RAINBOW: Nisha Rokubou no Shichinin episodio 23

Spugna fa il suo solito lavoro, vende sigarette ai vari commercianti, e dopo aver convinto un suo cliente a comprargli un pò di stecche di sigarette si mette a contare in soldi che ha fatto nella giornata, in disparte, ed un anziano si avvicina per chiedergli una sigaretta, sembra che ne voglia solo una, di primo momento cercava di vendergli almeno un pacchetto poi gli offri una sigaretta. L’anziano lo ringrazziò poi quando Spugna se ne andò, gli chiese se poteva dirgli dove abitava, perch’è prima di morire avrebbe voluto un altra sigaretta, pensò a non dirglielo, o a mentire, ma il suo cuore gentile, e gli occhi di quell’anziano gli dettero fiducia e gli diede l’indirizzo. Spungo tornò a casa, e fece i conti dei suoi affari, le stecche di sigarette erano quasi finite, quindi dovrà andare da Lily a rifornirsi, ma all’improvviso si sentì male, non era la prima volta. Il giorno dopo Spugna andò da Lily per rifornirsi di sigarette, e il marito di Lily, un militare, dovette tornare in America così doveva andare anche lei, Lily pensò subito che gli affari di Spugna non andranno molto bene visto che il suo fornitore se ne doveva andare. Ma Spugna non si perse d’animo, dicendo che sicuramente trovò qualcuno, Lily disse che tra un mese andò in America prima doveva andare suo marito, serve tempo per mettere tutte le cose in regola. Mentre Spugna tornava a casa si sentì di nuovo male, era uno strano dolore che gli riportava in mente la bomba atomica che devastò il suo paese, e che uccise tutta la sua famiglia lasciandolo solo. La mattina seguente si svegliò con gli incubi di quei brutti ricordi, e poco dopo una signora busso alla sua porta, è stata mandata da un certo signor Sugi, decise di andare ad incontrarlo. Venne portato all’interno di un locale, dove c’era un immensa fila ordinata che faceva a capo a un anziano, quel signore che gli aveva fatto fumare una sigaretta. Scopriamo che il signor Sugi prestava soldi, fino ad un massimo di 3000 yen senza chiedere assicurazioni con un tasso dell 1%, finalmente riuscì a parlare con lui e gli spiegò molte cose, gli fece vedere la sua casetta, una maestosa villa in stile Giapponese, grazie ai debiti restituiti, in soli 10 anni. Sugi gli chiese se poteva lavorare con lui per 3000 yen al mese. Poco dopo con tutti gli altri ragazzi compresa la sorella di Jou e Lily festeggiarono bevendo sul giardino della casa di Lily, e gli raccontò questo probabile nuovo lavoro. All’improvviso entrò l’amministratore dell’edificio e un ufficiale, e gli disse che doveva essere disabitato l’appartamento visto che il contratto d’affitto è scaduto la scorsa settimana, subito l’amministratore capì che era l’ennesima donna Giapponese che era stata presa in giro da stupide promesse, come quelle di venire in America con lui. Lily era stata soggiogata da questo ufficiale ed abbandonata promettendogli finte speranze, ma non si era persa danimo infatti aveva nascosto dei soldi dietro ad un quadro, ma appena lo mosse scese un biglietto con scritto “Good Bye Lily” e li perse tutte le speranze, essendo senza fissa dimora e soldi. Lily finì per ubriacarsi, cavolgiore gli offri il suo appartamento per un pò visto che lui doveva andare a combattere all’estero e Spugna decise di trovare un modo per aiutarla visto che era una loro amica. FIN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...