Happy Halloween

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Yosuga no Sora episodio 4

Migiwa cerca di suonare il violino a Haruka, ma per qualche motivo non ce la fà, forse anche per il fatto che ha sempre suonato solo esclusivamente per Akira, mentre i due tornano a casa vengono fermati da Yahiro Ifukube, molto preoccupata perch’è Akira non si è fatta vedere, ed aveva un appuntamento con lei, questo è molto strano visto che lei mantiene sempre le sue promesse, e sembra anche che a Motegi, così tutti molto preoccupati corrono al templio, e Haruka la trova svenuta in terra. Sciuramente è stato per il festival estivo, che si è data troppo da fare, consumando tutte le energie, dopo aver chiamato il dottore del paese e avergli fatto una visita, sembra che abbia solo di affaticamento, comunque Migiwa si sente in colpa, visto che si è comportata come suo padre che l’ha abbandonata. I giorni successivi Kazu cerca di di dare una mano, il più possibile ad Akira, anche se Akira capisce che stia facendo tutto questo perch’è si sente in colpa, così gli chiede se le cose vadano bene con Haruka, lei risponde che non ci sia niente fra di loro, Migiwa si arrabbia dicendo che la cosa che gli importa sia esclusivamente che Akira stia bene e in salute, così Akira gli chiede se ama più lei che haruka e la bacia. Migiwa la respinge spingendola via, Akira gli dice che non deve più tormentarsi per lei, visto che è felice così com’è, e gli chiede se stà facendo tutto questo solo per alimentare l’odio che nutre verso il loro padre, avendo centrato il punto dolente, Migiwa scappa via, pensando a quello che stava facendo. Finalmente è il compleanno di Akira, e tutti i suoi amici gli hanno portato un regalo, stranamente Migiwa non si è fetta vedere, così finita la festa, Akira gli racconta che loro due sono nate nello stesso giorno, e che Migiwa non sia venuta per rubare la festa ad Akira, così Haruka pensa di fargli una torta come regalo. Haruka in tarda sera decide di andare da Yahiro Ifukube per chiedergli il passato di Akira, anche se a noi ci mostrerà più tardi quello che si sono detti. La mattina seguente Haruka porta il regalo a Migiwa, che alla fine non è una torta ma un carion con un messaggio dentro, ma Migiwa non si sente bene, in realtà stà bene solo che non vuole uscire o parlare con nessuno, vuole stare solo con i suoi pensieri così lo da alla cameriera per portarglelo. Ed eccoci al festival estivo, e Migiwa si fa vedere e incontra Haruka, inizialmente sono un pò timidi, e lei si scusa per come si è comportata, ringrazziandolo di avergli dato quel regalo con un biglietto al suo interno, con scritto “mi manchi, ti aspetterò sempre”, i due fanno un giro per il festival, chiacchierando del passato di Akira, qui scopriamo che cosa gli ha detto Yahiro, ovvero che in origine Akira è stata cresciuta dal vecchio che accudiva il tempio, quando però morì lei rimase sola così si propose per occuparsene, così suo padre gli dava i soldi per mantenerla, tutto in modo segreto. Migiwa porta Akira in un sentiero che conosce solo Akira, e li vede Akira con il loro padre, che gli scambia una tenerezza, accarezzandogli la testa, questo riesce ad aprire il cuore di Migiwa verso suo padre, che alla fine è una brava persona. La puntata finisce vedendo Migiwa suonare il piano ad Akira e a Haruka, e mentre quel soave suono gli coccola la mente, Haruka chiude gli occhi e pensa a quello che ha combinato la notte scorsa con Migiwa, infatti i due hanno animatamente amoreggiato spingendosi anche oltre ai semplici baci e carezze, sapevo che alla fine quest’anime si sarebbe spinto oltre, ma dopo aver preso la decisione di continnuare quest’anime, sapevo a cosa andavo in contro, e quindi sapevo che avrei visto certe scene ben censurate, ma questo non è un problema visto che se tutto è circondato d’amore e da tenerezze è bene parlarne e scriverlo ^^, Fin.

