terra in cerca di un momentaneo padre per distruggere la terra e dare la prova di essere un Principe Demone. Hildegarda cerca di prendere il piccolo marmocchio, ma non si stacca per niente da Oga che non vuole essere suo padre, quindi Hildegarda deve ucciderlo per toglierlo di mezzo dalla testa dei principino. Oga fugge, riuscendo per fino a dare un calcio al drago di Hildegarda, però lei è molto veloce e avvicina la spada alla guancia di Oga che gli provoca un laglietto che fà uscire una goccia di sangue, che casca sul viso del bambino. Il principino comincia a piangere provocando una grossa quantità di elettricità che allontana tutti da Oga. Hildegarda dice che in occasioni come queste, bisogna solo aspettare che il principino si calmi, visto che l’unico che può calmarlo è il suo vero padre. Incredibilmente Oga riesce a tranquillizzarlo mettendo la mano sulla sua testa e dicendogli che un ometto non dovrebbe piangere, la gente potrebbe pensare che sia un debole. Oga si allontanana dal bambino ed un traliccio dell’alta tensione cade, dopo essersi rotto dalla scarica elettrica del bambino. Oga senza pensarci due volte prende il bimbo e lo protegge, ma il traliccio è troppo vicino, non cè modo di scappare, in qualche modo Oga e il principe riescono a sprigionare un immenso potere che riesce a bruciare il traliccio, polverizzandolo. Oga dopo aver dormito per due giorni, pensa che sia stato tutto un sogno, ma Hildegarda e il marmocchio sono li vicini a lui. Così Hildegarda e Oga dovranno fare del loro meglio per occuparsi del futuro re dei Deomoni.