Arakawa Under the Bridge episodio 13 END

Molte persone vivono sotto il ponte del fiume Arakawa, prima di tutto i soliti personaggi, Hoshi, il kappa, La sorella, i fratelli Tetsujin, Stella, P-ko, Shirai, Maria e i nostri protagonisti Nino e Kou. Poi ci sono delle persone che non c’entrano molto ma ogni tanto appaiono in alcune scene, anche queste persone hanno il loro modo di pensare e il loro stile di vita ed è per questo che oggi ci concentreremo su questi tre. Così inizia l’ultima puntata di questo divertente anime mischiato di amore, comunque per chi spera in una seconda serie, sul sito ufficiale dell’anime dicono che stanno lavorando alla seconda stagione, e se riuscirò a seguirla spero di recensire la nuova stagione per voi. Nino questa notte camminando nel sonno è andata a dormire a casa di Kou però quando accade questo i suoi capelli sono stranamente spettinati, Kou gli consiglia di tagliarli visto che potrebbero essere più comodi per lei. E Hoshi irrompe in casa sua dicendo che non deve tagliarli, anche il Kappa si vede, dice che anche lui dovrebbe tagliarsi i capelli, così tutti vanno a tagliarsi i capelli. Kou non vuole andarci visto che ha il suo parrucchiere di fiducia, capiremo in seguito che in realtà non è per questo ma perch’è ha paura del barbiere ovvero “L’ultimo Samurai”. Sembra che oggi anche gli altri vogliono tagliarsi i capelli così sono tutti li da lui, Kou ha paura che gli faccia la Crocchia (ovvero una pettinaura molto vecchio stile che usavano i lottatori di arti marziali, samurai ecc era molto in voga nel 1868) visto anche che L’ultimo Samurai è anche un appasionato amante dei Samurai come già si capiva. Dopo aver messo a sedere tutti quanti, in un battito di ciglio taglia i capelli a tutti. Però manca una persona la Sorella, che a lei dà un attenzione speciale infatti e cerca di tagliarli i capelli come ha fatto con gli altri, ma visto che la sorella è molto agile e sempre prota a schivare proiettili e quant’altro la catana dell’ultimo samurai non riesce a tagliarli neanche un capello. Ora incontriamo Billy e Jacqueline, e vediamo quest’ultima che gli dice “ti amo” così kou pensa che gli stia insegnando a parlare, e Billy gli dice di stare zitta visto che ha passato il periodo in cui copiava le parole degli altri. Scopriamo che questo è un amore proibito, visto che Jacqueline è l’ape regina e tutto questo dev’essere segreto visto che 30.000 api dell’alveare e 10.000 fuchi non lo devono sapere. Jacqueline vuole sapere i suoi sentimenti, lo prega di dirgli “ti amo” ma lui non dice bugie e se dicesse una cosa del genere mentirei, poi prosegue dicendo che “ti amo” non può esprimere nemmeno l’1% dei sentimenti che prova per lei. Più tardi kou cerca di svolgere la sua lezione ma Stella e i due fratelli Tetsujin sentono un bambino felice di essere andato in un parco divertimenti, così anche loro vogliono andarci Kou decide di costruirgli un Parco divertimenti li. Dopo aver passato 3 giorni e 3 notti per cercare di progettare un parco divertimenti per i suoi studenti, bussa alla porta P-ko e Nino che gli dicono che tutti hanno sentito che lui voleva creare un parco divertimenti, e tutti si sono impegnati per crearlo. C’è una piccola giostra, un teatro in 3D e delle montagne russe, che in realtà erano montagne russe modello Vergine di Norimberga, una specie di tomba piena di spuntoni dove ti rinchiudevano. A Kou viene in mente quando è andato alle giostre per la prima volta con suo padre, bei ricordi che lo rendono felice. Di sera c’è la parata e tutte le ragazze si sono vestite bene per sfilare seguite da tutti i maschi con costumi strani di animali che spaventano a morte i bambini. La puntata è finita, e cito le ultime cose che Kou narra verso la fine “Affondando in un ruscello fangoso, alla deriva in un piccolo torrente le emozioni che si distaccano, qualcosa che viene a mancare nell’universo che si espande, i confini svaniscono e tutto diventa circolare. Così come dei pezzi di puzzle ci sono dei frammenti piccolissimi, questo preziosissimo frammento sicuramente insieme a te sarà il frammento che ci lega assieme. The END

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...