Hyakka Ryouran Samurai Girls & Star Driver – Prime Impressioni

Hyakka Ryouran Samurai Girls
Ho visto le prime due puntate di questo anime, e devo dire che non è per niente male, di interessante ha il design molto particolare e nei combattimenti sullo scermo sembra scendere goccie di inchiostro, un effetto molto carino gli dona. Da quello che ho capito, la storia si svolge in un epoca strana, sembra tutto antico all’epoca shogun però alla fine ci sono i cellulari e parlano dell’istituoto scolastico, per ora è molto confuso. Però ha degli ottimo combattimenti, per gli appassionati di scene ecchi, ce ne sono in gran quantità, tutte rigorosamente censurate da goccie di inchiostro, apparte questo la storia si svolge in un paese del giappone, nel periodo 20° anno del periodo Shiuwa, Muneakira Yagyuu il nostro protagonista andò in un dojo che dovrebbe essere abbandonato, ma trovò due donne che erano ricercate, e cercavano di parlare con il consiglio perch’è una previsione di Yukimura Sanada protava oscurità e distruzione. Mentre chiacchierano vengono attaccati da Hattori Hanzou, e con una bomba accecante decidonod i scappare. Pochi giorni dopo Hattori riesce a trovarli, ma mentre scappano una misteriosa luce scende dal celo e lo distrae, come una bomba spazza via tutto e tutti, e scende una bellissima donna che lo bacia, con quel bacio cambia, da debole e tranquilla a demoniaca e assetata di sangue. La donna scesa dal celo si chiama Yagyuu Jubei e comincia ad attaccare Hanzou con una foga ed un’aggressività incredibile, Jubei decide di farla finire, stà per uccidere Hanzou ma Muneakira riesce a fermarla, e sembra tornare in sè. Và bè poi la puntata và avanti, in sostanza la sacerdotessa Sanada ha sognato uno spaventoso futuro, un ombra malvagia stà per abbattersi sul Giappone, probabilmente e Jubei, e dopo essersi risvegliata sembra una bambina infantile, non è per niente la persona di prima, anime che consiglio vivamente.

STAR DRIVER: Kagayaki no Takuto
Quest’anime è molto carino, premetto che non sono un grandissimo fan delle serie meccha, dopo aver visto i primi tre episodi ho pensato che meritasse uno spazzietto nel mio Blog, è un pò strana come storia dopo vi spiegherò perch’è. Allora la storia gira attorno a Takuto, il nostro protagonista, che viene trovato da Sugata e Wako sulla spiaggia, gli racconta che è scappato di casa ed ha deciso di nuotare fino a quell’isola, subito si capisce che il nostro protagonista è molto particolare, e Sugata un personaggio molto nobile e ricco, lo trasferisce nel dormitorio della scuola e lo iscrive alla scuola. Questa scuola però è molto particolare, gli studenti oltre a studiare hanno una sorta di setta segreta chiamata “Ordine della Croce Stellare Splendente” che cerca di rimuovere il sigillo ad un pericoloso robot umanoide; però per fare tutto questo serve la monaca Wako anche chiamata “la Vergine del Tempio”, così questa setta più volte la rapisce, e quando accade questoentrano in una sorta di tempo dimensionale, in cui viene fermato il tempo. E qui entra in gioco il misterioso ragazzo arrivato dal mare Takuto, che con il suo Cybuddy chiamato “Tauburn” proteggera la sacerdotessa, per non permettere a quella setta di evocare quella misteriosa creatura, sigillata sotto l’isola. In sostanza è così che si svolge tutto l’anime, chiaramente tutto viene svolto tra scuola e combattimenti fra robot, la cosa strana che dicevo prima è che i capi e i membri di questa setta, sono chiaramente i ragazzi che svolgono le lezioni nell’unica scuola sull’isola, anche se quando sono nella loro base hanno delle maschere e si vestono diversamente si capisce chiaramente qualè il vero volto di quella persona, questa cosa mi lascia un pò perplesso, ma non è niente di importante.

