Arakawa Under the Bridge episodio 11

Uscire fuori è come, uscire dal ventre di mia madre, per la prima volta, sentire l’aria fredda e gelida e il calore delle mani dell’uomo; è come se mio padre mi portasse in braccio, fuori di casa e mi rendo conto diquanto lontano sia il cielo e quanto grande il mondo. Come se stessi camminando sul percorso che faccio tutti i giorni sorridendo come non ho mai fatto prima; fuori da questo mondo al fine di cercare cose che non ho mai conosciuto, farò un altro passo verso il mondo esterno per trovarti. Inizia così la nuova puntata di Arakawa Under the Bridge e vediamo Nino che non vuole andarsene dalle sponde del fiume e non vuole separarsi dai suoi amici, come abbiamo visto nella puntata precedente. I due fratellini Tetsujin, quelli con la testa di latta, si chiedono come tutto questo possa essere successo, e Rec sà che il motivo per cui è successo tutto questo è suo padre, e il motivo probabilmetne è Rec, quindi dice a tutti che se lasciasse questo posto i lavori probabilmetne verrebbero interrotti, Nino vuole stare con lui e tutti gli altri in quel posto, e gli chiede di aiutarla a realizzare il desiderio della sua ragazza. Così Rec torna battagliero e decide di passare all’arma segreta ovvero chiamare Takai. Rec allora torna alla sede della società GOES, la compagnia creata da lui e dopo aver convocato i suoi collaboratori ed esposto il nuovo progetto che dovranno realizzare, ovvero “Progetto per risviluppare il letto del fiume Arakawa” tutti sono commossi e felici di questi. Rec per 3 giorni non tornerà alle sponde del fiume, però ha dato vari consigli agli altri come ad esempio alla Sorella di travestirsi da Orso così che non la mettano in Prigione, e a Shirai di vestirsi bene, gli ha anche dato una parola magica, così và dagli operai e gli dice “Ottimo lavoro, per oggi è tutto” e gli operai se ne vanno, pensando che lui sia un capo o un superiore. Però ad un operaio viene un dubbio, pensa che lui non sia un superiore e torna indietro, assomiglia parecchioa a Rec e infatti Nino lo confonde per lui e gli infila in bocca 3 pesci, poi Hoshi ammette che lui sia l’unico a soddisfare i desideri di Nino e gli ha anche scritto una canzone, e suonandola gli fà andare in corto il cervello; poi arriva Stella che lo ringrazie per imegnarsi molto per questo posto e decide di dargli un dono, e mettendosi in posa da combattimento con le dita gli colpisce il collo facendolo cadere a terra, in realtà è un colpo che dà una finta morte fermandogli il cuore, poi i tre si accorgono che in realtà non è Rec. Nino và sulla riva del fiume e pensa a Rec, dicendo che deve tornare presto e lo disegna sulla sabbia con un bastoncino, ma pare essersi già dimenticata com’è fatto. Tornando in ufficio Terumasa si complimente per il suo bellissimo lavoro, ma si chiede perch’è non lo avesse chiamato per sistemare tutto, e Rec risponde che se fosse una persona compressiva non starebbe a gettare cemento dove vive suo figlio, così Terumasa dice che potrebbe essere lui suo padre e comincia ad impazzire, però suo padre sembra vedere tutto, si vede che ha messo qualche telecamera nascosta nel suo ufficio. Rec e Terumasa tornano sulla sponda del fiume e tutti sembrano salutare gioiosamente Terumasa, Rec infastidito dice che non importa se tutti lo ignorano ma almeno la sua ragazza avrebbe dovuto salutarle, così lei gli infila un pesce in bocca. Rec espone il suo progetto, sembra voler creare un parco giochi sulle sponde del fiume e tutti sembrano avere delle insolite richieste, Tooru vorrebbe che le piastrelle per indicare la strade fossero bianche, Hoshi vuole un posto per fare i live, P-ko vuole della terra fertile per la sua coltivazione, la sorella invece è negativa perch’è un pezzo di giardino è troppo esposto all’acqua aiutando le persone che attaccano perch’è facilitate dall’acqua, Nino dice a tutti che dovrebbero accontentarsi fin che cè una piattaforma di lancio per razzi, però chiaramente quella cosa non cè. Rec viene chiamato dalla compagnia di cotruzione, che sembra intimorita da suo padre e pertanto non vuole lavorare a questo progetto, così pensa all’opzione di chiamare suo padre, anche se gli tremano le gambe dalla paura, perch’è non pensa di essere degno di prendere un pò del suo tempo, comunque si fà forza e chiama, sfortunatamente scatta la segreteria telefonica e Rec sviene per la troppa tensione. FIN

