Durarara!! episodio 19

Sonohara come sappiamo, è andata nel covo dei Turbanti Gialli e ha visto il boss di questo gruppo ed è Kida, ora scappa perch’è è stata vista da qualcuno e non vuole farsi vedere da lui così si nascose dietro a delle casse, anche se alcuni membri dei tubanti Gialli erano vicino a lei, e stavano rovistando dappertuto non provava paura, perch’è lo shock causato da quello che aveva visto aveva avuto il sopravvento. Tornando indietro nella storia vediamo Sonohara che esce dall’ospedale perch’è è stata dimessa e Mikado e Kida sono li ad aspettarla, Sonohara nota subito che Kida era diverso dal solito, lo capì sin da quando era venuto a farle visita la prima volta e dopo che a Kida squillo il cellulare se ne andò con una scusa. Più tardi nella chat vediamo che Saika si scusa per come si era comportata in passato, così chiecchierano sul Turbanti Gialli e i Dollars poi Kanra che in realtà e Izaya è logicamente la persona che muove i fili di tutto, infatti mette sottopresione sia Saika ovvero Sonohara e Mikado che in chat è Tarou. Izaya è convinto che ci sarà una guerra tra i Dollars e i Turbanti Gialli e sarà una vera e propria guerra tra bande, così Mikado si promette di non permettere che questa cosa succeda. Sonohara continnua a pensare a quello che stà succedendo cosi pensa che deve fare qualcosa però Kida che è rientrato nel suo mondo era già stato imprigionato dalle catene del suo passato, non era più in grado di scappare. Sonohara intrappolata, voleva scappare e le voci nella sua testa cominciarono ad essere troppo persistenti, Saika voleva amarli tutti, il pensieri che Kida potesse scoprire che lei in realtà era un mostro la terrorizzava, per fortuna Celty apparve e riuscì a prendere Sonohara e gli diede un casco per proteggersi il viso. Celty capisce subito che Sonohara non vuole farsi vedere da Kida, e capisce anche che quello davanti ai suoi occhi era un amico di Mikado così anche se non capiva tutto si trasformò nella sua vera forma, nel cavagliere senza testa della leggenda e se ne andò. In un attimo capirono che l’intruso era proprio Saika e che la motocicletta nera è venuta in suo soccorso, e le voci che collegavano Celty ai Dollars si rivelarono vere, Kida non sapeva se quella conclusione fosse giusta o sbagliata ma di certo non poteva più tenere a freno i suoi compagni. Il ragazzo che guidava i Dollars conobbe del terribile scontro tra i Turbanti Gialli e i Blue Squares, senza sapere che la ragazza sacrificata era stata l’amore del suo amico; e senza sapere che l’uomo che glielo stava raccontando controllava l’anima di quella ragazza e aveva inflitto terribili e durature ferite al suo amico. Scopriamo che alla fine rimaserono solo i Turbanti Gialli e che i Blue Square si riunirono a loro formando un solo gruppo. Nella chat Izaya come al solito manovra Mikado dicendogli che alcuni membri dei Dollars fanno anche parte dei Turbanti Gialli, e anche a sua insaputa potrebbe anche esserci il Laceratore, questo fece molto riflettere Mikado. Il giorno dopo Kida non andò a scuola e fece visita a Saki, vediamo che gli dice di combattere dato che non può fuggire dal suo passato, Kida desiderava solo trovare il suo posto, ogni volta che parlava con il suo amico d’infanzia della città in cui viveva capiva di non fare realmente parte delle cose di cui parlava, ma ora capiva che il suo posto nei Turbanti Gialli non era altro che al fianco di Mikajima Saki e ora stava lavorando per il suo amico, che era diventato il nuovo fulcro della sua vita. La puntata finisce vedendo Kida chiedera a Kadota di fare due chiacchiere, molto misterioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...