Shiki episodio 12

E’ passato un pò di tempo dall’ultima recensione di Shiki, ho avuto un pò di problemi ad ottenere la puntata, come sappiamo Natsuno è stato morso da il suo grande amico, in questa puntata Natsuno parlerà con Kaori e Akira dicendogli che è stato morso, e che se ne devono andare via da questo paese, però loro vogliono aiutarlo e sconfiggere questi mostri, Natsuno poi se ne và dicendo di non avvicinarsi più così tanto a loro visto che la prossima volta potrebbe essere diverso, ovvero essere affamato di sangue umano. Nella notte Natsuno aspetta fuori casa, ben nascosto, Tohru che dovrebbe passare a casa sua per morderlo ancora, ma appena lo vede fuori dalla finestra di casa sua sembra impaurito nel entrare, ad un primo momento sembra rinunciare a fargli visita. Però Natsuno si fà vedere chiedendogli di lavorare assieme per non fargli mordere e magari far morire altre persone, ma lui non vuole uccidere nessuno è solo che è troppo affamato per fermarsi, Natsuno gli mostra il braccio per donargli il sangue, ma lui non vuole morderlo, ma quando sente il sangue pulsare nelle sue vene non riesce a resistere che gli salta addosso, come un vampiro assetato di sangue. Intanto Megumi guardava il paesino dall’altro e viene interrotta da Tatsumi che ha un lavoro per lei, deve mordere il padre di Kaori, dicendo anche che Kaori si è molto avvicinata a Natsuno e quindi ci penserà lui a morderla, questo chiaramente è chiaramente un metodo per imbrogliare Megumi, dandogli quelle informazioni lei eseguira il suo lavoro di mordere il padre, però poi vorrà uccidere anche Kaori, visto che è molto gelosa di Natsuno. Comunque le giornate successive, vedono Natsuno sempre più stanco, e chiaramente ammalato, il padre non sà come comportarsi, chiede anche alla moglie che si vede chiaramente, che è stata morsa anche lei. Il padre di Natsuno Yuuki, tornando a casa incontra Kaori e Akira, che gli chiedono se possono far vistia a Natsuno, è ancora infastidito dalla volta scorsa, in cui una bambina continnuava a voler entrare in casa sua, così non li prende molto in simpatia, comunque Natsuno riesce a farli entrare, e tappezzano la camera di Sutra e Manta per non far entrare i vampiri. Il giorno dopo i Kaori e Akira tornano a fargli visita, e vengono subito mandati via da Yuuki, visto che Natsuno è parecchio stanco e vicino alla morte, gli invita ad uscire di casa, anche se si comportano educatamente, il padre non vuole capire che Natsuno è in pericolo di morte, dopo averglelo detto sembra capire e decide di sorvegliare Natsuno nella notte. Calata la notte il padre di Kaori torna a casa e incontra Megumi, un pò sovra pensiero la saluta come se niente fosse, e dopo ricorda che era morta, ma è troppo tardi e Megumi lo morde. La puntata finisce vedendo Natsuno chiedere al padre di aprirgli la finestra, e Yuuki gli dice che passerà ogni tanto a controllarlo, comunque nascosto fuori dalla finestra c’è Tohru pronto a dargli l’ultimo morso che lo ucciderà, alla prossima puntata.

Bakuman episodio 4

Puntata molto carina, specialmente circa a metà quando Moritaka icontra per puro caso Azuki e c’è uno scambio di sguardi e varie timidezze, molto carina, comunque c’è tempo per occuparsi di quello. Moritaka dopo essersi promesso di cominciare da subito a lavorare per il suo futuro da mangake, disegna nello studio dello zio, ora mai diventato suo, e ci insegna una cosa molto interessante su come disegnare un manga, la maggiorparte dei professionisti usano le G-pen che dà dei migliori effetti alle linee e più atmosfera ai disegni, e suo zio non riusciva ad usarla bene così usava la Kabura-pen (kabura=rapa) che è molto più semplice, va bene per chi disegna gag manga, che hanno meno bisogno di sfumature o effetti. Il giorno dopo a scuola, finisce col addormentarsi alla lezioni, senza accorgersene la notte scorsa lavorò senza accorgersi che era parecchio tardi, perfortuna sua madre la chiamò per tornare a casa. Raccontò a Takagi quello che aveva fatto nello studio, cioè fare pratica con la G-pan, ma è ancora molto difficile per lui, poi Moritaka decise di dare una copia della chiave dello studio visto che potrebbe fargli comodo andarci quando vuole. Finalmente gli esami sono finit, quindi i nostri protagonisti possono finalmente dedicarsi completamente al loro manga ed entrambi con molta voglia di fare vanno allo studio. Moritaka fà vedere a Takagi i suoi disegni, compresi dei bellissimi paesaggi, anche se è parecchio bravo è molto infelice e critico sui suoi lavori, così continnua a disegnare, Takagi decide di leggere quanti più manga può, per cominciare a inventarsi una storia per il loro manga. Scopriamo anche una cosa molto interessante, chi fà una pagina di un manoscritto per prima cosa disegna uno schizzo basato sul name, poi vanno aggiunti a penna i personaggi e gli sfondi e in fine si aggiungono gli effetti e i toni, per mè che ho sempre letto i manga, sapevo che c’era molto lavoro dietro ad una sola pagina, ma non pensavo ci fossero così tante cose da fare, e così’ tanti passaggi. Moritaka dice i tre requisiti più importanti per diventare un mangaka, ovvero SUPERBIA, IMPEGNO e FORTUNA, tutti in fine lavorano sodo per il loro mango, facendo pratica e leggendo. I giorni successivi a scuola erano sempre molto stanchi, era quando uscivano per tornare allo studio che davano tutte le loro energie; un giorno passarono per un supermercato e Takagi prese una rivista chiamata “Jack” e legge di un certo “Niizuma Eiji” che arriva secondo del premio Tezuka che ha solo 15 anni e sia Takagi che Moritaka ne sono un pò gelosi e invidiosi. Comunque le giornate successive a scuola si svolgono molto velocemente, e sembra che ci siano molti sfidanti che vogliono diventare mangaka, così decidono di impegnarsi ancora di più, e mentre sono al parco Moritaka decide di andare all’universita North Yakusa, per avere molto tempo libero e esercitarsi con i manga, però Takagi gli chiede se gli vada bene non andare nella stessa scuola di Azuki, a lui và bene andare in scuole diverse, così sarà più romantico. La prossima volta che si incontreranno dopo il diploma delle medie sarà quando Moritaka sarà diventato un mangaka e Azuki una doppiatrice, fino ad allora si sentiranno via e-mail. Visto che Nizuma Eiji è diventato popolare, classificandosi nei primi posti ora avrà di sicuro un editore, e Takagi senbra conoscerne uno, decidono di creare un manoscritto completo per la fine dell’estate e poi darlo al editore, così decidono di tornare a casa con grandi speranze. E quando corrono sulla strada di casa incontrano Azuki, sua sorella e sua madre, e Moritaka decide di non fare niente, forse anche grazie alla sua timidezza, decide di non dirgli niente e fare finta di nulla e qui ci sono quegli scambi di sguardi, molto teneri fra due innamorati timidi all’inizio della storia, molto romantica come scena, è difficile descriverla, ma in sostanza Azuki e Moritaka in due occasioni si fermano guardandosi negli occhi, però senza dire niente, tante volte non serve dire niente, basta solo il battito del cuore per capire tutto. La puntata finisce vedendo Niizuma che disegna sfrenatamente manoscritti, e riceve una chiamata dal suo editore, sembra un ragazzo un pò pazzo, bè alla prossima puntata ragazzi ^^.