Highschool of the Dead episodio 1 – Prime Impressioni

La prima puntata di questo favoloso Anime/manga comincia subito con il narratore che dice “La notte in cui tutto ebbe fine, rimasi sveglio fino a tardi” una frase di grande impatto, con un video dove si vedono i ciliegi in fiore in una serata apparentemente tranquillo, ogni tanto però vediamo qualche piccolo fotogramma in cui zombi famelici e sanguinosi divorano il corpo di uno studente. E qui vediamo il nostro protagonista Takashi Komuro, seguito da Hisashi Igou e dall’affascinante Miyamoto Rei; cercano di andare sul tetto della scuola per nascondersi, e affrontano qualche zombi per farsi strada dove vogliono andare. Dopo la sigla (per chi è interessante la OP si chiama HIGHSCHOOL OF THE DEAD by 岸田教団&THE明星ロケッツ Kishida Kyoudan & The Akeboshi Rockets) torniamo un po indietro nel tempo e vediamo cosa è successo prima della contaminazione; Takashi è stato appena scaricato da Rei, la sua amica d’infanzia ed è chiaramente depresso e giù di morale, arriva Saya Takagi (♥) che gli dice che ogni volta che deve affrontare la realtà si rifugia sempre nello stesso posto, poi gli dice che non gli piacciono le persone stupide. Takashi vede uno strano tipo che continnua a scontrarsi con il cancello chiuso della scuola, e vede il Prof Tejima che prendendolo per il collo lo intima di andarsene, ma questo lo morde al braccio, facendolo trasformare in poco tempo in zombi, e le persone intorno a lui vengono aggredite dal Prof zombi. Takashi allora capisce che è un emergenza e corre in aula, per avvisare Rei e Hisashi il suo migliore amico, raccontandogli quello che ha visto, così escono e prendono delle armi. Rei cerca di chiamare suo padre che lavoro alla polizia, ma sembra che la linea sia sovraccarica di chiamate e non riesce a contattarlo, intanto per tutto l’istituto un prof, grazie al megafono dice che sia successo un incidente all’interno della scuola, e poco dopo si sentono delle grida; così in pochi secondi tutti gli studenti e i professori scappano, creando molta confusione. Hisashi, cercano di scappare Rei affronta un Professore diventato Zombi ma anche dopo averlo colpito al cuore è ancora vivo, così Hisashi che è cintura nera di Karate lo prende imedendogli i movimenti ma questo riesce a girare il collo a 360° mordendolo al braccio e Takashi prende coraggio e con la mazza lo colpisce in testa fracassandola. Comunque i nostri eroi riescono ad arrivare in cima alla scuola e vedono un Black Hawk dell’esercito americano chiaramente li ignora, dal tetto della scuola si vede il panico generale, case in fiamme, macchine incolonnate e zombi che corrono in giro. I tre ragazzi decidono di salire ancora e bloccare le scale con quello che trovano, e quando tutto sembra tranquillo, i ragazzi sono al sicuro e possono rilassarsi, Hisashi comincia a trasformarsi in zombi visto che è stato morso. Rei non vuole crederci e continnua a stare vicino a lui sperando che quello che si risveglierà sarà Hisashi quello che lei ama, ma non è così e Takashi allontana Rei e lo colpisce, uccidendolo. Dopo la sigla (君と太陽が死んだ日」 Kimi to Taiyou ga Shinda Hi by 黒崎真音 Kurosaki Maon) Rei dice che non voleva essere salvata, non voleva vedere Hisashi in quello stato, avrebbe preferito farsi mordere e diventare una di loro piuttosto che vivere in questo stato. Poi comincia ad incolpare Takashi dicendo che in realtà lui lo odiava perch’è era il suo ragazzo, Takashi però non risponde e decide di andare ad ammazzare tutti gli zombi, questo fà tornare in sè Rei che capisce che le parole che ha usato non voleva dirle davvero e gli chiede di restare insieme a lei. Takashi abbraccia Rei e nei suoi pensieri dice “Nel giorno in cui tutto ebbe fine, lui uccise il suo migliore amico e per la prima volta abracciò la ragazza che ama”.

