Shiki episodio 17

Il giovane monaco Muroi passeggia nella fitta foresta pensando a cosa dovrebbe fare, e incontra Tohru che senza mostrarsi, gli dice di non guardarlo e gli racconta dia ver ucciso il suo migliore amico, anche se non voleva realmente ucciderlo ma gli hanno detto che se non lo avrebbe attaccato la sua famiglia sarebbe stata tutta uccisa, così è stato costretto a farlo. Però anche se non vuole uccidere, continnua ad attaccare le persone, è costretto dalla sua fame di sangue poi dice al monaco di andarsene e di dimenticarsi di lui, Muroi gli dice che le persono possono anche chiamare ciò che ha fatto “peccato”, eppure chi potrebbe rimproverarlo per il desiderio di voler vivere? Poi comincia a pensare alle parole di Sunako quando diceva “La morte è una cosa terribile per tutti, Giovani vecchi, buoni e cattivi è lo stesso per tutti”. Il giorno dopo un amico del Monaco lo informa che Tsurumi è morto, ma ha detto alla sua famiglia di non voler andare in clinica e nel caso morsse di farsi organizzare il funerale alle Pompe Funebri, degli Shiki. Poco dopo Muroi sente sua madre e scopriamo che Shinmei, il padre del monaco è sparito, così subito dà un’occhiata al suo portatile e trova un documento con scritto che la sua porta è sempre aperta, ma se perpiacere lasciano stare sui figlio e sua moglie. I giorni seguenti, il monaco riceve la visita di Kaori, è parecchio trasandata, tutta sporta di terra, sembra che suo fratello Akira non sia tornato, e i suoi famigliari siano morti, così ha deciso di scavarsi la fossa, visto che sarà la prossima. Muroi cercando di tirarla su col morale, non riesce visto che lui non si sente in pace con sè stesso. Così Muroi decide di andare alla vecchia casa in stile ocidentale, intanto sua madre chiama Ozaki dicendogli che Muroi è sparito se en sapeva qualcosa. Nella notte Hashiguchi chiama Ritsuko dicendogli che c’è qualcuno che gli tiene chisi in casa e non gli fà uscire. Ritsuko chiama Ozaki, dicendogli che stà andando a casa di Hashiguchi, Ozaki capisce che sia una trappola, però Ritsuko non sà nulla di questo Shiki, se solo gle ne avesse parlato. Così Ritsuko mentre vede un camion con dentro Hashiguchi viene morsa da dei misteriosi Shiki, Ozaki che è andato subito a cercarla la vede luno la strada visibilmente pallida e capisce che sia troppo tardi. Ozaki torna nello studio e incontra Chizuru, appena la vede cerca di ucciderla ma suo marito dalla distanza gli distrugge l’arma grazie al suo fucile di precisione, i due chiacchierano Ozaki si lamenta della stupidità dei paesani che fanno finta di non vedere nulla e accettano tutte queste morti, poi lei si avvicina dicendo di amare gli uomini come lui, così lo morde e gli ordina di bruciare tutti i documenti sulle morti che ha certificato. FIN

Shiki episodio 16

Tohru ad ogni vittima che fà mette una rosa fuori della casa di Natsuno, perch’è si sente in colpa nel uccidere un altra persona, cosè mentre è li a pregare viene interrotto da Seishirou dicendogli che Sukano vuole parlargli. Intanto Nao pensa al suo passato, dovete sapere che Nao ha avuto un passato molto tragico, nata da due genitori dediti all’alcool e al gioco d’azzardo, dopo aver commesso l’ennesimo reato sono scappati lasciandola da sola. perfortuna quando diventò grande conobbe Mikiyasu, che gli diede una famigli acogliente come avrebbe sempre voluto, e un figlio adorabile. Anche se non ha mai avuto una famiglia, quella che si creò con lui era una famiglia perfetta, dei nuovi genitori, e un marito amorevole, per questo morse tutta la sua famiglia, per farli diventare Shiki come lei e vivere la loro felicità per sempre, però nessuno dei suoi famigliari si risvegliò. Nao provava anche un pò di invidia verso Junko, che era ancora un umana senza aver perso alcun famigliare, quindi li odiava e chiaramente li attaccherà nel sonno. Intanto Tohru preoccupato per essere stato chiamato da un prezzo grosso come Seishirou, appena vide Sunkano gli raccontò del suo passato. Sunkano molto tempo fà soffriva quanto Tohru a dover uccidere la gente, un giorno si svegliò dentro il buio di una bara, pianse e urlò molto, fino a quando arrivò qualcuno e la salvà poi attaccò quella persona, perch’è aveva fame. Quando tornò a casa fu subito mandata in una città sconosciuta e rinchiusa in un buio magazzino. Ogni giorno qualcuno gli portava da mangiare e lei attaccò ogni persona che entrava da quella porta, è sicura che i suoi genitori la stessero nutrendo, nonostante ciò che era. In quel luogo buio imparò molte cose, comprese addirittura che creatura era, poi decise di scappare da li mordendo ogni persona che incontrò, fino a quando non vide che nella sua vecchia casa non c’erano più i suoi genitori ma persone diverse. Pensando che si erano trasferiti, cominciò a cercarli per tantissimo tempo. Nel frattempo passò talmente tanto tempo che sua madre doveva essere di sicuro già morta, comunque continnuò a cercare; Quando se ne rese conto era passato così tanto tempo che persino la mia sorellina doveva essere morta in modo naturale. Intanto la vita scorre tranquillamente, ma non passa giorno in cui Akira e Kaori non pensino al loro padre ucciso dagli Shiki. E all’improvviso il loro padre decise di tornare, ma non poteva entrare nella loro casa, bloccato da un muro invisibile, il loro cane continnuava ad abbaiare, non riconoscendo il suo vecchio padrone. Così sua mogli si svegliò e aprendo la porta vide suo marito, così cascando a terra, impaurita pensando che era uno spettro e cominciò a scappare, ma suo parito riuscì a prenderla per un piede e la tirò fuori, fino a che non la morse per cibarsi. La mattina seguente i due fratelli si svegliarono, stranamente non era la loro madre a svegliarli come faceva abitualmente, ma si svegliarono per i fatti loro, appena andarono nella stanza della madre per salutarla, visto che andavano a scuola, capirono subito che era stata morsa dagli Shiki. Akira decise di comprare qualche amuleto per proteggere la casa e mentre và al negozzio sente degli anziani che parlano di qualche misteriosa persona che è entrata nella casa della famiglia Maeda. Così dopo essersi preso un paletteo di legno, decide di entrare in quest’appartamento e di ispezionarlo, con gran stupore dietro ad una tenda trova il corpo morto di Iwao. Decise di trafiggerlo con il paletto, ma da dietro apparve Tatsumi che lo legò vicono al cadavere; Akira dopo essersi ripreso capisce di essere il pasto di Iwao. FIN