Yosuga no Sora episodio 3

Ho fatto bene a recensire quest’anime, davvero merita molto, ogni volta che lo vedo è sempre un piacere, infatti oggi vedremmo la coppia Haruka e Migiwa, infati se vi ricordate la puntata precedente, ci avevano lasciati con Haruka che urigliava Migiwa e Akira che erano nello spogliatoio, e una frase molto strana lo ha fatto riflettere, quella parola era “sorella” Migiwa per rivolgersi ad Akira la chiamò sorella questo era molto strano, così Haruka mentre tornava a casa ripensava a quel fatto, e in effetti Migiwa trattava Akira come una sorellina da proteggere. Girando l’angolo Migiwa raggiunse Haruka, capendo che aveva sentito quella cosa della loro conversazione nello spogliatoio, così gli raccontò tutto, in sostanza Akira è nata dal raporto che suo padre ha avuto con un’altra donna, ma non ha voluta riconoscerla come tale, e l’ha abbandonata senza darle niente, visto che suo padre non fà niente per Akira, Migiwa cerca di fare del suo meglio per aiutarla. Il giorno dopo a scuola tutto si svolge tranquillamente, Ryouhei un loro compagno di classe invita tutti i ragazzi ad una gita sulla spiaggia a prendere il sole e quant’altro. Al mare tutto si svolgeva molto allegramente e piacevolmente, questo aiuto Haruka e Migiwa ad avvicinarsi l’un l’altro, visto che stavano sempre assieme e si facevano compagnia, chiaramente in lontanza c’era sempre Soara che li guardava un pò gelosemente. Nel ritorno Haruka chiede a Migiwa di suonare il violino per lui, pochi giorni dopo i due rimangono soli, Soara torna a casa con una sua amica e Akira ha un sacco di cose da fare per il festival estivo, così i due tornano a casa da soli e decidono di lavorare a loro volta per il festival estivo, però dopo aver passato delle belle ore assieme Migiwa riceve una telefonata da suo padre, perch’è è in ritardo per la sua lezione di violino. Pochi giorni dopo Migiwa e Haruka passano per il tempio e vedono il padre di Migiwa fare visita a Akira, così lo salutano e lui la scrida perch’è ha fatto tardi e deve mantenere le promesse che ha fatto, e dopo Haruka si presenta, è molto grato a suo padre, il dottore del paese quindi lo prende in simpatia, e Haruka si scusa per aver fatto far tardi a Migiwa inventandosi che gli faceva da guida per il paese. Visto che oggi Migiwa non ha impegni o cose da fare decide di accettare l’invito di Haruka di trascorrere del tempo assieme, e vanno nella città vicina per giocare in una sala giochi e per fare una passeggiata. Nel ritorno Haruka gli dice che voleva che si sfogasse un pò e si divertisse visto che si prende cura di Akira, questo fà imbarazzare Migiwa comunque riesce a chiederli se sarà libero fra due settimane per una festa di compleanno per Akira, e Haruka accetta volentieri, mentre i due si avvicinano Haruka prende la forza per baciarla. Intanto Akira vede Sora che vaga per il paese, la invita a mangiare un gelato nel negozio di Hiro così le due chiacchierano un pò del fatto che Haruka e Migiwa siano molto simili visto che si preoccupano più degli altri che per se stessi, dopo essersi salutati Akira perde l’equilibrio cascando a terra, probabilmente per aver lavorato troppo sia per il fetival estivo che per dover occuparsi del tempio. FIN