  • Come primo impatto l’anime è davvero ben strutturato, come mi sarei aspettato da questo titolo attesissimo, ha delle favolose inquadrature come già si vedeva nel Trailer, è molto fedele al manga.
    Già nella prima puntata si vedono i protagonisti della storia non solo Takashi e Rei ma anche Saeko che si allena nel dojo, Hirano e Saya che sono nella loro stessa classe, e anche Marikawa e il professore molto severo Koichi Shidou, tutti i nostri protagonisti si vedono propio nel momento in cui un insegnante da l’allare a tutto l’istituto.
  • Tornando alle stupende animazioni che il regista gli ha dato, apparte quella visuali da lontano che arrivano velocemente al protagonista vedendo una marea di zombi vicini ai protagonisti sono davvero ben ideate, per un anime horror di grande impatto. Come scena molto bella è anche quella in cui, qui sopra citato, un insegnante da l’allarme al megafono della scuola, e si vede un inreale silenzio e quando il gesso si spacca a terra si diffonde il panico, è una cosa molto carina. Mi piace pensare che la rottura del gesso sia una similitudine con la loro tranquillita, mi spiego meglio il cesso è la tranqullita e quando si rompe bam è il panico.
  • Hisashi era logico e un pò banale che morisse infatti è troppo bassi livello, anche se comunque il fatto che lui prima di diventare zombi avrebbe voluto buttarsi giù dal tetto della scuola per morire quando ancora era umano, è si una cosa molto banale ma anche una cosa di grande impatto che secondo mè è sempre bella da vedere. L’unica cosa che nelle prossime puntate sarà più evidente è la solita mania che i Giapponesi hanno con le tette Grosse, e nel mostrare mutandine, seni prorometi e quant’altro, be io come maschio bè non posso negare che sia bello vederlo, infatti in tanti horro è normale vedere cose sessuali e spinge, però dovevo comunque affrontare questo discorso; devo dire che però non c’è niente di meglio che Donne Sexy che combattono contro gli Zombi hehe

RAINBOW: Nisha Rokubou no Shichinin episodio 8

I sei si preparano alla battaglia per salvare Sakuragi e Nomoto gli illustra il piano, per prendere la chiave del cancello per fuggire la possono rubare alle guardie o a dal medico di turno, così Jou si offre volontario per andare, facendo finta di stare male. Sasaki non crede che Jou sia venuto da lui, così lo visita e capisce subito che stà bene, Joe gli chiede se farà esattamente quello che lui gli dice potrà uscire prima, lui chiaramente dice di si e comincia a pensare a qualcosa di perverso; dopo di che gli dice di accomodarsi sul letto, e và a spegnere la luce, prende un asciugamano e lo strozza facendogli perdere i sensi e legandolo, poi prende la chiave e torna dagli altri, tutti sono felici che sia sano e salvo. Ishihara guarda dallo spioncino della cella Sakuragi immobile, e se la ride pensando che manca poco alla sua morte, ma non sà che Mario è dietro di lui che gli darà un bel pugno mettendolo al tappeto. Tooyama e Mario portano fuori Sakuragi, Mario lo tiene sulle spalle e si commuove sentendolo così magro e si promette che Sasaki e Ishihara la pagheranno per come hanno ridotto il loro fratellone. I sei si sono riuniti, dopo aver piazzato qualche corda per far cadere i secondini se dovessero scoprirli, ma il suono della sirena si disperde per tutta la prigione, e subito capiscono che che devono muoversi, Nomoto non pensava che se ne sarebbero accorti così presto, così decide di correre, facendosi seguire dai secondini e andare dove ci sono tutti i contatori e distruggerli, facendo saltare tutte le luci così che gli altri possano continnuare la missione. Gli altri legano due guardie che controllano l’entrata della prigione, e Tooyama prova tutte le chiavi per aprire, intanto un paio di guardie li scoprono e Matsuura decide di scagliarsi contro di loro, grazie alla sua stazza li riesce a buttare a terra e a tenere fermi. Tooyama riesce ad aprire la cella e gli altri escono, Tooyama però chiude la porta e spezza la chiave, così da dargli più tempo, e decide di aiutare Matsuura e gli promette di raggiungerli più tardi. Jou, Noboru, Mario e Sakuragi sentono il profumo della libertà, ma quando si tranquillizano Ishihara spunta dall’oscurita cercando di accoltellare Sakuragi, che riesce a bloccarlo con la sua mano, anche se molto debole riesce a ferlarlo tagliandosi un pò la mano, ma non vuole che tutti i sacrifigli di quelli che sono rimasti indietro siano vani, Mario torna in sè e comincia a pestare Ishihara, poi vanno avanti per la strada, però hanno bisogno di un dottore per le sue condizioni fisiche e il taglio sulla mano che per una persona che non ha mangiato per più di dieci giorni potrebbe essere molto grave. I 3 ragazzi sono felici che Sakuragi sia vivo, e che ora non abbia più nessuno che vuole ucciderlo, tutti sperano che da ora per il loro Fratellone ci sia in serbo una vita migliore.