To Aru Majutsu no Index II episodio 9

Con il Daihaseisai, Academy City è piena di vita approfittando della situazione, stà avendo uno scambio di “Stab Sword” un’arma spirituale capace di uccidere i Santi in un colpo solo, il nome del corriere è Oriana Thompson. E casualmente Touma si è imbattuto in questa persona misteriosa, decide di seguirla e contattare Tsuchimikado per informarlo della situazione, mandandogli via GPS il luogo in cuoi si trova per seguirla. Appena le manda Thompson comincia a scappare, Touma intanto viene raggiunto da Tsuchimikado e Stiyl, così tutti e tre la seguono, anche se è molto abile nel seminarli, poi decide di nascondersi in un parcheggio di autobus, subito vengono accolti da delle trappole magiche, per fortuna Touma con il suo braccio destro riesce a bloccare qualsiasi attacco magico. Così i tre fanno gioco di squadra netraulizzando tutte le trappole, ma sembra che hanno sprecato troppo tempo, infatti Thompson è già al sicuro ben lontana da loro. Tsuchimikado raccogli i fogli magici che lascia la Thompson, per poi cercare di trovarla grazie a quei biglietti. Stiyl comincia un rituale magico chiamato “Formazione Razionale da Tutte le Direzioni” che servirà per scoprire dove si trova Oriana, però sembra che quei fogli magici siano protetti da un’autodifesa per questot ipo di incantesimo, che danneggia il mago che ne fà uso, così Stiyl con la sua magia del fuoco viene ferito e torturato più volte per riuscire a trovare Oriana. Touma appena vede Stiyl cascare a terra dal dolore, se la prende con Tsuchimikado che però anche lui ha dovuto usare della magia, e infatti è sanguinante, Tsuchimikado gli dice che entrambi siano Maghi professionisti e sanno a cosa vanno in contro e poi devono riuscire a non fargli ottenere la Stab Sword, che provocherebbe solo un sacco di dolore e morti, così devono fare tutto per salvarla per il bene del futuro. Dopo aver trovato le coordinate di Oriana le guardano sul cellulare do Touma, guarda caso è la scuola media Tokiwadai quella che frequenta Misaka Mikoto. Tsuchimikado e Touma si sporcano i loro vestiti, per poter intrufolarsi nella scuola spacciandosi per studenti, così i due si trovano a dover partecipare ad una gara sportiva di una delle migliori scuole di Maghi di tutto Academy City. La competizione si chiama Il lancio della pallina, che vedrà sfidarsi 200 studenti della Scuola Media Minamizawa e 20 studenti della scuola Media Tokiwadai, i nostri due eroei controllano i canestri per cercare tracce che dovrebbe aver lasciato Oriana. Misaka appena lo vede è chiaramente infastidita dalla sua presenza, pensa che ce la stia mettendo tutta per vincere la loro scommessa, Touma appena vede una ragazzina in pericolo va a salvarla e incontra Misaka vicino al palo del canestro, e nota un bigliettino, così gli dice di fermarsi e non toccarlo, dicendo che gli spiegherà tutto dopo, ma lei fraintende pensando che lui si stia prroccupando per lei. Così Misaka agitandosi stà per toccare il biglietto e Touma gli corre in contro spingendola a terra, lei arrossisce vistosamente e pensa che Touma la stia per baciare, invece si alza e note che il biglietto non sia di Oriana. Intanto Fukiyose, l’albitro della competizione, chiama Touma toccando la sbarra del canestro e in poco tempo sviene a terra, Touma accorre toccandola per cancellare l’attacco magico uscito dalla carta piazzata da Oriana, però non essendo una maga quell’attacco è molto forte per lei che è costretta ad andare all’ospedale in barella. Touma dopo aver visto una sua cara amica perdere i sensi, si promette di fare sul serio e di prendere a pugni la sua stupida illusione. FIN