To Aru Majutsu no Index II episodio 3

Finalmente sono riuscito a vedere la nuova puntata di To Aru Majutsu no Index II in questa puntata capiremo molte cose, e il mistero di Ursula si infittisce, il clero delle suore Romane hanno trovato l’unità principale degli Amakusa a Parallel Sweets Park, però non sono riuscite ad individualizzare ne il libro della Legge ne Ursula, così le suore si preparano alla battaglia. Stiyl, Index e Touma irrompono nella base e subito vengono accolti da 3 ragazzi con delle spade, Stiyl ripara index dall’attaco di quel piccolo gruppo degli Amakusa e tira a Touma una collana in grado di proteggerlo, e poi usando la sua magia sparisce con Index, lasciando Touma contro quei tre, così scappa e in poco tempo riesce a seminarli. Ma proprio mentre si tranquilliazza inciampa su una cassetta degli attrezzi, provocando un gran rumore, e una di quei 3 giovani lo sente e lo affronta, Touma riese a batterla tirandogli una bottiglia sul viso, senza permettendogli di vedere e atterrandola, poi comincia a cercare Ursola e subito viene tirato a terra da lei, legata e imbavagliata, da uno stemma magico. Touma grazie al suo potere al braccio destro leva il sigillo che la imprigiona, e la libera, la sorella gli chiede cosa fà in un posto pericolodo come questo, e sopratutto perch’è gli dà una mano se non gli interessa, ne il potere nel libro ne portarla dai Romani o dagli Amakusa, infatti lui lo fà solo per fare del bene. Touma decide di dare a lei la collana che gli era stata data da Stiyl, stranamente la suora quando accetta il regalo sembra stranamente felice di ottenere un regalo del genere. Mentre tutto sembra tranquillao vediamo Stiyl cadere a terra dietro di loro, sangunando dalla bocca, e vediamo Saiji Tatemiya il probabile capo del gruppo degli Amakusa, che si occupa di questa missione per prendere Ursola; Touma e Stiyl combattono contro di lui, sembra molto agile e veloce, con la sua spada. Riescono ad avere la meglio sfruttando una finta dei Stiyl e Touma, che riescono ad imbrogliarlo e a metterlo al tappeto. Così la base degli Amakusa è messa sotto sequestro e tutti i membri sono legati e immobilizzati con vari sigilli magici, menre Index si preoccupa per Touma, Saiji comincia a parlare e a dirgli se sà a che trattamenteo verrà sottoposta Ursola, visto che verrà uccisa se la consegnera ai cattolici Romani, anche se sembra che loro l’abbiano rapita, ma insinua di non aver alcun libro della legge, e che l’ha fatto senza motivo, poi gli Amakusa non hanno alcun interesse di avere un simile potere vale lo stesso per i cattolici Romani visto che quel libro porrebbe fine al dominio Cristiano, quindi hanno deciso di eliminare Ursola in segreto, solo perch’è aveva l’abilità di comprendere e leggere quel libro, che è una persona pericolosa, se qualche malintenzionato riesce a rapirla. Dopo aver sentito Ursila urlare, Saiji dice che lei si era fidata di Toumam e gli chiede un favore, quello di nascondere Ursola in un posto che ne i Cristiani ne gli Amakusa riescano a trovarla. Dopo di che arrivano due suore “Lucia” e “Angelene” per prelevare il nemico di dio Saiji, Touma tocca la spalla ad una suora dicendogli di voler andare a parlare con Ursola, ma non gle lo permettono, e appena gli volta le spalle Lucia impazzisce, visto che la sua mano dovrebbe essere legato a qualcosa di diabolico e miscredente, così lo attacca e si fà aiutare anche dall’altra sorella, però grazie alla grande cultura di Index riesce a bloccare i poteri delle due sorelle, grazie alla Spell Interceptor, perfortuna le altre suore dichiarano di ritirarsi. Fine, alla prossima strepitosa puntata.